Europa League - Lo Schalke segna e controlla, il Krasnodar deve arrendersi (0-1)

Vittoria dei tedeschi sul campo del Krasnodar, principale rivale per il primo posto nel girone I. La rete del vantaggio arriva già dopo pochi minuti, permettendo ai blu di controllare le folate russe.

Europa League - Lo Schalke segna e controlla, il Krasnodar deve arrendersi (0-1)
Konoplyanka, autore del gol partita. Fonte: twitter.com/s04
Krasnodar
0 1
Schalke 04
Krasnodar: Kritsyuk, Petrov, Granqvist, Martynovich, Jędrzejczyk, Eboue (Gazinskiy, 55'), Podberezkin (Laborde, 66'), Kabore, Joaozinho, Ari, Akhmedov (Mamaev, 74').
Schalke 04: Fahrmann, Baba, Nastasic, Naldo, Howedes, Konplyanka (Schopf. 66'), Aogo, Stambouli, Caicara, Meyer (Huntelaar, 77'), Di Santo (Kehrer, 93').
SCORE: 0-1, 11', Konoplyanka.
ARBITRO: Clattentubrg. Ammoniti: Naldo (69'), Gazinsky (92').
NOTE: Terza giornata della fase a gironi di UEFA Europa League. Girone I. Stadio Kuban, Krasnodar.

Lo Schalke 04 ottiene i tre punti in un campo difficile come quello del Krasnodar. I tedeschi si mostrano sin da subito superiori e di molto ai russi, ma dopo la rete del vantaggio si abbassano, addormentando una partita che i padroni di casa riescono a risvegliare solo nei quindici minuti finali, con un vero e proprio assedio. Finisce 1-0 grazie ad un bel gol di Konoplyanka, propiziato da una difesa avversaria molto disattenta.

Formazione Krasnodar: Kritsyuk, Petrov, Granqvist, Martynovich, Jędrzejczyk, Eboue, Podberezkin, Kabore, Joaozinho, Ari, Akhmedov.

Formazione Schalke: Fahrmann, Baba, Nastasic, Naldo, Howedes, Konplyanka, Aogo, Stambouli, Caicara, Meyer, Di Santo.

La fase di riscaldamento. Fonte: twitter.com/s04
La fase di riscaldamento. Fonte: twitter.com/s04

Schalke che prova sin da subito a schiacciare i padroni di casa nella propria area, impedendogli di gestire la manovra. Pressione che dà i primi frutti al 7': Meyer, libero in area, riceve un cross dalla sinistra, ma dà troppa forza alla sua girata e la palla sorovola di poco la traversa. Due minuti dopo, sempre il tedesco può tirare di controbalzo dalla distanza, ma ancora una volta la conclusione è più potente che precisa e finisce sul fondo. I blu hanno il pieno controllo della partita e all'11' concretizzano la propria superiorità tecnica. Calcio di punzione dalla trequarti sinistra, palla al centro che viene spizzata all'indietro, dove Konoplyanka, lasciato completamente solo da una difesa russa molto disattenta, può far partire una bordata che si insacca alla destra di Kritsyuk (0-1). I padroni di casa pagano, oltre che il gap tecnico, un reparto arretrato incomprensibilmente spaesato, che in soli quindici minuti lascia per ben tre volte un avversario da solo in posizione pericolosa. Trovata la rete del vantaggio, gli uomini di Weinzierl iniziano ad abbassare i ritmi, cercando di amministrare di più il pallone.  Questo si traduce in una diminuzione dello spettacolo, dato che il Krasnodar batte il primo colpo solo al 23', con Akhmedov, che tenta un tiro da fuori area, ma questo viene bloccato con relativa facilità da Fahrmann. Sempre Akhmedov al 28' ha spazio in area avversaria defilato sulla destra, da una posizione molto più pericolosa di prima, ma ancora una volta il suo tiro è facile preda per il portiere avversario. Nella seconda metà del primo tempo, la partita diventa molto lenta, con lo Schalke che contiene perfettamente e non ha motivi per affacciarsi con tanti uomini nella metà campo del Krasnodar, mentre i padroni di casa sembrano non avere proprio i mezzi per impensierire quella che per loro è una corazzata. Così bisogna aspettare il 37' per avere un nuovo sussulto ed è come al solito la squadra in trasferta a darlo, Stambouli serve Konoplyanka sulla destra, l'ucraino si accentra e prova il tiro, che però finisce di poco oltre il secondo palo. Al 46' si vede per la prima volta il centrovanti Ari, che al limite dell'area controlla e tira, ma la marcatura stretta fa sì che ne esca una conclusione debole, che Fahrmann può bloccare agilmente. Al duplice fischio dell'arbitro, il risultato è di 0-1.

Primo tempo dunque di marca completamente tedesca. Lo Schalke domina in lungo in largo nei primi quindi minuti, trovando subito il gol per poter fare poi una partita più accorta, fatta di possesso palla e contenimento, anche per non sprecare troppe energie in vista della prossima partita in Bundesliga. Krasnodar che si rivela essere di troppo inferiore agli avversari, sia a livello tecnico che mentale. Sul gol infatti pesa il calo di concentrazione della difesa russa. Inoltre le due ali non riescono a rendersi pericolose, mettendosi in prioprio o servendo Ari (praticamente nullo nella prima frazione), nemmeno quando i blu si abbassano.

Granqvist in azione.
Granqvist in azione. Fonte: twitter.com/s04

Seconda frazione che si apre mantenendo lo status quo cristallizzatosi verso la fine del primo tempo. Lo Schalke però mostra un certo calo della concentrazione, iniziando a fare qualche errore in fase di appoggio. Al 50' Fahramann rischia di farla grossa, facendo sbattere il suo rinvio sul giocatore del Krasnodar più vicino, per sua fortuna però la palla finisce fuori. Due minuti dopo i tedeschi si rendono pericolosi su punizione, con il tiro di Naldo che viene deviato da Howedes, spiazzando Kritsyuk, purtroppo per loro però la sfera va a oltre il palo. Al 55' Shalimov prova a cambiare qualcosa nei padroni di casa, per provare a mettere in difficoltà uno Schalke che non sembra essere sceso in campo con la testa completamente nella partita, esce dunque Eboue per Gazinskiy. Russi che cercano di alzare la pressione il più possibile, iniziando finalmente a creare qualche ansia agli avversari. Al 60' Joazinho vede il portiere avversario fuori dai pali e tenta di scavalcarlo da fuori area, ma la palla viene deviata da un difensore in angolo. Pericolosissimo il Kransodar al 70', con una punizione dalla destra che viene prolungata da Ari, ma la palla è troppo alta e finisce fuori. È la prima volta nel corso del match che il centroavanti dei padroni di casa riesce a farsi vedere. Il tecnico dei verdi inizia a vedere la possibilità di provare a far male ai tedeschi e quindi fa altri cambi, togliendo però anche Akhmedov, fino a qui forse tra i più pericolosi, per Mamaev. Weinzierl risponde mettendo in campo uno dei suoi pezzi da novanta, ovvero Huntelaar, togliendo Meyer. La partita continua con il Krasnodar che resta costantemente nella trequarti avversaria, ma sbagliando quasi sempre l'ultimo passaggio, con più di qualche cross smanacciato da Fahrmann. Increidibile cosa si mangia Laborde al 90', riesce infatti a penetrare in area sulla destra, saltando anche l'ultimo difensore, ma allarga troppo poco la conclusione a tu per tu con il portiere tedesco, che si distende e blocca. I russi ci credono e si riversano costantemente in avanti, ma senza  successo. Finisce dunque 0-1 per lo Schalke 04.

Lo Schalke 04 alla fine porta a casa tre punti figli della propria superiorità, ma nel secondo tempo i tedeschi concedono troppo campo e lasciano al Krasnodar la speranza di pareggiare fino all'ultimo minuto. I russi, purtroppo per loro, non hanno giocatori in grado di competere con certe squadre, come dimostra la sola azione realmente da gol in tutta la partita. Tedeschi che quindi salgono al primo posto del Girone I con 9 punti, ancora al secondo posto il Krasnodar con 6, che però vede il Nizza avvicinarsi (vittoria contro il Salisburgo e tre punti in classifica per i francesi).

Konplyanka in azione. Fonte: twitter.com/s04
Konplyanka in azione. Fonte: twitter.com/s04