Genoa: ecco i responsi medici su Izzo e Rosi

I due difensori si sono infortunati prima del match contro la Lazio e il club ligure ha reso noto l'entità dei loro guai fisici e i rispettivi tempi di recupero

Genoa: ecco i responsi medici su Izzo e Rosi
taarabt e rosi durante l'allenamento

Clima di grande entusiasmo al centro "Signorini" dopo il successo prestigioso del Genoa contro la Lazio all'Olimpico nel posticipo della 23^ giornata di campionato. Una vittoria che proietta la squadra ligure verso una tranquilla salvezza visti i 7 punti di vantaggio sulla Spal terzultima e l'ottimo rendimento del Genoa con Ballardini in panchina.

La squadra ha ripreso gli allenamenti per preparare la trasferta del "Bentegodi" contro un Chievo in grave crisi di gioco e di risultati. Un altro test lontano dalle mure amiche per il Genoa che cerca adesso la continuità per rimanere in una posizione di classifica consona.

Arrivano però brutte notizie per Ballardini. Il Genoa ha comunicato infatti l'entità degli infortuni di Armando Izzo Aleandro Rosi. Il difensore napoletano dovrà stare fermo circa quattro settimane per una "distorsione al ginocchio destro con interessamento del legamento collaterale esterno". Una vera e propria doccia fredda per uno dei perni della collaudata difesa rossoblù che ha subito solo sei gol da quando il tecnico è subentrato a Juric. Rosi invece ha riportato un edema all’adduttore destro e resterà fermo per circa 10 giorni. Oltre a loro staranno fuori contro il Chievo anche Miguel Veloso e Giuseppe Rossi che ne avranno ancora per qualche altra settimana.

Oltre a Spolli che rientra dalla squalifica, dovrebbe tornare a disposizione Adel Taarabt non convocato contro la Lazio. Ma Ballardini potrebbe riconfermare quasi del tutto l'undici che ha espugnato l'Olimpico con una prestazione convincente contro una delle squadre più forti del campionato. Sicuramente tornerà titolare Spolli data anche la squalifica di Rossettini. Sulla linea dei centrocampisti spazio ancora ai nuovi acquisti Pedro Pereira e Hiljemark con Bessa che scalpita ma che dovrebbe partire dalla panchina. In attacco ci sono i principali dubbi per il tecnico rossoblù, solo Pandev è sicuro di un posto mentre l'altro è conteso da Galabinov, Taarabt Lapadula con il primo in leggero in vantaggio.