Europa League, le gare delle 19: Dinamo Kiev e Salisburgo a valanga, impresa Ostersunds

Tutto facile per ucraini e austriaci, mentre sono gli svedesi a centrare la qualificazione ribaltando l'1-3 dell'andata subito in casa del PAOK. Passa anche il Bate Borisov, corsaro in Ucraina.

Europa League, le gare delle 19: Dinamo Kiev e Salisburgo a valanga, impresa Ostersunds
Europa League, le gare delle 19: Dinamo Kiev e Salisburgo a valanga, impresa Ostersunds

Serata di ritorno dell'ultimo preliminare dell'Europa League. Tante le squadre protagoniste in giro per l'Europa, con le prime sfide che si sono già chiuse. Tra solite conferme e clamorosi ribaltoni dopo le gare d'andata, andiamo a scoprire come sono andate le gare. 

Tutto facile per la Dinamo Kiev e per il Salisburgo, le cui pratiche sono state risolte senza particolari patemi d'animo. Gli ucraini, dopo lo 0-0 d'andata, rifilano un tris netto e perentorio ai portoghesi del Maritimo: sblocca Garmash al 33', prima del raddoppio di Morozyuk due minuti più tardi. Un uno-due che stende le velleità lusitane, stroncate del tutto al quarto d'ora della ripresa, quando Gonzalez chiude i giochi. Di Sen il gol della bandiera, vano. Poker rotondo invece per gli austriaci, che legittimano il 3-1 dell'andata contro il modesto Viitorul: Dabbur e Gulbrandsen nel primo tempo, Berisha ed Haidara nella ripresa sigillano l'accesso alla fase a gironi. 

Molto più vibrante ed emozionante la sfida che va in scena in Ucraina tra l'Oleksandriya ed il Bate Borisov, reduci dall'1-1 dell'andata. Il gol di Grytsuk sblocca il punteggio e fa sognare i padroni di casa, le quali speranze si infrangono a metà ripresa, quando in tre minuti Ivanic ribalta la situazione e manda ai gironi la squadra più esperta, quella bielorussa, nonostante l'assedio finale. Compie una grande impresa invece l'Ostersunds, che dopo il 3-1 subito in Grecia contro il PAOK ribalta il discorso qualificazione battendo i greci grazie ad una doppietta di Ghoddos nel finale. Tutto facile invece per il Viktoria Plzen. I cechi, forti del 3-1 dell'andata, fanno gara diligente a Cipro, contro l'AEK Larnaca, che non riesce a scalfire le certezze degli ospiti: finisce 0-0. 

L'1-0 dell'andata non faceva dormire sonni tranquilli agli israeliani del Maccabi Tel Aviv, impegnati nel doppio confronto con gli austriaci dell'Altach. Ospiti che per due volte vanno in vantaggio mettendo in discussione la qualificazione, con Aigner prima e Netzer successivamente, ma i gol di Kjartansson e Yeini consegnano il pass tra le mani dei padroni di casa. Infine, un altro 0-0, quello tra Tiraspol e Legia Varsavia arride ai padroni di casa moldavi, ai quali basta l'1-1 dell'andata per procedere il cammino. 

Tutti i risultati delle gare del pomeriggio. 

AEK Larnaca - Viktoria Plzen 0-0 (and. 1-3)
Dinamo Kiev - Maritimo 3-1 (0-0)
Maccabi Tel Aviv - Altach 2-2 (1-0)
Oleksandriya - Bate 1-2 (1-1)
Ostersunds - PAOK 2-0 (1-3)
Tirasapol - Legia Varsavia 0-0 (1-1)
Salisburgo - Viitorul 4-0 (3-1)