Risultato Wolfsburg - Napoli di Europa League 2015 (1-4)

Risultato Wolfsburg - Napoli di Europa League 2015 (1-4)
Wolfsburg
1 4
Napoli
Wolfsburg: (4-2-3-1) : Benaglio; Vieirinha, Naldo, Knoche, Ricardo Rodriguez; Luiz Gustavo, Guilavogui (69° Arnold); Caligiuri, de Bruyne, Schurrle (63° Perisic); Dost (56° Bendtner). Panchina: Grun; Trasch, Timm Klose, Schafer. Allenatore: Hecking.
Napoli : (4-2-3-1) : Andujar; Maggio, Raul Albiol, Britos, Ghoulam; David Lopez, Inler; Callejon, Hamsik (74° Gabbiadini), Mertens (59° L. Insigne); Higuain (85° Henrique). Panchina: Rafael; Koulibaly; Joginho, Gargano.. Allenatore: Benitez.
SCORE: 0-1, MIN. 15, Higuain (N), 0-2, min.24, Hamsik (N), 0-3, min.63, Hamsik (N), 0-4, min.77, Gabbiadini (N); 1-4, min.79, Bendtner (W)
ARBITRO: Antonio Mateu Lahoz (Spagna).
NOTE: Dalla Volkswagen Arena di Wolfsburg, andata dei Quarti di Finale della UEFA Europa League 2014/2015. In campo Wolfsburg e NAPOLI

23.03 - In una foto tutta la cattiveria del Napoli odierno. DISTRUTTO IL WOLFSBURG. E con questo è tutto. Un saluto da Antonello Angelillo e Vavel Italia

23.01 - Ed al 92°, in Ucraina, preziosissimo gol della Fiorentina contro la Dinamo Kiev. A segno Babacar che fa pendere la bilancia della qualificazione dalla parte della Fiorentina. l'Italia sogna tre semifinaliste fra Europa e Champions League

In casa, quest'anno, il Wolfsburg non aveva mai perso se non con l'Everton, ma mai aveva preso 4 reti. Il Napoli riesce nel difficilissimo  salto dell'ostacolo prevalendo per 1-4 sul Wolfsburg alla Volkswagen Arena. E' un Napoli sontuoso ed incredibile quello che dà il via alle danze nel primo tempo: segnano Higuain, Hamsik nel primo tempo e poi ancora Hamsik ed infine Gabbiadini. Unica pecca l'unico gol preso: quello di Bendtner nei dieci minuti finali per il quale Benitez si infuria. Il Wolfsburg si fa trovare troppo scoperto in contropiede e ne prende da ogni parte: Callejon e Mertens spine nel fianco, rifiniscono Higuain ed Hamsik. E poteva arrivare anche il quinto, con Gabbiadini che ha colpito una traversa. Il Napoli vince, anzi trionfa, per la prima volta in Germania. Hamsik ci scherza ma De Laurentiis potrebbe davvero decidere di non far tornare più i suoi dal ritiro. 

90° - Dopo tre minuti di recupero finisce qui. Napoli batte Wolfsburg 1-4

86° - Ultimo cambio del match: dentro Henrique per Higuain. Adesso Gabbiadini punta centrale con Callejon e Insigne ai lati, più David Lopez - Inler - Henrique in mediana. Ma Benitez chiede il 4-1-4-1 con Henrique unico mediano ed Inler - David Lopez leggermente avanzati

85° - Napoli insaziabile. gli uomini di Benitez vogliono segnare ancora e si sbilanciano tantissimo alla ricerca dell'ennesimo momento di gloria. In contropiede comincia a far male anche il Wolfsburg

L'1-4 di Bendtner

82° - Benitez è una furia in panchina. Non voleva, a nessun costo, subire il gol dell'1-4. 

Lo 0-4 di Gabbiadini

81° - Traversa di Gabbiadini con un bel fendente partito dalla fascia di centro-destra dell'attacco partenopeo

Lo 0-3 di Hamsik

79° - GOL DELLA BANDIERA DEL WOLFSBURG. SEGNA ANCORA BOMBER BENDTNER CHE DEVE SOLO APPOGGIARE DOPO IL DOPPIO PASSO E DRIBBLING DI PERISIC, AI DANNI DI ALBIOL. ANDUJAR SI LAMENTA: ERANO TROPPI GLI UOMINI DI BENITEZ IN ATTACCO. Gol che dovrebbe essere indolore, tuttavia

76° - NAPOLI GIGANTESCO!!!! 0-4 DEL NAPOLI!!! HA SEGNATO ANCHE GABBIADINI CHE RICEVE DALL'ALTRO SUBENTRATO INSIGNE E COLPISCE DI TESTA, TUTTO SOLO, CON KNOCHE IN RITARDO. BENAGLIO TOCCA MA NON BASTA. BELLO IL VELO DI HIGUAIN AD AVVIARE L'AZIONE. WOLFSBURG SOTTO DI QUATTRO RETI IN CASA! NAPOLI SUPERIORE

74° - Penultimo cambio per Benitez che fa entrare Gabbiadini per l'MVP odierno: Marek Hamsik

69° - Terzo cambio per il Wolfsburg: dentro Arnold e fuori Guilavogui. Il francese ha sulla coscienza lo 0-3 ma viene applaudito. Intanto con l'ingresso di Arnold Hecking passa al 4-1-4-1 con Luiz Gustavo unico mediano

68° - Rivedibile parata corta di Benaglio su tiro non comodo ma quantomeno amministrabile di Insigne. Fortuna per lui che non ci sia nessuno a punirlo per la quarta volta

63° - TRIPLICE SQUILLO!!! HA SEGNATO ANCORA IL NAPOLI. IL PRESSING CHIAMATO DA BENITEZ PORTA I SUOI AD APPROFITTARE DELLO SVARIONE DI GUILAVOGUI CHE SBAGLIA IN REGIA. CALLEJON VA VIA E CROSSA BASSO: HAMSIK DEVE FARE SOLO TAP-IN. IL NAPOLI HA LA QUALIFICAZIONE IN TASCA!!! WOLFSBURG - NAPOLI 0-3, INCREDIBILE

63° - Secondo cambio per Hecking: dentro il temibile Perisic e fuori uno Schurrle in fase calante evidente

59° - Primo cambio anche per Benitez che impartisce al nuovo entrato Insigne precisi dettami difensivi sulla fascia sinistra: esce Mertens e Benitez si complimenta con lui

56° - Primo cambio nel Wolfsburg: esce l'in crisi Dost e dentro il suo "rivale" Bentdner, in gol agli ottavi contro l'Inter.

50° - Dopo aver tentennato forse un po' troppo prima di battere a rete, Higuain prova il tacco ad aprire le praterie alle sue spalle per Mertens. Il belga e l'argentino non si capiscono

48° - Era probabilmente la palla della qualificazione quella capitata sui piedi di Higuain. Il Pipita vince il corpo a corpo sulla trequarti con un centrale tedesco e scappa via, verso Benaglio, staccando gli avversari. L'ex RM si fa però beffare dalla parata PRODIGIOSA dell'estremo difensore svizzero. Palla gol colossale per il Napoli

22.08 - Le squadre sono tornate in campo. Sta per partire il secondo tempo

I parziali dei primi tempi di Europa League:

E' un Napoli incredibile quello che sta riuscendo a sbancare la Wolkswagen Arena di Wolfsburg! E' 0-2 degli italiani che conducono di ben due gol, fuori casa e senza averne subiti! In rete ci vanno prima Higuain (gol che ci lascia inizialmente qualche dubbio. Poi al replay si nota come il Pipita non sia né in fuorigoco né tocchi con l'avambraccio) e poi Hamsik su assist dello stesso Higuain. Non demorde il Wolfsburg che comincia e finisce in crescendo (crea apprensioni il movimento di Dost in area). Nel finale traversa colpita da Schurrle. 



Partita bellissima, non si accenna ad alcuna sosta. Entrambe le squadre spingono al massimo rischiando molto dietro.

46° - Finisce il primo tempo

45° - E' tornato a dire la sua in maniera prepotente il Wolfsburg. Prima l'avvisaglia che costringe Andujar all'uscita bassa, adesso la traversa colpito in pieno da Schurrle che partorisce un bolide dopo essere rientrato sul destro

45° - Uno solo il minuto di recupero concesso dall'arbitro

42° - Tiro non potente ma angolato di Hamsik che fa tutto da solo senza servire Mertens. Guadagna un angolo il Napoli

Lo 0-2 di Hamsik

Lo 0-1 di Higuain

35° - Mette paura con una percussione centrale de Bruyne, poi fermato una volta giunto al limite dell'area. Sul ribaltamento giocata molto buona del Napoli con Mertens e Ghoulam a duettare , trovando un angolo

30° - Ennesimo contropiede del Napoli con Hamsik che, una volta innescato ma guardato a distanza da un difensore del Wolfsburg - temporeggia aspettando rimorchi. Sceglie Higuain ma il Pipita viene anticipato. Dall'altra parte super chiusura difensiva di Callejon

28° - Pericoloso colpo di testa su angolo di Naldo. Il brasiliano sovrasta Britos e stacca: pare alzare sulla trasferta Andujar ma per la terna arbitrale è rimessa dal fondo

24° - Il Napoli sembra padrone del campo come forse non mai. Grande momento degli italiani. Sono troppi gli spazi lasciati dai giocatori del Wolfsburg dietro di loro. Col senno di poi Verdi troppo sbilanciati

22° - SHOW DEL NAPOLI!!! 0-2 FIRMATO HAMSIK. PARTENOPEI PADRONI DELLA WOLKSWAGEN ARENA! Maggio scherza in fascia con Schurrle, appoggia ad Higuain più avanti. Il Pipita indovina il corridoio fra e dietro i due centrali tedeschi per servire Marekiaro: Hamsik non sbaglia, 0-2

20° - Con il replay sott'occhio possiamo affermare che Higuain non dovrebbe esser stato in fuorigioco nel momento del lancio di Callejon  e che lo stesso Pipita non dovrebbe essere reo di alcun tocco di "mano". Gol regolare, a quanto pare. Benaglio tocca ma non basta

19° - Colpo alla testa per Mertens nel contrasto con Dost. Il belga si ferma ed il gioco si ferma per qualche minuto

16° - Subito un'altra occasione per Higuain che cerca - con poco specchio - la giocata di prestigio. Tiro smorzato ma non c'è nulla da fare: Wolfsburg ancora una volta sbilanciato

14° - NAPOLI IN VANTAGGIO IN GERMANIA!!! IL NAPOLI E' 1-0 SUL WOLFSBURG. Tedeschi sbilanciati nel momento del lancio dalla fascia di Callejon per il Pipita Higuain, forse in posizione di fuorigioco. L'argentino forse stoppa con l'avambraccio (ma c'è una leggere spinta di Ricardo Rodriguez che scagiona Higuain) e tocco a battere Benaglio! Napoli avanti

10° - Altra  chance per il Wolfsburg. Luiz Gustavo parte tagliando dietro la diga di centrocampo napoletana trovando una voragine. Il brasiliano apre per de Bruyne che crossa cercando la deviazione bassa di Dost ma la palla è troppo sul portiere. Interviene Andujar

5° - Punizione da distanza importante, decentrata sul centro-sinistra, per il Wolfsburg: Rodriguez va in porta. Fuori di molto

- Prima azione importante con Vierinha che rientra e crossa per Dost, dopo aver dribblato Mertens. Andujar ha bisogno di due tempi in uscita per poter far sua la palla

21.06 - Batte il Wolfsburg. Dost e de Bruyne danno il via alle danze. Si parte

21.04 - L'inno dell'Europa League risuona. Ora le squadre si schierano in campo secondo i due 4-2-3-1. 

21.03 - Le squadre stanno uscendo dal tunnel, capitanate da Hamsik e Benaglio

20.58 - Poco più di 5 minuti all'inizio del match. Riuscirà il Napoli a segnare un gol in trasferta in modo da partire parzialmente avvantaggiato al ritorno?

20.12 - Queste le panchine:

Wolfsburg: Grun; Trasch, Timm Klose, Schafer; Arnold, Perisic; Bendnter
Napoli: Rafael C.; Koulibaly, Henrique; Gargano, Jorginho; Gabbiadini, L.Insigne (niente Duvan Zapata)

20.09 - Tutto confermato anche per Hecking, al solito molto sfrontato nell'assetto tattico. Vierinha fa il terzino, come con l'Inter, al fianco di Knoche, Naldo e Ricardo Rodriguez. Soliti due mediani Luiz Gustavo e Guilavogui a proteggere i quattro uomini offensivi: Caligiuri, de Bruyne, Schurrle (non Perisic); Dost. L'XI nel dettaglio: Benaglio; Vieirinha, Naldo, Knoche, Ricardo Rodriguez; Luiz Gustavo, Guilavogui; Caligiuri, de Bruyne, Schurrle; Dost

20.05 - Ecco le tante attese formazioni ufficiali. Partiamo dal Napoli che preferisce affidarsi a Britos in difesa e non a Koulibaly: il francese è stato ultimamente accantonato. Terzini troviamo Ghoulam e Maggio. Davanti alla difesa ecco David Lopez ed Inler con gli annunciati tre (Callejon, Hamsik e Mertens) dietro Higuain. L'XI nel dettaglio: Andujar; Maggio, Raul Albiol, Britos, Ghoulam; David Lopez, Inler; Callejon, Hamsik, Mertens; Higuain

20.05 - Buona sera e benvenuti alla diretta scritta, live ed , di Wolfsburg - Napoli. In diretta dalla Volkswagen Arena di Wolfsburg, Antonello Angelillo e Vincenzo Esposito (che ha curato la presentazione del match), vi guideranno verso l'inizio di questa importantissima e decisiva partita, per poi raccontarvi le gesta dei protagonisti. Live l'andata dei quarti di finale della UEFA Europa League su VAVEL ITALIA. Il Napoli vola in Germania per giocarsi le sue chance di arrivare in fondo all'Europa League, ma sulla sua strada trova forse l'avversario peggiore che poteva riservargli l'urna di Nyon, il Wolfsburg

Dopo la spettacolare due giorni di Champions League, torna in campo anche l'Europa League per l'andata dei quarti di finale. Dopo la settimana di ritiro, e la vittoria sulla Fiorentina, il Napoli vola in Germania per affrontare una delle migliori squadre del torneo, il Wolfsburg. Sarà una sfida aperta ad ogni tipo di risultato, con i partenopei che ormai puntano tutto su questa competizione per tornare in Champions League. I ragazzi di Benitez dovranno prestare la massima attenzione, perchè i tedeschi sono una delle squadre più in forma del momento, e secondi soltanto al Bayern Monaco in Bundesliga

Il cammino del Wolfsburg in Europa League non era iniziato nel migliore dei modi. Nela prima partite dei gironi eliminatori, i tedeschi erano opposti all'Everton, una delle più grandi delusioni della stagione di Premier League, e persero con un netto 4-1. Dopo la sonora sconfitta subita sul campo dei Toffees ( che vinceranno anche al ritorno contro la squadra della Volkswagen), il cammino della squadra di Hecking è stato pressocché in discesa: ben 9 reti rifilate ai russi del Krasnodar, e qualificazione ai playoff guadagnata contro il Lille. Ai sedicesimi di finale Dost e compagni si sono sbarazzati dello Sporting Lisbona senza neanche soffrire, per poi annichilire l'Inter con un complessivo 5-2. Dovrà fare quindi molta attenzione il Napoli se vorrà raggiungere le semifinali.

Vive davvero un buon momento il Wolfsburg, che è sempre più vicino alla conquista del secondo posto in Bundesliga. La squadra di Hecking ha raccolto ben 6 vittorie nelle ultime 7 partite giocate, conquistando anche le semifinali della DFB-Pokal (la Coppa di Germania). Dost e compagni hanno dimostrato una grande solidità, perdendo soltanto 6 (2 sconfitte sono arrivate contro l'Everton in Europa League) partite dall'inizio della stagione, e pareggiandone 7, le rimanenti tutte vittorie. Questo a quantificare il reale valore della rosa nelle mani di Hecking, una squadre che metterebbe paura a chiunque. 

Ancora qualche dubbio di formazione per il tecnico Hecking, che, come Benitez, ama schierare la sua squadra con il 4-2-3-1. Tra i pali ci sarà Diego Benaglio, portiere dal gran rendimento, soprattutto da quando veste la maglia del Wolfsburg. In difesa sono sicuri del posto da titolare Naldo, Knoche e Rodriguez, mentre nel ruolo di terzino destro si giocano una maglia Trasch e Vierinha. In mediana ci saranno Luiz Gustavo e Guilavogui. Alle spalle dell'unica punta Dost, sono sicuri del posto Caligiuri e De Bruyne, mentre si giocano la restante maglia da titolare Schurrle e Perisic, sogno estivo della squadra partenopea

WOLFSBURG (4-2-3-1): Benaglio, Vieirinha, Naldo, Knoche, Rodriguez, Guilavogui, Luiz Gustavo, Caligiuri, De Bruyne, Schurrle, Dost.

NAPOLI (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Koulibaly, Strinic; Inler, Lopez; Mertens, De Guzman/Hamsik, Callejon; Higuain.

Hecking - Il suo intervento inizia analizzando quali sono le debolezze del Napoli, secondo lui, e quali i punti di forza della squadra tedesca: "Non so, non ne ho idea, non ho visto debolezze. Per quanto riguarda noi dobbiamo cercare di mettere qualità nelle giocate sia in difesa che in attacco per poter vincere. E' il più bel confronto che ci sia, il sorteggio è stato difficile ma attraente anche per il pubblico e siamo contenti di poterla giocare e vogliamo passare come nei turni precedenti". Seconda italiana sul percorso dei tedeschi. L'allenatore risponde cosi alla domanda su cosa cambia rispetto alla doppia sfida affrontata e superata contro l'Inter: "Anche con loro è stata una gara equilibrata, non è stata facile, in Serie A il Napoli è diverse posizioni sopra e complessivamente è superiore ai nerazzurri. Ottimismo dei calciatori? Sono contento, è il frutto del nostro lavoro ed è bello così. E' già una soddisfazione essere arrivati fin qui, ma prima di parlare di semifinale e finale dobbiamo pensare a passare gara dopo gara. Sappiamo delle difficoltà di domani e del San Paolo. Speriamo per ora di far felici i 25mila tifosi di domani, al di là del passaggio del turno"

Dopo la presentazione si passa all'aspetto storico degli avversari ed il mister dei tedeschi ricorda soprattutto l'epoca storica del Napoli e della vittoria in Coppa Uefa: "Ovviamente ricordo Maradona, i successi vissuti anche qui in Germania in un'epoca molto intensa. Poi conosco due ristoratori italiani tifosi del Napoli, tra queste due gare non andrà a prendere il cappuccino lì, abbiamo anche scommesso un cappuccino dopo la partita. Il nostro finale di stagione? L'idea era di dare priorità alla Bundesliga per raggiungere la Champions, ci manca ancora qualche punto, ma se abbiamo la possibilità di andare in finale d'Europa League o di Coppa di Germania non ci tireremo indietro, ma sappiamo di quanto manchi per raggiungerle".

Poi il tecnico del Napoli si sofferma sul Wolfsburg, squadra molto fisica, forse tra le più forti delle 8 rimaste in Europa League: "Quando ho iniziato il mio percorso ho segnalato giocatori come Perisic, Schurrle, Luiz Gustavo, ma non abbiamo potuto prenderli, proviamo a mettere in campo la squadra giusta perchè dipende anche dalla testa ciò che fa il fisico. Sono in ogni caso una squadra molto forte. I nomi sono quelli che conosciamo, Dost la punta, De Bruyne, ma anche Naldo in difesa, Luiz Gustavo in mezzo e Rodriguez che è un terzino che calcia bene le palle inattive". Infine un commento sul ritiro e sull'approccio alla gara: "Dobbiamo onorare il passato, ma anche guardare il presente. Il Wolfsburg è fortissimo, qualcuno dei giocatori che ho nominato non gioca e poteva essere titolare da noi. Sarà una gara dura. Io ho anche un sito dove poter parlare, ma ho preferito concentrarmi sul lavoro per la squadra, i tifosi e la città che ho sempre difeso. Rispetto la decisione, mancano almeno dieci partite e possiamo fare bene".

Naldo - "Il Napoli è forte di collettivo e dovremo essere all'altezza per tutti i novanta minuti. Poi che lui sia un grande attaccante è innegabile e dovremo stare attenti. Napoli è un grande nome, una grande società, ma vogliamo andare avanti dopo aver battuto l'Inter". Il difensore non è nuovo a questo tipo di gare, avendo giocato per sette anni nel Werder Brema prima di trasferirsi al Wolfsburg, e si sofferma su qualche consiglio per i compagni meno esperti: "Dissi che volevo la finale, ma bisogna fare un passo dopo l'altro, siamo in forma e tutta la rosa sta facendo belle cose e voglio ripetere il cammino fatto col Werder". Una delle ultime domande riguarda un aspetto tattico: i calci da fermo. Il Wolfsburg sembra essere molto preparato, mentre il Napoli soffre a riguardo: "Grazie dell'informazione, non lo sapevo. Speriamo di avere le nostre opportunità, ma non sono l'unico saltatore e siamo in tanti a poter segnare di testa".

Insigne - "Anche dopo l'infortunio sono stato vicino alla squadra, non penso che i giorni siano stati difficili ed abbiamo raccolto tante cose positive e siamo rimasti uniti lavorando per dare il massimo". Un gran ritorno per Lorenzinho, con tanto di assist per Callejon: "Ti ringrazio per i complimenti. Josè è un grande professionista, dà sempre il massimo per la squadra anche senza fare gol lui si sacrifica sempre in fase difensiva ed è stato un pò sfortunato sotto porta. Ci sono meriti suoi sul gol perchè lui si trova sempre al posto giusto. Io spero di dare il massimo per la squadra, sfruttando l'opportunità". Sul ritiro: "Per noi non è successo nessun casino, abbiamo accettato la decisione del presidente tranquillamente perchè siamo professionista e quello che ci dice noi facciamo pensando solo a giocare per arrivare in alto. La vittoria con la Fiorentina ci dà maggiori stimoli per fare una grande gara". Infine sulla partita di domani sera: "In campo internazionale le gare sono difficili, dobbiamo stare concentrati fino alla fine e fare bene tutti insieme". "Sì, sono sempre contento quando arrivano i gol, ma è una partita importante e servirà il massimo da tutti".

Non ci sono precedenti tra Wolfsburg e Napoli in match ufficiali. L’unico precedente tra le due squadre che si sfideranno stasera risale infatti ad un’amichevole precampionato giocata a Napoli tra la squadra allenata all'epoca da Mazzarri ed i tedeschi, guidato da Dzeko, ora in forza al Manchester City. Finì 2 a 1 per gli azzurri, con le reti di Dossena e Hamsik su rigore. Alla Volkswagen Arena andrà in scena dunque una partita inedita, mai giocata, tra due squadre molto agguerrite,che sono anche tra le favorite per la vittoria finale della UEFA Europa League

Il Napoli contro le squadre tedesche ha giocato finora 16 volte, e i precedenti sono contrari agli azzurri: 4 vittorie, 4 pareggi e ben 8 sconfitte. In Germania i partenopei vantano solo 3 pareggi e la bellezza di 5 insuccessi. Non hanno dunque mai vinto su un campo tedesco. Numeri che non fanno certo sognare Benitez e i suoi, ma che ovviamente il tecnico spagnolo vuole modificare a proprio favore. I tedeschi, dal canto loro, hanno giocato contro una squadra italiana solo in 5 occasioni. Le prime due contro il Perugia nell’Intertoto 2003, con gli umbri che si affermarono sia in casa che in trasferta eliminando così il Wolfsburg. Poi col Milan, nella fase a gironi dell’allora Coppa Uefa 2008/09. Finì 2-2 a San Siro e si qualificarono entrambe, i tedeschi come primi nel girone. E infine, recentissimo, il doppio confronto con l’Inter, che ha visto i lupi sassoni sbranare la loro preda

Arbitro dell’incontro sarà lo spagnolo Antonio Mateu Lahoz, internazionale dal 2011. Il fischietto spagnolo ha già arbitro delle squadre italiane in questa stagione: parliamo delle partite Juventus-Borussia Dortmund e di Fiorentina - Roma. Ha arbitrato quattro volte una squadra italiana e solo la Juventus ha trovato la vittoria. Le squadre tedesche con lui in campo hanno invece vinto 4 dei 6 match disputati. Lahoz non ha mai arbitrato né il Napoli né il Wolfsburg