Live Zenit - Siviglia in risultato partita di Europa League (2-2)

Live Zenit - Siviglia in risultato partita di Europa League (2-2)
Zenit
2 2
Siviglia
Zenit: (4-3-3): Lodygin; Criscito, Lombaerts, Luís Neto, Smolnikov; Shatov, Javi García, Witsel; Danny, Hulk, Rondón (Kerzakhov 83'). All. A. Villas Boas
Siviglia : (4-2-3-1): Beto; Coke, Pareja (Iborra 21'), Carrico, Tremoulinas; Mbia, Krychowiak; Vitolo (Denis Suarez 91'), Banega, A. Vidal; Bacca (Gameiro 75'). All. U.Emery
SCORE: 2-2 Bacca 6' , Rondon 47', Hulk 73', Gameiro 86'.
ARBITRO: Nicola Rizzoli (ITA). Ammonisce: Neto, Witsel, Lodygin (z), Iborra, Banega (s),
NOTE: Europa League, gara di ritorno dei quarti di finale. Dallo stadio Petrovsky di San Pietroburgo, Russia, Zenit - Siviglia.

Da Alessandro Cicchitti e tutto per questa sera. A risentirci con il meglio dell'Europa League e del grande calcio su VAVEL Italia.

23.15 Domani il sorteggio di Nyon ci dirà quale sarà il prossimo avversario dei campioni in carica pronti allo scontro tra titani con Napoli, Fiorentina e Dnipro. L'Europa League è ancora tutta da decidere, e il Siviglia vuole fare ancora la storia!

23.10 Per il Siviglia resta la possibilità di confermarsi campione dopo la vittoria dello scorso anno. Sarebbe un traguardo grandissimo per i ragazzi di Emery che stasera, hanno saputo soffrire, cercando di difendere il risultato anche quando era sfavorevole e di colpire nelle poche sortite offensive cercando di sfruttare l'arma del contropiede.

23.00 Forse lo Zenit per quanto di buono prodotto nel secondo tempo avrebbe meritato il passaggio del turno, ma spesso il calcio è crudele e alla prima occasione ti punisce. Così è capitato agli uomini di Villas Boas che dopo aver regalato un rigore a Bacca hanno sprecato tutto subendo un gol in contropiede al 86' da Gameiro da poco entrato per lo stesso Bacca.

95' Finita! è finita a San Pietroburgo! Il Siviglia vola in semifinale grazie al pareggio per 2-2 maturato nei minuti finali grazie alla rete insperata di Kevin Gameiro. Grande delusione per lo Zenit di Villas Boas.

94' Colpo di testa di Mbia parato senza problemi da Lodygin.

93' Banega fa quello che vuole quando ha la palla sul piede, ma Lodygin gli dice di no concedendo solo il corner.

91' Cambio nel Siviglia: Fuori Vitolo per Denis Suarez.

90' Rizzoli ha concesso 5 minuti di recupero! Si andrà avanti fino al 95'

88' Il gioco è rimasto fermo per più di due minuti a causa di un infortunio occorso alla spalla sinistra per Beto, progtagonista stasera nel bene e nel male per il Siviglia.

Pazzesco! Il Siviglia era alle corde e invece ha trovato il gol della qualificazione in contropiede con Gameiro! Contropiede perfetto dei ragazzi di Emery: Vitolo porta palla, Iborra fa velo, Gameiro stopp, controlla, alza la testa e colpisce all'angolino! Gol bellissimo, ma soprattutto pesantissimo! 2-2

86' GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLL! INCREDIBILE! GAMEIRO! GAMEIRO! 2-2

84' Attacco totale dello Zenit! Siviglia alle corde! 

81' BETO! Stavolta fa un miracolo sulla conclusione ravvicinata di Rondon!

78' Nel frattempo è entrato Gameiro per Carlos Bacca nel Siviglia.

76' Ancora Beto! Stavolta su Shatov. Siviglia in grande difficoltà

75' Beto! Stavolta si fa trovare pronto. Ancora una gran conclusione di Hulk dalla distanza.

Fantastico Hulk che da oltre trenta metri vede Beto leggermente fuori dai pali, non ci pensa su e calcia con potenza e precisione. Beto interviene come può, poi Rondon ribadisce in rete, ma la palla era già entrata in porta. 2-1 Zenit.

72' GOOOL! HULK! GOLAZO! GOLAZO! 2-1

69' Beto in uscita anticipa Rondon, fuori dalla propria area. Bello il sugerimento di Hulk.

68' Corner per il Siviglia che prova a distendersi, affidando tutti i palloni ai piedi fatati di Ever Banega.

66' Ancora Zenit: Shatov inventa per Hulk che da posizione defilata calcia sul secondo palo, ma non trova la porta di pochissimo. 

65' Brivido per il Siviglia. Beto va al rinvio, ma centra in pieno Rondon che però non riesce ad indirizzare il pallone. Palla fuori.

59' Doppia grande occasione per il Siviglia. La palla resta lì, Lodygin non fa una bella figura, poi Coke da terra prova ad indirizzare in porta la palla, ma Lombaerts è attanto e sventa tutto.

58' Bacca pericolosissimo in azione di contropiede per il Siviglia. Neto stavolta è attento e chiude in angolo.

56' Danny rientra sul destro, calcia sul primo palo, ma sbatte sul corpo di Krychowiak appostato al posto giusto. Siviglia in difficoltà.

55' Serve un gol allo Zenit per allungare il match ai supplementari.

53' Ci prova anche Hulk, ma il pallone si alza troppo e finisce sull'esterno della rete. 

52' Attacca ancora lo Zenit, stavolta con Smolnikov, la cui conclusione però termina sul fondo. Comunque è un'altro Zenit, quello sceso in campo nel secondo tempo.

Erroraccio di Beto che calcola male la potenza di una punizione calciata in area. Il portoghese nel tentativo di recuperare il pallone, indietreggiando non è riuscito a controllare la sfera, che Rondon ha spedito con violenza in porta per il gol che riapre tutto.

47' GGGOOOOOOOOOL! 1-1 RONDON! PAREGGIO DELLO ZENIT

46' Iniaziata la ripresa! Si riparte dall'1-0 in favore del Siviglia.

22.08 Le telecamere vanno a pescare anche il commissario tecnico della Russia, Fabio Capello, arrivato al Petrovsky per godersi il match.

22.05 Stanno tornando in campo le squadre. Sta per ripartire il secondo tempo di Zenit-Siviglia.

47' Rizzoli fischia due volte e manda le squadre negli spogliatoi. Il primo tempo si chiude con il Siviglia in vantaggio grazie al gol su calcio di rigore realizzato da Bacca dopo 6 minuti.

46' Palo di Danny! Conclusione potente ed angolata del portoghese, che però è poco fortunato e trova il legno alla destra di Beto.

45' Grandissimo intervento difensivo di Iborra, che mette un piede per anticipare Rondon appostato a meno di un metro dalla linea di porta.

43' Grandissima occasione per Bacca. Il colombiano dopo aver saltato in velocità Lodygin aveva colpito a botta sicura verso la porta sguarnita. A salvare tutto però ci ha pensato Smolnikov sulla linea.

39' Brutta gomitata rifilata da Witsel a Iborra colpito al volto dal cantrocampista belga, ammonito da Rizzoli

37' Ancora Vitolo, incontenibile, semina il panico nella metà campo dello Zenit. 

33' Da segnalare che con quella di stasera Carrico è alla 45^ presenza in Europa League. Record assoluto per questa competizione.

32' Nulla di fatto sugli sviluppi del corner battuto da Banega.

31' Vitolo guadagna un calcio d'angolo per il Siviglia.

29' Lombaerts decisivo in chiusura su Aleix Vidal lanciato in campo aperto da Iborra. Lo spagnolo a  tu per tu con Lodygin è stato stoppato dall'intervento decisivo del difensore belga. Pericolo per lo Zenit.

26' Colpo di testa di Lombaerts che però termina alto. Nessun problema per Beto.

25' Calcio d'angolo a favore dello Zenit. Salgono le torri.

24' In questo momento allo Zenit servirebbero due gol per allungare il match ai supplementari, addirittura tre per ribaltare completamente il risultato e andare in semifinale.

21' Ecco il cambio nel Siviglia con Pareja, che come detto non ce la fa. Al suo posto è entrato Iborra. 

18' Danny! Conclusione dai sedici metri per il capitano dello Zenit che però trova un buon intervento del connazionale Beto. 

17' Si teme qualcosa di grave per Pareja costretto ad uscire in barella con le mani sul volto. In bocca a lupo al difensore del Siviglia.

16' Sarà costretto ad uscire il difensore di Emery che dopo un duello aereo con Rondon è ricaduto in modo scomposto dul piede destro.

15' A terra Pareja,  che sembra davvero molto molto dolorante. 

14' Ancora intraprendente il Siviglia con la coppia Vitolo, Coke che trova un buon calcio d'angolo.

10' Hulk prova a dare la scossa allo Zenit. Conclusione potente per il brasiliano che però non trova la porta difesa dal rientrante Beto.

8' Il rigore è nato da una bella percussione di Vitolo che una volta entrato in area dalla zona sinistra è terminato a terra a causa di un evidente contatto con Neto. Il difensore ex Siena è stato anche ammonito.

Implacabile dal dischetto Carlos Bacca. Conclusione potente ed angolata sotto la traversa e 22esimo gol in stagione per il colombiano.

6' GOOOOOOOOOOOOOL! CARLOS BACCA! SIVIGLIA IN VANTAGGIO!

5' Calcio di rigore per il Siviglia!

4' Prima opportunità per gli Sapgnoli. Dagli sviluppi di un calcio di punizione, Coke libero sul seocndo palo ha provato la conclusione. Parata facile per il portiere dello Zenit.

3' Bellissima atmosfera al Pertovsky con la sciarpata dei tifosi dello Zenit che abbraccia tutto lo stadio.

2' Incursione offensiva di Tremoulinas, ben chiuso dalla difesa di Villas Boas.

1' Si parte! Iniziata Zenit-Siviglia!

21.02 Squadre in campo. Suona l'inno dell'Europa League per Zenit e Siviglia.

21.00 Sta per cominciare il quarto di finale di ritorno tra Zenit San Pietrobuergo e Siviglia. Le squadre sono nel tunnel che porta al terreno di gioco. Molta concentrazione nei volti dei 22 protagonisti. La posta in palio è altissima.

20.55 Il match sarà diretto dall'italiano Nicola Rizzoli

20.50 Riscaldamento in corso per le due squadre. Non perfette le condizioni del terreno di gioco del Petrovsky di San Pietroburgo. Speriamo che questo dettaglio non infici negativamente sulla qualità del gioco delle due squadre.

20.45 Sale l'attesa per un confronto considerato da molti come una finale anticipata. Il Siviglia infatti, è campione in carica, mentre lo Zenit di Villas Boas, già vittorioso con il Porto nel 2011, ha tutte le carte in regola per ereditare lo scettro proprio dagli andalusi. Ci attende un grande spettacolo! 

20.30 Emery, dopo la sofferta vittoria del Sanchez Pizjuan, ripropone tra i titolari il duo Vitolo-Bacca, con il match winner dell'andata, Denis Suarez pronto a dare il suo contributo a gara in corso.

20.25 Potrebbe essere Hulk l'uomo della provvidenza per Villas Boas che all'andata si è visto subire la rimonta degli andalusi nel secondo tempo. Tra i Russi rientrano anche Mimmo Criscito e l'esperto capitano Danny. Mancherà però lo squalificato, Garay al centro della difesa.

Siviglia: (4-2-3-1): Beto; Coke, Pareja, Carrico, Tremoulinas; Mbia, Krychowiak; Vitolo, Banega, A. Vidal; Bacca. 

20.20 Ufficiale anche la formazione del Siviglia, allenato da Unai Emery

Zenit: (4-3-3): Lodygin; Criscito, Lombaerts, Luís Neto, Smolnikov; Shatov, Javi García, Witsel; Danny, Hulk, Rondón.

20.15 Sono appena state rese note le formazioni ufficiali delle due squadre. Partiamo dall'undici scelto da Andrè Villas Boas per il suo Zenit: 

20.05 Buona sera e benvenuti alla diretta scritta, live ed , di Zenit - Siviglia. In diretta dallo Stadio Petrovskji di San Pietroburgo, Alessandro Cicchitti e Vincenzo Esposito (che ha curato la presentazione del match), vi guideranno verso l'inizio di questa importantissima e decisiva partita, per poi raccontarvi le gesta dei protagonisti. Live il ritorno dei quarti di finale dell'Europa League 2014/2015 su VAVEL ITALIA. Che inizi lo spettacolo!

Dopo la spettacolare due giorni di Champions League, torna in campo l'Europa League, per dare i verdetti dei Quarti di Finale. All'andata la partita fra Zenit e Siviglia fu molto equlibrata, e a vincere furono gli spagnoli con il risultato di 2-1. Risultato che lascia aperta la qualificazione per entrambe le squadre, che proveranno a centrare le semifinali, per poi puntare dritto verso Varsavia. 

​​

Il Siviglia attraversa un ottimo momento di forma. Infatti la squadra di Unai Emery non perde dallo scorso 22 Febbraio, a dimostrazione della solidità tattica della squadra Andalusa. I bianco-rossi proseguono quindi la corsa al quarto posto (ora distante solo due lughezze) nella Liga, con la speranza di tornare a calcare i campi della Champions League. Lo Zenit sta dominando, come ormai capita da un pò di anni, nel campionato russo. La squadra di Villas Boas ha un buon margine da Krasnodar secondo, e si appresta quindi a vivere l'Europa League con la tranquillità di chi ha già il campionato in tasca. Il tecnico portoghese, dopo le sfortunate annate con Chelsea e Tottenham, è tornato finalmente a far vedere tutto il suo valore.

Reduce dallo 0-0 con il Kuban Krasnodar nell'ultima giornata di campionato, lo Zenit di Villas Boas arriva all'appuntamento di questa sera in ottime condizioni di forma psico-fisica. A preoccupare ancora una volta l'allenatore portoghese sono le assenze: questa volta a mancare saranno Garay (squalifica), Ryazantsev (squalifica) e Fayzulin (infortunio). A ridare, invece, parzialmente il sorriso al tecnico ex Spurs sono i rientri di Danny, Criscito ed Hulk. Il dubbio principale è legato alla scelta del modulo, 4-3-3 o 4-2-3-1? Nel caso Villas Boas vagliasse la prima ipotesi, dovrebbe esserci Tymoshchuk al fianco di Javi Garcia e Witsel a centrocampo, mentre in caso di 4-2-3-1 l'esperto mediano ucraino dovrebbe lasciare spazio ad un trequartista, quasi sicuramente Shatov, che a sua volta agirebbe assieme a Hulk e Danny alle spalle dell'unica punta Rondon.

L'unico assente per gli ospiti dovrebbe essere il portiere Beto, che ha provato anche a recuperare, ma Emery non vuole forzare il rientro, e in ogni caso Rico sta facendo un buon lavoro, quindi tra i pali ci sarà lui. Linea difensiva a quattro con Coke e Tremoulinas larghi, mentre al centro giocheranno Nico Pareja e Daniel Carriço. Iborra e Banega dovrebbero comporre la mediana, con Krychowiak regista arretrato, mentre sono meno i dubbi per quanto riguarda il reparto offensivo: Bacca unica punta, con Vidal e Vitolo larghi alle sue spalle.

​​

Zenit (4-2-3-1):  Lodygin, Smolnikov, Neto, Lombaerts, Criscito, Javi Garcia, Witsel, Shatov, Danny, Hulk, Rondon

• Indisponibili: Fayzulin (ginocchio), Mogilevets (ginocchio), Garay (squalificato), Ryazantsev (squalificato)

Siviglia (4-3-3): Sergio Rico, Coke, Pareja, Carriço, Trémoulinas, Krychowiak, Iborra, Vidal, Banega, Vitolo, Bacca

• Indisponibili: Barbosa (coscia), Cristóforo (ginocchio)

​ ​​​​​

Equilibrio, tensione, ritmo alto, squadre che sembrano equivalersi. Se in campo nessuno fa la differenza per davvero, allora è il caso di dare un'occhiata in panchina. Due cambi, e la vince Unai Emery. La gara d'andata tra Siviglia e Zenit termina 2-1 per i padroni di casa, con due reti di due giocatori inseriti a partita in corso dal tecnico spagnolo: Bacca e Denis Suarez. Rimonta completata nel secondo tempo, dopo che era stato Ryazantsev a portare in vantaggio la squadra di Villas Boas, molto rimaneggata, nel primo tempo. Un 2-1 che avvantaggia il giusto gli andalusi in vista del ritorno: al Petrovski sarà un'altra battaglia, degna del nome di queste due squadre.

​​

Villas Boas - "Per qualsiasi tecnico gli squalificati sono un problema. Ryazantsev e Garay non ci saranno, ma Danny, Hulk, Smolnikov e Criscito torneranno a disposizione. E' importante voler vincere; capiamo l'importanza di questa partita. Giocheremo al nostro meglio, vogliamo raggiungere la semifinale. Non voglio parlare delle debolezze del Siviglia; ora stiamo studiando il nemico. Giocheremo un calcio ​​offensivo basandoci sul fatto che i nostri giocatori chiave sono tornati, ma non ci dimenticheremo della fase difensiva, perché il Siviglia notoriamente gioca all'attacco. Hulk è un giocatore di classe mondiale che può giocare sulla fascia e al centro dell'attacco. Il Siviglia gioca in Europa così come nel campionato spagnolo. Sono passionali, creativi e meritano il loro successo. E' un torneo molto difficile questo, e lo spirito e la motivazione giocano un ruolo fondamentale. Sarà una bellissima partita".

​​​​​

Unai Emery - "Giochiamo per vincere in tutte le competizioni. L'Europa League è molto importante. Non pensiamo a quale sia il torneo più importante, noi pensiamo sempre a vincere la prossima partita. Per prima cosa conta il risultato; poi si pensa a come siamo arrivati qui, magari avremo bisogno dei supplementari e dei rigori. Ci stiamo preparando per la partita considerando tutte le opzioni possibili. Lo Zenit è una squadra molto forte con grandi giocatori. Sono una squadra forte e con molta esperienza, e con un grande ​​allenatore anche. Criscito, Hulk e Danny sono ottimi giocatori. Sarà una partita diversa, siamo pronti e proveremo a rispondere allo Zenit con le nostre carte. Nella prima parte della gara di andata lo Zenit è stato come una fortezza, ha giocato molto bene difensivamente. Sono contento che siamo tornati in partita nella ripresa. Questa sarà un'altra gara: ci saranno altri giocatori e lo Zenit dovrà segnare, e anche noi dovremo comportarci in maniera diversa".

Il Siviglia, oltre a essere campione in carica, è anche la squadra pigliatutto degli ultimi anni per quanto riguarda l'Europa League e l'ex Coppa UEFA: ha vinto ben tre delle ultime edizioni, nel 2006, nel 2007 e appunto nel 2014. Una sola volta ha invece trionfato lo Zenit, nel 2008. Le squadre hanno dunque vinto 4 delle ultime 9 edizioni disputate, e sono, insieme al Napoli, le uniche squadre ancora in corsa che hanno già alzato in passato il trofeo. I russi sono gli unici superstiti delle otto squadre arrivate dalla Champions League, entrate in gioco direttamente ai sedicesimi, e sono stati i giustizieri del Torino nello scorso turno, mentre invece gli spagnoli hanno avuto ragione del Villarreal, in un derby tutto spagnolo.

Sono solamente quattro, esclusa la partita dell'andata, i precedenti tra le due squadre, ed il bilancio è in perfetta parità: una vittoria a testa e due pareggi, e tutti gli incontri sono avvenuti in Europa League, tre in terra russa e uno in Andalusia. Nessuna squadra è mai stata capace di vincere in trasferta sul campo dell'avversaria, e ogni volta entrambe le squadre sono andate a segno: due pareggi per 1-1, vittoria dello Zenit per 2-1 e vittoria del Siviglia per 4-1.

Lo Zenit ha vinto le ultime tre gare casalinghe in Europa senza subire gol; il Siviglia ha vinto le ultime due partite in trasferta, segnando tre gol in entrambi i match. Lo Zenit ha vinto appena due delle 15 sfide contro squadre spagnole e non vince contro avversari della Liga da otto partite. Il Siviglia ha vinto la competizione ogni volta che ha superato i quarti di finale. Anche lo Zenit ha vinto la competizione l'ultima volta che ha raggiunto questa fase: nel 2007/08.

Il Siviglia (2006, 2007, 2014) e lo Zenit (2008) sono due delle tre squadre vincitrici della Coppa UEFA/UEFA Europa League ancora in corsa nel torneo. Lo Zenit è l'unica squadra rimasta delle otto dei sedicesimi di UEFA Europa League a essersi qualificata attraverso la fase a gironi di UEFA Champions League. Il miglior marcatore di sempre dello Zenit è Aleksandr Kerzhakov che ha giocato col Siviglia dal 2007–08. Il portiere del Siviglia Beto e l'attaccante dello Zenit Hulk sono stati compagni all'FC Porto dal 2009–12, vincendo la UEFA Europa League 2010/11 sotto la guida dell'attuale tecnico dello Zenit, André Villas-Boas. Lo Zenit ha in rosa il talentuoso centrocampista spagnolo Javi García, mentre sia Ezequiel Garay (Real Madrid CF, Real Racing Club) che José Rondon (UD Las Palmas, Málaga CF) hanno già giocato nella Liga spagnola. 

Il tecnico del Siviglia, Unai Emery, conosce il calcio russo perché ha allenato l'FC Spartak Moskva nel 2012. In quella squadra ha giocato anche il centrale Nicolas Pareja dal 2010–13. Daniel Carriço - che non ha giocato all'andata - può diventare nei quarti di finale il giocatore più presente di sempre in UEFA Europa League. Il calciatore del Siviglia negli ottavi ha eguagliato il record di Óscar Cardozo fermo a 44 presenze nella competizione (dalla fase a gironi alla finale). Il centrocampista Viktor Fayzulin dello Zenit compirà 29 nel giorno del ritorno contro il Siviglia. La finale di UEFA Europa League quest'anno si disputerà a Varsavia, e Grzegorz Krychowiak del Siviglia è uno dei tre polacchi che ha la possibilità di disputare la finale in patria. Gli altri due sono: Łukasz Teodorczyk (FC Dynamo Kyiv) e Oskar Zawada (VfL Wolfsburg).