Genoa: Ballardini deve fare i conti con l'infermeria piena, scatta l'ora di Galabinov?

Il Genoa si prepara alla sfida contro il Chievo Verona con una rosa incerottata e con un Ballardini costretto ad un undici praticamente obbligato. Le ultime in vista di Verona.

Genoa: Ballardini deve fare i conti con l'infermeria piena, scatta l'ora di Galabinov?
Source photo: profilo Twitter Geano

Ripetere la brillante prestazione vista contro la Lazio. E' questo l'obiettivo del Genoa di Ballardini, che in casa del Chievo Verona cercherà di fare punti proprio contro una formazione ugualmente impelagata nella lotta per non retrocedere. Non che i rossoblu rischino seriamente di scivolare nelle ultime posizioni, ma continuare lungo la strada tracciata nelle ultime sfide potrebbe limitare eventuali flessioni future. Nella giornata di ieri, presso il centro sportivo ligure, Ballardini ha fatto la conta degli indisponibili e quella degli infortunati, delineando l'undici che dovrebbe scendere in campo contro il Chievo Verona.

Infortunati Izzo, Rossettini e Rosi, pochi dubbi in difesa per Ballardini, che davanti a Perin dovrebbe scegliere il terzetto composto da Biraschi, Spolli e Zukanovic. A destra nessun problema per Pereira, sull'out mancino confermato l'imprescindibile Diego Laxalt. A centrocampo out anche Miguel Veloso, sostituito da Bertolacci. Ai suoi lati, Rigoni si gioca una maglia con Madeiros mentre non dovrebbe avere problemi Hiljemark. In attacco si rivede Taarabt, che dovrebbe giocarsi una maglia con Lapadula e Galabinov. Sicuro del posto, invece, Pandev. Proprio il bulgaro ex Avellino è chiamato ad una decisa riscossa, come sottolineato anche dal quotidiano Il Secolo XIX. 

Con gli uomini contati, toccherà dunque a Ballardini caricare la rosa, cercando di trarre il meglio dagli atleti a disposizione. Spulciando tra le statistiche, sono ben quindici le sfide dirette tra Chievo e Genoa al Bentegodi, con sei vittorie dei clivensi, quattro pareggi e ben cinque successi esterni rossoblu. L'ultimo confronto, datato 5 dicembre 2016, terminò con uno scialbo 0-0, a conferma dell'equilibrio della sfida. Le uniche emozioni della sfida furono il rigore fallito da Birsa ed il palo di Ninkovic. Peggio fu l'anno prima, quando il Genoa perse a causa di una rete di Castro. Un motivo in più per tentare la riscossa. 

PROBABILE FORMAZIONE GENOA:
Perin; Biraschi, Spolli, Zukanovic; Pereira, Rigoni, Bertolacci, Hiljmark, Laxalt; Pandev, Galabinov.