Europa League, il giorno del sorteggio: Fiorentina, Lazio e Napoli a caccia della finale

Si apre quest'oggi, dopo le numerose sorprese del preliminare di ieri sera, la fase finale dell'edizione 2015/2016 dell'Europa League che vedrà protagoniste tre squadre italiane tra le più accreditate per la vittoria finale. Alle 13 il sorteggio. Questa la composizione delle quattro fasce.

Europa League, il giorno del sorteggio: Fiorentina, Lazio e Napoli a caccia della finale
Europa League, il giorno del sorteggio: Fiorentina, Lazio e Napoli a caccia della finale

Dopo le emozioni del sorteggio di Champions League di ieri è arrivato il momento di scoprire i gironi della nuova Europa League. L'edizione che culminerà con la finale del Saint Jacob Park di Basilea apre i battenti alla fase a gironi, con il sorteggio che prenderà il via alle ore 13. Non sono mancate le sorprese nel quarto ed ultimo turno preliminare di ieri che ha fornito il quadro generale delle partecipanti all'edizione di quest'anno. 

Le eliminazioni che fanno più rumore sono quelle del Southampton di Pellé e del Panathinaikos, sconfitte rispettivamente da Midtjylland e Qabala. Non mancano in ogni caso le insidie, che arrivano soprattutto per Lazio e Fiorentina, che presenzieranno in seconda fascia. Davanti a tutte, in prima fascia assieme a Schalke 04 e Borussia Dortmund, il Napoli di Sarri. Per azzurri e viola l'occasione di ripetere l'annata trionfale della scorsa stagione e migliorare la semifinale ottenuta dalle compagini di Benitez e Montella, che uscirono sconfitte dallo scontro con Dnipro e Siviglia. 

IL SORTEGGIO 

Il numero di rappresentati per nazione in UEFA Europa League viene determinato dal ranking UEFA per coefficiente all'inizio della stagione precedente, calcolato su base quinquennale. Con il nuovo format, 16 squadre hanno accesso diretto alla fase a gironi di questa stagione, mentre 142 prendono parte ai turni di qualificazione e 33 vengono trasferite dalle varie fasi della UEFA Champions League, tra cui le otto terze classificate della fase a gironi che prendono parte ai sedicesimi di finale di UEFA Europa League. Questa stagione è l'ultima che assegna tre posti nel torneo attraverso la classifica Respect Fair Play.

Le 46 squadre che partecipano alla fase a gironi vengono suddivise in quattro fasce da 12 squadre ciascuna, elencate a secondo del proprio ranking Uefa. Il sorteggio è completamente libero, fatta eccezione per i derby tra squadre dello stesso paese. 

LE QUATTRO FASCE 

PRIMA FASCIA
Schalke 111.883
Borussia Dortmund 99.883
Basilea 84.875
Napoli 84.102
Tottenham 84.078
Ajax 66.195
Villarreal 58.999
Rubin Kazan 57.099
Athletic Bilbao 56.999
Sporting Lisbona 56.276
Marsiglia 55.483
Dnipro 52.033

SECONDA FASCIA
Sporting Braga 51.776
Fiorentina 49.102
Lazio 49.102
Anderlecht 47.440
Liverpool 47.078
AZ Alkmaar 46.695
Viktoria Plzen 41.825
Club Brugge 41.440
PAOK 40.880
Celtic 39.080
Besiktas 36.520 
APOEL Nicosia 35.460

TERZA FASCIA
Monaco 31.483
Sparta Praga 30.825
Fenerbahçe 30.020
Legia Varsavia 24.800 
Bordeaux 24.483
Lokomotiv Mosca 23.099
Lech Poznan 17.300
Saint-Étienne  16.983
Slovan Liberec 16.325
Augsburg 15.883
Rapid Vienna 15.635
Krasnodar 15.099

QUARTA FASCIA
Partizan Belgrado 14.775
Asteras Tripolis 13.380
Belenenses 12.276
Rosenborg 11.875
Qarabag 11.500
Molde 10.375
Dinamo Minsk 9.650
Groningen 8.695
Sion 8.375
Midtjylland 7.960
Skënderbeu 5.575
Qabala 2.750

I PERICOLI DEL SORTEGGIO 

Passando all'analisi delle squadre che parteciperanno all'Europa League, preme sottolineare in partenza che il Napoli, quantomento nel girone eliminatorio potrebbe avere la strada maggiormente spianata rispetto a Lazio e Fiorentina, che partono dalla seconda fascia ed incontreranno due tra le undici restanti squadre della prima urna. 

Da evitare, per quanto riguarda proprio il primo raggruppamento, le squadre tedesche: Schalke 04 e Borussia Dortmund, oltre ad essere le prime due per ranking sono ovviamente le più pericolose ed attrezzate per arrivare fino in fondo. Da evitare, per quanto possibile, anche Tottenham, sempre pericoloso, Dnipro, finalista nella passata edizione, ed il sempre ostico Basilea, ex squadra dell'attuale allenatore della Fiorentina. Bilbao e Rubin Kazan rappresentano due delle trasferte più difficili del lotto, una per il calore del proprio stadio, il San Mamés, l'altra per la temperatura rigida che si potrà incontrare nella fredda Russia. Marsiglia, Sporting Lisbona, Villarreal ed Ajax sembrano alla portata delle squadre di Pioli e Paulo Sousa. 

Si passa alla seconda urna, quella che vedrà particolarmente interessato il Napoli di Maurizio Sarri, che dopo le prime difficoltà in campionato attende il sorteggio per prepararsi alla nuova stagione Europea che vede i partenopei tra gli assoluti papabili alla vittoria finale. Una su tutte la squadra da evitare ad ogni costo: il Liverpool di Brendan Rodgers parte dalla seconda fila e spaventa tutte le avversarie della prima; beccare i Reds avrebbe sicuramente un discreto fascino, ma rappresenterebbe l'avversario più ostico del lotto. Non sembrano preoccupare notevolmente le altre avversarie, che potrebbero infastidire soltanto per il calore del proprio pubblico e per la difficoltà nell'affrontare alcune insidiose trasferte: Anderlecht, Paok Salonicco, Viktoria Plzen, Besiktas e Celtic le compagini in questione. Decisamente alla portata invece Az Alkmaar, Braga, Brugge, reduce dai preliminari di Champions contro il Manchester United, e Apoel Nicosia.

Anche in questo caso, la preoccupazione delle tre squadre italiane è data da una squadra in particolare: tutti vorrebbero evitare i giovani rampanti di Montecarlo. Il Monaco di Raggi ed El Shaarawy si appresta ad una manifestazione da protagonista ed evitarli fin dalle prime battute potrebbe essere un aspetto notevolmente positivo. Sparta Praga, Fenerbahce e Augsburg le altre squadra che potrebbero destare qualche grattacapo, oltre alle due francesi, Saint Etienne e Bordeaux che sono sempre compagini da rispettare soprattutto tra le mura amiche. Legia Varsavia, Lokomotiv Mosca, Lech Poznan, Slovan Liberec, Rapid Vienna e Krasnodar chiudono il lotto. 

Tutto apparentemente tranquillo nell'ultima fascia, dove nessuna squadra sembra impensierire le italiane qualora vogliano recitare un ruolo da assolute protagoniste nella manifestazione. Partizan Belgrado e Rosemborg le più ostiche, più che per la trasferta da affrontare che per la composizione della loro rosa. Asteras Tripolis, Belenenses, Qarabag, Molde, Dinamo Minsk, Groningen, Sion, Midtjylland e Qabala chiudono la quarta sezione con il sorprendente Skenderbeu, compagine albanese che ha rischiato la qualificazione ai gironi di Champions. 

LE DATE DELLA COMPETIZIONE

Fase a gironi
Giornata 1: 17 settembre
Giornata 2: 1 ottobre
Giornata 3: 22 ottobre
Giornata 4: 5 novembre
Giornata 5: 26 novembre
Giornata 6: 10 dicembre

Ai sedicesimi partecipano anche le otto squadre finite terze nei gironi di UEFA Champions League

Sorteggio sedicesmi: 14 dicembre, Nyon
Andata sedicesimi: 18 febbraio
Ritorno sedicesimi: 25 febbraio
Sorteggio ottavi: 26 febbraio (da confermare), Nyon
Ottavi, andata: 10 marzo
Ottavi, ritorno: 17 marzo
Sorteggio quarti: 18 marzo, Nyon
Quarti, andata: 7 aprile
Quarti, ritorno: 14 aprile
Sorteggio semifinali: 15 aprile
Andata semifinali: 28 aprile
Ritorno semifinali: 5 maggio
Finale: 18 maggio, St. Jakob-Park