Bonaventura: “L’Arsenal è forte, ma ha dei punti deboli...”

Il centrocampista è convinto che questo Milan possa fare bene contro i Gunners

Bonaventura: “L’Arsenal è forte, ma ha dei punti deboli...”
Vavel.com

Il Milan di Gattuso è pronto a tornare a respirare l’atmosfera di una grande notte europea. L’Arsenal è un banco di prova importante, il primo per molto giocatori di questa versione del Diavolo, giovane come età media e con la voglia di migliorare sempre di più. Tra chi sarà all’esordio a certi livelli c’è anche Jack Bonaventura, finito anche in panchina sotto la gestione Montella, ma tornato centrale nel progetto Milan di Gattuso.

Bonaventura ha parlato a Milan TV della gara di San Siro contro la squadra di Wenger: C'è grande voglia di fare bene, perchè è una partita bellissima contro un avversario con una grande storia. Ci teniamo a fare bene, ci stiamo preparando bene e ora dobbiamo dimostrarlo. Dobbiamo scendere in campo sempre troppa frenesia e godercela un po'. L'Arsenal è una squadra forte, con qualche punto debole. Dovremo essere bravi ad attaccare bene e difenderci meglio. Milan che corre tanto e bene? Corriamo con una mentalità positiva, sapendo che le nostre corse ci possono portare dei vantaggi e quindi le facciamo con molta convinzione. Gattuso che dice che non devo andare in Premier? Il mister ha fiducia in me e questo mi fa piacere e mi spinge sempre a lavorare. Ho voglia di crescere e migliorare. Adesso siamo nel vivo della stagione, dobbiamo fare qualche sacrificio in più, perchè è il periodo più importante della stagione e non dobbiamo farci trovare impreparati".

In conferenza stampa, invece, si sono toccati i temi della condizione fisica della squadra e del ruolo di mezzala di Bonaventura: “Dal punto di vista fisico è stato positivo, quando si giocano tante partite non giocarne una e allenarsi è rigenerante. Quando si gioca sempre lo stress della partita toglie energie. In questi giorni abbiamo lavorato duro ma ci permetterà di giocare bene contro l'Arsenal. A centrocampo è un ruolo che mi piace, l'ho fatto anche prima che arrivasse Gattuso quando giocavamo 4-3-3. Mi piace, sono coinvolto sia in fase offensiva che difensiva e sono molto contento”.