SPAL: il pari contro il Sassuolo ha aumentato la sicurezza nei propri mezzi

In casa dei neroverdi, i ragazzi di Semplici hanno disputato un ottimo calcio, dando prova di coraggio e voglia di fare. Ora c'è un filotto di quattro partite non indifferenti: l'obiettivo è quello di strappare qualche punto inatteso.

SPAL: il pari contro il Sassuolo ha aumentato la sicurezza nei propri mezzi
Source photo: Twitter SPAL

La sfida contro il Sassuolo poteva davvero complicare il cammino della SPAL verso la salvezza, ma così non è stato. Contro una rosa diretta concorrente nella lotta per non retrocedere, i ragazzi di Semplici hanno sofferto ma difesosi bene, dando prova di quell'arcigno equilibrio che potrebbe essere un plus in più fino a fine stagione. Scendendo in campo con il consueto 3-5-2, la SPAL ha subito chiuso tutti gli spazi ai neroverdi, in rete solo da calcio di rigore. Nonostante lo svantaggio, il collettivo estense si è compattato, riuscendo a pareggiare grazie al tap-in del solito inossidabile Antenucci. Rischiando di andare sotto poco dopo a causa di un rigore poi fallito da Politano, la SPAL ha retto l'urto fino al triplice fischio del signor Doveri.

L'1-1 nel derby emiliano è il terzo risultato utile consecutivo, per gli estensi, che inanellano così il settimo punto in tre giornate. Un filotto davvero importante e che ha di fatto riaperto la lotta tra le formazioni per non retrocedere. A soli due punti dal quattordicesimo posto occupato dal Cagliari, gli estensi ora possono seriamente sperare, ipotesi che potrà diventare realtà solo in caso di un andamento costante e deciso. Se si esclude il prossimo match contro la Juventus, sulla carta proibitivo ma affatto deciso, i ragazzi di Semplici dovranno cercare di fare punti contro Genoa, Atalanta e Fiorentina, partite non facili ma affatto impossibili. Allora, si tratterebbe di aprile inoltrato, la situazione-salvezza sarà delineata, con gli Estensi obbligati a crederci. 

Nonostante l'ottimo punto, comunque, in quel di Ferrara c'è anche spazio per le polemiche. Secondo l'odierna edizione de La Nuova Ferrara, infatti, allo scadere l'arbitro Doveri avrebbe dovuto fischiare rigore su un fallo subito da Grassi in area, irregolarità che avrebbe consentito agli estensi di giocarsi il tutto per tutto dagli undici metri. Un 2-3 sarebbe infatti valso il definitivo distacco dal Sassuolo, regalando alla SPAL una settimana di tranquillità. Al di là delle polemiche, quanto fatto dai ragazzi di Semplici è solo il primo passo verso un cammino tortuoso ma che, se affrontato nel modo corretto, potrebbe regalare molte soddisfazioni.