Shakhtar e Schalke non si fanno male: reti bianche all'Arena Lviv

Tante occasioni ed emozioni da ambo le parti, ma per entrambe le formazioni è mancata la necessaria lucidità e freddezza per siglare la rete che sarebbe valsa la vittoria in questo match d'andata.

Shakhtar e Schalke non si fanno male: reti bianche all'Arena Lviv
Shakhtar
0 0
Schalke
Shakhtar: Pyatov; Srna, Kucher, Rakitsky, Ismaily; Marlos (Wellington, min.74), Malyshev (Kryvtsov, min.90), Stepanenko, Taison (Eduardo, min.80); Kovalenko, Gladkyj.
Schalke: Fahrmann; Caicara, Matip, Neustadter, Kolasinac; Goretzka, Geis; Sane (Sam, min.87), Meyer (Schopf, min.81), Belhanda (Huntelaar, min.88); Choupo-Moting.
ARBITRO: Huseyin Gocek (TUR). Admonished Srna (min. 64), Sane (min. 77), Kucher (min. 80), Gladkyj (min. 84) Expelled Kucher (min. 87)
NOTE: Sedicesimo di finale di Europa League. Stadio Arena Lviv.

Finisce a reti bianche il match d'andata del Sedicesimo di finale di Europa League tra Shakhtar Donetsk e Schalke 04. Entrambe le squadre se la sono giocata a viso aperto fin dal primo momento mettendo in mostra il proprio gioco, ma tutto questo lavoro è stato reso vano dal mancato cinismo dei rispettivi giocatori offensivi. Nei primi 45 minuti è stato la Schalke a rendersi pericoloso con calci piazzati e veloci verticalizzazioni, che hanno colto di sorpresa la difesa ucraina. La squadra di Lucescu invece ha dimostrato una buona organizzazione offensiva ma nè con Gladkyj, nè con gli altri giocatori offensivi è riuscita a segnare. In particolare nell'ultima mezz'ora lo Shakhtar si è reso pericoloso, approfittando di un pò di stanchezza da parte dello Schalke a causa delle tante energie profuse fino a quel momento.

I ritmi sono stati molto alti e questo ha favorito non solo lo spettacolo, ma anche la tecnica dei giocatori in campo. Da sottolineare anche l'ottima prova dei due portieri, Pyatov da una parte e Fahrmann dall'altra, che sono stati bravi a non farsi cogliere impreparati nel momento in cui sono stati chiamati a parare conclusioni piuttosto pericolose. Con questo risultato la qualificazione rimane assolutamente aperta e tutto si deciderà nel match di ritorno.

La prima occasione della partita la produce lo Shakhtar con Marlos che batte un calcio d'angolo verso Rakitsky, il quale tira dal limite dell'area ma il pallone sorvola la traversa. Lo Schalke risponde con Belhanda che prova la conclusione in porta da buona posizione, ma la difesa avversaria riesce a respingere il tiro in maniera provvidenziale. Al 19' Kovalenko prende la mira e calcia ma la sfera finisce sul fondo. Taison batte un calcio d'angolo trovando lo stacco di testa di Gladkyj che però spedisce il pallone di pochi metri oltre il palo sinistro della porta difesa da Fahrmann. Su capovolgimento di fronte Sane prova l'incornata su cross dalla sinistra ma la mira del suo colpo di testa è errata. Gladkyj viene servito alla perfezione in area di rigore, il suo tiro viene ben parato dall'estremo difensore avversario. Al 29' Taison assiste Kovalenko che prova la conclusione in porta ma il pallone termina sul fondo. Al 36' Geis cerca di sorprendere il portiere ucraino con un tiro dalla distanza ma Pyatov non ha problemi nella parata. Lo stesso centrocampista tedesco imbecca bene Neustadter su azione dalla bandierina, il colpo di testa del giocatore dello Schalke viene respinto con buoni riflessi da Pyatov. Il primo tempo finisce a reti inviolate, risultato giusto per quanto visto nei primi 45 minuti.

La ripresa vede lo Schalke rendersi subito pericoloso con Sane ma il suo colpo di testa finisce di poco oltre il palo destro della porta avversaria. Al 62' Belhanda riceve un buon filtrante in area di rigore, il fantasista francese calcia rasoterra ma Pyatov è bravo nella respinta. Tre minuti dopo Geis calcia una punizione verso Meyer che aggancia e tira, l'estremo difensore avversario non si fa cogliere impreparato e para. Al 68' gol annullato allo Schalke: Matip stacca di testa su corner di Geis e insacca alle spalle di Pyatov, ma l'arbitro annulla per fallo dello stesso giocatore tedesco. Al 74' Belhanda raccoglie un cross al limite dell'area e tira verso l'incrocio dei pali destro ma l'estremo difensore avversario respinge in calcio d'angolo. Al 79' clamorosa occasione sciupata da Gladkyj che liscia letteralmente il pallone a pochi metri dalla linea di porta, favorendo così la parata di Fahrmann. A 3 minuti dal 90mo i padroni di casa rimangono in 10 per la doppia ammonizione a Kucher. Nei minuti di recupero Sam ci prova due volte a segnare ma entrambi i tentativi risultano infruttuosi. La partita termina sul risultato di 0-0.