Europa League - Il Nizza saluta con una vittoria contro il Krasnodar (2-1)

La squadra di Favre, nonostante l'aritmetica eliminazione, chiude la propria avventura europea con una vittoria. Dopo un primo tempo piuttosto equilibrato, il Krasnodar passa in vantaggio con Smolov, ma i padroni di casa reagiscono con Bosetti, a segno su calcio di rigore, e Le Marchand.

Nizza
2 1
Krasnodar
Nizza: Benitez; Boscagli, Bodmer, Le Marchand, Burner; Soquet (Rafetraniaina, min.74), Lusamba, Marcel, Perraud; Donis (Mahou, min.68), Balotelli (Bosetti, min.46). A disp: Cardinale, Balmy, Suaut, Vercauteren. All. Favre
Krasnodar: Sinitsyn; Naldo, Martynovich, Granqvist, Jedrzejczyk; Gazinskiy, Eboue, Torbinsky (Kaleshin, min.65); Akhmedov, Smolov, Joaozinho. A disp: Adamov, Kritsyuk, Fomin, Goglichidze, Tataev, Vorobjov. All. Shalimov
SCORE: 0-1, min. 52, Smolov. 1-1, min. 64, Bosetti. 2-1, min. 77, Le Marchand.
ARBITRO: Sandro Scharer (SVI). Ammoniti Eboue (min. 26), Balotelli (min. 27), Granqvist (min. 41), Marcel (min. 55)
NOTE: Sesta ed ultima giornata Gruppo I. Stadio "Allianz Riviera", Nizza.

Il Nizza batte 2-1 il Krasnodar e saluta l'Europa League con 6 punti in sei giornata, mentre i russi accedono ai sedicesimi di finale da secondi classificati. Favre per chiudere al meglio la competizione sceglie una formazione piuttosto giovane, schierata in campo con il 4-4-2, con Balotelli e Donis come riferimenti offensivi. Dall'altra parte Shalimov sceglie il 4-3-3 con il tridente offensivo composto da Ahkmedov, Smolov e Joaozinho. Il primo tempo vede le due squadre non scoprirsi più di tanto, badando principalmente a difendere con ordine le proprie metà campo piuttosto che provare a rendersi pericolose. Nel secondo tempo il Krasnodar passa subito in vantaggio con Smolov che sfrutta al meglio un assist di Eboue. Il Nizza non ci sta e reagisce con Bosetti, che realizza un calcio di rigore fischiato per un fallaccio di Granqvist, poi espulso, su Lusamba. I padroni di casa sfruttano il momento favorevole per cercare il gol del vantaggio che arriva a poco più di dieci minuti dal termine con Le Marchand, che su azione d'angolo sfrutta una spizzata di Perraud per anticipare Eboue e batte l'estremo difensore avversario. Nel finale il Krasnodar cerca di agguantare il pareggio ma non riesce mai a rendersi pericoloso. Il Nizza chiude il girone I con una vittoria dinanzi ai propri tifosi, mentre per il Krasnodar è una sconfitta indolore ed ora attenderà l'avversario da affrontare ai Sedicesimi di Finale che verrà estratto dall'urna di Nyon il 12/12.

                                                  LA GARA

Nizza subito pericoloso con Donis, che riceve da Balotelli e calcia a giro col destro, ma la palla sfiora solamente il palo sinistro della porta avversaria. Al 10' va vicino al vantaggio il Krasnodar con Joaozinho, che prova a servire Smolov, il quale viene anticipato da Souquet che per poco non beffa Benitez, il quale riesce a bloccare la sfera. Al 14' Lusamba sbaglia in fase d'impostazione servendo involontariamente Joaozinho che calcia dai 25 metri, ma la sua conclusione termina oltre la traversa. Bruner, viene servito con un gran lancio da Boscagli, dopodichè da posizione defilata tenta la conclusione di destro che però supera il montante alto della porta avversaria. Balotelli serve Donis, che s'incunea in area di rigore e cerca il tiro in porta che però si rivela nuovamente impreciso. Bruner riceve palla sulla fascia destra, punta l'area avversaria e cerca la conclusione in porta che termina ancora oltre la traversa. Balotelli approfitta di un errore di Ahkmedov a centrocampo e tenta il tiro dai 45 metri che viene bloccato senza esitazioni da Sinitsyn. Nel recupero Ahkmedov serve in profondità Smolov, il quale si ritrova a tu per tu con Benitez, ma sbaglia incredibilmente la conclusione infatti il suo tiro termina di poco sul fondo. E' l'ultima emozione di questi primi 45 minuti che terminano a reti inviolate. 

Il secondo tempo si apre con il vantaggio del Krasnodar: Eboue ruba palla a Lusamba e serve Smolov, che davanti a Benitez non sbaglia. Al 61' Granqvist si rende protagonista di un bruttissimo fallo in area di rigore su Lusamba, l'arbitro indica il dischetto ed espelle il difensore ex Genoa. Dagli undici metri va Bosetti, che realizza una prima volta ma l'arbitro fa ripetere, lo stesso n.13 si ripresenta alla battuta riuscendo a finalizzare con uno scavetto che beffa l'estremo difensore avversario. Lusamba cerca il gol del sorpasso con una conclusione dalla distanza che sorvola nettamente la traversa. Insiste il Nizza con Marcel, che prova a segnare con un diagonale, ma il suo tiro si perde sul fondo. Al 78' il Nizza passa in vantaggio: Marcel s'incarica della battuta di un calcio d'angolo, trovando la spizzata col tacco di Perraud, il quale prolunga la sfera per Le Marchand che di testa anticipa Eboue e batte Sinitsyn. I padroni di casa provano a sfruttare il momento favorevole per fare il terzo gol, ma la conclusione da 45 metri di Bosetti termina tra le braccia dell'estremo difensore avversario. Nel recupero Ahkmedov tenta il tiro dalla distanza che viene bloccato senza problemi da Benitez. Finisce qui, il Nizza vince per 2-1 e saluta l'Europa League, mentre il Krasnodar nonostante la sconfitta accede ai Sedicesimi di Finale.