Serie B - Pari e patta tra Bari e Pro Vercelli: Morra agguanta la sfida al 92'!

Partita tutto sommato diverte, al San Nicola, con il Bari che si lascia scappare una buona occasione per vincere. Sotto a causa di un goal di Ghiglione, i baresi scuotono la sfida grazie al tandem Kozak-Brienza, pareggiando però in seguito ad un guizzo di Morra nei minuti finali. Bari che scivola al sesto posto, quinto pari consecutivo per gli uomini di Grassadonia.

Serie B - Pari e patta tra Bari e Pro Vercelli: Morra agguanta la sfida al 92'!
Source photo: profilo Twitter Bari
BARI
2 2
PRO VERCELLI
BARI: Micai; Sabelli, Marrone, Gyomber, D'Elia; Henderson (Brienza, min. 80), Basha, Tello; Galano, Kozak, Anderson (Cissé, min. 53).
PRO VERCELLI: Pigliacelli; Berra (Raicevic, min. 86), Bergamelli, Gozzi; Ghiglione, Germano (Altobelli, min. 58), Vives, Castiglia, Mammarella; Kanoute (Reginaldo, min. 73), Morra.
SCORE: 0-1, min. 40, Ghiglione. 1-1, min. 66, Kozak. 2-1, min. 84, Brienza. 2-2, min. 90'+2, Morra.
ARBITRO: Balice (ITA).
NOTE: Stadio San Nicola di Bari, gara valida per la Lega B 2017/18.

Solito Bari, solita beffa finale al San Nicola. Nella sua ventinovesima giornata, infatti, i ragazzi di Fabio Grosso si fanno rimontare in extremis, pareggiando per 2-2 e perdendo un'ottima occasione in vista del prosieguo della stagione. Sotto a causa di una rete di Ghiglione, i baresi si destano nella ripresa, pareggiando e poi facendo 2-1 grazie a Libor Kozak e Franco Brienza. Tutto finito? Nemmeno per sogno: da corner, infatti, Morra è più lesto di tutti, bravissimo a battere Micai dopo un mischione in area. Baresi che salgono a quota 45, ventinove lunghezze per la Pro Vercelli

Padroni di casa che scendono in campo adottando il solito 4-3-3: davanti al portiere Micai, difesa a quattro composta da Sabelli, Marrone, Gyomber e D'Elia. Nella zona mediana del campo, chiavi del gioco affidate a Basha, protetto dalle mezz'ali Henderson e Tello. Nella zona offensiva del rettangolo verde, Galano e Djavan Anderson ai lati della prima punta Kozak. Un più coperto 3-5-2, invece, per gli ospiti, che schierano il terzetto Berra-Bergamelli-Gozzi a protezione di Pigliacelli. A centrocampo spazio a Vives, con Germano e Castiglia ai lati. Tandem offensivo composto da Kanoute e Morra, incaricati di ribadire in rete i cross provenienti dagli esterni Ghiglione e Mammarella

Gara inizialmente molto compassato, con Bari e Pro Vercelli pronte a studiarsi prima di offendere. Dopo un quarto d'ora circa di equilibrio, sono i ragazzi a mettersi in evidenza con Galano, il cui destro dal limite dell'area di rigore termina debolmente lontano dallo specchio della porta. Passano sessanta secondi e sono gli ospiti ad affacciarsi dalle parti di Micai, il tiro di prima intenzione di Berra sfiora però il palo della porta barese. Molto buono, comunque, lo schema da corner dei piemontesi. Il numero totale di potenziali occasioni aumenta al sedicesimo con Basha, che triangola con Anderson e lascia partire un destro impreciso per una questione di centimetri. 

Sfruttando soprattutto la fascia sinistra, il Bari cerca di spingere, mettendo alle corde una Pro Vercelli paziente nel difendersi e nell'evitare di lasciare spazi agli avversari. Tale atteggiamento spesso costringe i padroni di casa ai lanci lunghi, partiti soprattutto dai piedi di un Sabelli apparentemente ispirato. Mentre i ragazzi di Grosso non riescono a costruire qualcosa di buono, quelli di Grassadonia sfruttano al massimo l'unica occasione avuta nel primo tempo. Al minuto numero quaranta, infatti, gli ospiti sbloccano la sfida con Ghiglione, bravo ad inserirsi e a superare D'Elia prima di battere Micai con un pungente mancino. Bello il lancio di Vives, Bari troppo stabile in difesa. Colpiti a freddo, i baresi provano a pareggiare al quarantaduesimo con Basha, il cui tiro dai venticinque metri non trova maggior fortuna e conclude di fatto la prima frazione.

Secondo tempo che registra un Bari più offensivo grazie anche al cambio in corsa di Grosso, che sceglie Karamoko Cissé al posto dell'impalpabile Djavan Anderson. Nonostante il cambio in corsa, i galletti rischiano di subire il raddoppio al 59', quando è Kanoute a mettere in mezzo per un Morra incredibilmente impreciso sotto porta. La conclusione del centrocampista ospite finisce infatti alta tra la disperazione dei suoi compagni. Tirando un sospiro di sollievo, il Bari riesce a riassestarsi e a pareggiare al 66' con Libor Kozak, bravissimo a ribadire in rete una miracolosa risposta di Pigliacelli su una conclusione di Galano. Spinti dall'entusiasmo i padroni di casa sfiorano il vantaggio cinque minuti dopo, quando è il solito a scattare trovando però la decisa risposta di Pigliacelli a tu per tu.

Nella fase finale di seconda frazione, il Bari continua ad attaccare, cercando una vittoria preziosa in vista del prosieguo di stagione. Dopo la chance mancata da Floro Flores all'82', i galletti riescono a sbloccare la sfida grazie a Franco Brienza, bravissimo a concretizzare un passaggio di prima di Antonio Floro Flores. Che bel gioco, quello espresso dal Bari, formazione a tratti imbattibile quando sceglie di giocare sfruttando la qualità dei singoli. Un bel gioco che però non sempre porta a risultati concreti, regalando invece beffe e delusioni finali. Nell'ultimo scampolo di partita, infatti, i ragazzi di Fabio Grosso si fanno rimontare dalla Pro Vercelli, che addirittura al 92' fa 2-2 grazie ad un mischione in area da corner da cui si genera la zampata vincente di Morra. Finisce dunque in parità. Migliore in campo per i padroni di casa, Basha. Per gli ospiti in evidenza Morra.