Sampdoria: Giampaolo valuta le condizioni di Ramirez in vista del Crotone
Source photo: profilo Twitter Sampdoria

Sampdoria: Giampaolo valuta le condizioni di Ramirez in vista del Crotone

Ripresa degli allenamenti in casa Sampdoria, con Ramirez e Bereszynski ancora a parte. Viste le non perfette condizioni dell'ex Bologna, scalpita Praet.

antonio-abate
Antonio Abate

La Sampdoria ha ripreso gli allenamenti in vista del match contro il Crotone. Una trasferta delicata, per gli uomini di Giampaolo, che cercheranno di conquistare altri punti in ottica Europa League, obiettivo ambizioso che promuoverebbe appieno il già ottimo lavoro dell'ex tecnico dell'Empoli. Nella giornata di oggi, al Mugnaini di Bogliasco, seduta mattutina alla presenza del ds Osti, i blucerchiati hanno sostenuto delle sessioni tecnico-tattiche con seguenti partitelle a campo ridotto e lavoro aerobico. Assieme alla prima squadra, hanno lavorato i Primavera Emanuel Ercolano, Titas Krapikas, Giacomo Piccardo ed Ognjen Stijepovic, mentre Ramirez e Bereszynski hanno seguito allenamento differenziato: il trequartista ha effettuato una sessione aerobica, il terzino ha continuato il proprio percorso tra fisioterapia, palestra e piscina.

Viste le non perfette condizioni dell'ex fantasista del Bologna, Marco Giampaolo cercherà di rilanciare Dennis Praet, ultimamente in ombra a causa di un infortunio che ne ha limitato l'utilizzo. Il belga ex Anderlecht, che contro l'Atalanta avrebbe potuto giocare dal primo minuto, è pronto a dire la sua contro il Crotone, facendo leva su una voglia di rivalsa comune a tutti quei giocatori talentuosi ma spesso frenati da fastidiosi infortuni. A seconda della condizioni di Gaston Ramirez, Praet potrebbe essere impiegato o da mezz'ala o da trequartista, ruoli che il classe '94 padroneggia senza particolari difficoltà. Occhio, comunque, a Gianluca Caprari, che potrebbe partire dal primo minuto e far "retrocedere" l'ex Anderlecht. 

Nella giornata di oggi, intervistato da tuttomercatoweb, il responsabile dell'area tecnica Daniele Pradè ha parlato della chiusura del calciomercato: "Gran parte della nostra categoria voleva questa decisione. Inizialmente facciamo così, anche per consacrare la giornata ufficiale di campionato. Dà un senso all'inizio, così il mercato è già chiuso e non ci sono concetti da approfondire come chi schierare, per eventuali interferenze a livello mentale. Mi sembra tutto molto giusto". Il dirigente della Sampdoria ha parlato anche la situazione legata alla clausola rescissoria: "Posso svelare un meccanismo: tutte le clausole hanno una scadenza e quasi nessuna raggiunge agosto. Anzi, alle volte nemmeno a fine luglio. Tutte le società si adegueranno, ma penso sia già una situazione comune. Posso dare per certo quelle dei miei club". 

[fonte intervista: tuttomercatoweb.com]

VAVEL Logo