La Roma si prepara alla Champions: le ultime da Trigoria
Source photo: Twitter Roma

La Roma si prepara alla Champions: le ultime da Trigoria

Seduta tattica per la Roma, che nella giornata di oggi ha subito ripreso gli allenamenti in vista dello Shaktar. Nevio Scala, intanto, parla del momento dei giallorossi.

antonio-abate
Antonio Abate

L'importante successo contro il Torino ha ridato morale e classifica alla Roma di Eusebio Di Francesco, che dopo i tre punti conquistati dovrà subito mettere nel mirino la sfida di Champions League contro lo Shakthar Donetsk. Nonostante la sconfitta in terra ucraina per 2-1, i giallorossi potranno tranquillamente passare il turno, vincendo all'Olimpico semplicemente per una rete a zero. Non una mission impossible. Nella giornata di oggi, i ragazzi di Di Francesco hanno svolto un lavoro in palestra dopo una sessione video, con Gregoire Defrel, Pellegrini e Karsdorp ancora a parte. 

Parlando proprio della prossima sfida di Champions League, è stato Nevio Scala a dire la sua ai microfoni di Roma Radio: "Non sarà facile, lo Shakhtar è una squadra tecnicamente molto forte. Ha qualche debolezza in fase difensiva, a centrocampo sono molto forti, con giocatori individualmente straordinari. Credo che la Roma abbia le possibilità di farcela, giocando all’Olimpico, ma deve essere concentratissima, rischia se non sarà convinta al 100% di superare questo turno. Lo Shakthar non verrà a difendersi, perché sa che sarebbe sconfitto in partenza. Cercheranno il gol nel primo tempo, se riusciranno a farlo le cose non si metteranno bene per la Roma. Sarà una gara da 50 e 50, volendo fare percentuali. Se la Roma è convinta, concentrata e determinata a livello fisico è superiore, però a livello tecnico loro sono molto forti e imprevedibili, giocano sull’imprevedibilità e la fantasia".

Continua, Scala: "Cosa non mi è piaciuto di questa Roma? Non mi è piaciuta la discontinuità, ho visto la squadra un po’ superficiale. Il calcio esige sempre grande concentrazione, Di Francesco batte molto su questo argomento. Mi piace come si diverte in alcuni momenti, quando i giocatori fanno gol si abbracciano in modo entusiastico. Ci sono individualità interessantissime, non faccio classifiche, ma è una squadra che mi piace, quando vuole giocare lo fa per se stessa e per il pubblico" conclude. 

VAVEL Logo