Campionato Primavera: Atalanta ed Inter non steccano rimanendo in vetta

La squadra di Brambilla batte 5-2 in trasferta il Genoa, mentre l'Inter di Vecchi supera 3-1 l'Hellas Verona. Con queste due vittorie le due compagine nerazzurre conservano la vetta della classifica con 44 punti. Un primato che durerà per tutto il mese di Marzo, dato che ora il Campionato Primavera si fermerà per lasciar spazio alla Viareggio Cup.

Campionato Primavera: Atalanta ed Inter non steccano rimanendo in vetta
Campionato Primavera: Atalanta ed Inter non steccano rimanendo in vetta - Twitter

La 23ma ed ultima giornata del Campionato Primavera prima della Viareggio Cup ha decretato il binomio in testa alla classifica, formato da Atalanta ed Inter. I primi a scendere in campo sono stati i bergamaschi che hanno travolto il Genoa con il risultato di 5-2: Bolis e Barrow portano subito sul doppio vantaggio gli orobici, che vengono ripresi ad inizio secondo tempo dai liguri, i quali vanno a segno con Bruzzo prima e Micovschi poi; il pareggio sta stretto agli ospiti che reagiscono e nel giro di 20 minuti richiudono la contesa, infatti prima Barrow su rigore firma il 3-2, poi Zortea al 75' sigla il 4-2 ed infine Mallamo sigilla il match sul punteggio di 5-2. Un risultato che stoppa il Genoa al 5° posto con 35 punti. Nove in più ne ha l'Inter che supera l'Hellas Verona con il risultato di 3-1: Odgaard e Lombardoni indirizzano la sfida in favore dei nerazzurri, che poi subiscono il gol di Galazzini al 58'; una rete che ridà fiducia agli scaligeri che si spingono in avanti, ma nel loro momento migliore subiscono il gol che chiude la contesa siglato da Rover all'80'. Con questa sconfitta gli uomini di Porta rimangono al 14° posto con 21 punti.

La metà di quelli collezionati fino ad ora dalla Roma, che in questo turno non è andata oltre lo 0-0 con l'Udinese. Un pareggio che consente ai giallorossi di rimanere in scia al duo di testa, mentre i friuliani salgono all'11° posto con 28 punti. Dodici in meno della Fiorentina, che nel week-end ha superato la Juventus con il risultato di 2-0: Pinto e Gori hanno consentito ai viola non solo di conquistare questi tre fondamentali punti, ma anche di onorare nel modo migliore la scomparsa dello sfortunato capitano della Prima Squadra, Davide Astori. Un successo quindi che proietta i toscani al 4° posto con 40 punti, mentre la Juventus rimane ferma all'8° posto con 33 punti. Due lunghezze in meno del Milan, che ha superato tra le mura amiche la Lazio con il risultato di 2-1: Forte porta in vantaggio i rossoneri al 36', poi Tsadjout al 59' raddoppia; a partita ormai chiusa Miceli, su rigore, sigla il gol della bandiera per i laziali. Biancocelesti che con questa sconfitta rimangono sempre di più invischiati nella lotta per non retrocedere, infatti la squadra di Bonacina rimane ultima in classifica con 15 punti, mentre il Milan sogna i play-off con l'attuale 6a posizione ricoperta con 35 punti.

Rossoneri che però devono guardarsi le spalle dal Chievo, distante un solo punto dopo la vittoria per 3-2 sul Torino: Isufaj al 22' apre le marcature in favore dei clivensi, che subiscono il primo pareggio a distanza di 7 minuti ad opera di Butic; al centravanti croato risponde Juwara al 35', ma i granata non demordono e con Rauti tornano in parità; una situazione di equilibrio che viene definitivamente stravolta da Vignato nella ripresa, infatti l'ala clivense permette ai suoi di portare a casa questa fondamentale vittoria. Un successo che proietta i veneti al 7° posto con 34 punti, mentre i granata rimangono fermi al 9° con 30. Due in più del Napoli, sconfitto dal Sassuolo col punteggio di 2-0: un autogol di Zanoli ed il rigore realizzato da Frattesi permettono agli emiliani di ottenere un successo fondamentale in chiave classifica, in quanto i neroverdi fuoriescono dalla zona retrocessione salendo al 12° posto con 23 punti, mentre i partenopei rallentano la propria corsa play-off, infatti ora gli azzurri occupano il 10° posto con 28 punti.

Infine ha chiuso il turno il match tra Bologna e Sampdoria, terminato con la vittoria importantissima dei doriani per 2-1: Mazza su rigore porta in vantaggio i felsinei, ma Tessiore al 36' pareggia; quando il pari sembra scritto ecco arrivare l'episodio che cambia la gara; fallo di Ravaglia su Gomes Ricciulli in area di rigore, l'arbitro non ha esitazioni ed indica dal dischetto, dal quale si presenta lo stesso attaccante italo-guineano che non sbaglia. Un gol che consente ai liguri di festeggiare un successo essenziale, infatti con questa vittoria i doriani salgono al quart'ultimo posto con 22 punti, mentre il Bologna resta penultimo con 17 punti. Ora il Campionato Primavera osserverà due settimane di riposo a causa della Viareggio Cup, ma al ritorno in campo i fari saranno puntati su due match di cartello, ovvero Inter - Roma e Juventus - Milan.

RISULTATI:

Sassuolo - Napoli 2-0

18' Zanoli [aut.] 66' Frattesi [r.]

Genoa - Atalanta 2-5

30' Bolis (A) 33' Barrow (A) 45' Bruzzo (G) 52' Micovschi (G) 71' Barrow [r.] (A) 75' Zortea (A) 91' Mallamo (A)

Hellas Verona - Inter 1-3

13' Odgaard (I) 32' Lombardoni (I) 58' Galazzini (HV) 80' Rover (I)

Milan - Lazio 2-1

36' Forte (M) 59' Tsadjout (M) 78' Miceli [r.] (L)

Bologna - Sampdoria 1-2

13' Mazza [r.] (B) 36' Tessiore (S) 90' Gomes Ricciulli [r.] (S)

Roma - Udinese 0-0

Torino - Chievo 2-3

22' Isufaj (C) 29' Butic (T) 35' Juwara (C) 37' Rauti (T) 67' Vignato (C)

Fiorentina - Juventus 2-0

22' Pinto 25' Gori

CLASSIFICA

Atalanta* 44 Inter* 44 Roma* 42 Fiorentina* 40 Genoa* 35 Milan 35 Chievo* 34 Juventus 33 Torino* 30 Napoli 28 Udinese 28 Sassuolo** 23 Sampdoria* 22 Hellas Verona 21 Bologna* 17 Lazio* 15

(*)= una partita in meno

(**)= due partite in meno

PROSSIMO TURNO (31/3/18):

Inter - Roma

Juventus - Milan

Bologna - Sassuolo

Chievo - Genoa

Lazio - Atalanta

Napoli - Fiorentina

Sampdoria - Hellas Verona

Udinese - Torino

PRIMAVERA 2 GIR. A

La 21ma giornata del girone A del campionato di Primavera 2 ha registrato la frenata della capolista Empoli contro il Cesena, infatti i toscani non sono andati oltre l'1-1 contro gli emiliani: a Tehe ha risposto Urso. Alle spalle non ne approfitta il Novara, fermato sull'1-1 dallo Spezia: a Salucci ha risposto Capelli. Due pareggi che favoriscono la Spal, vittoriosa di misura sul Carpi: decide l'incontro un gol di Barbosa Avelino all'88'. Un successo importante in quanto permette agli estensi di allontanarsi dal Cittadella, sconfitto per 2-0 dal Brescia: di Zambelli e Muzzi le reti dell'incontro. Veneti che ora devono guardarsi le spalle dalla Pro Vercelli, vittoriosa per 1-0 sul Parma: Rovini al 6' regala tre punti fondamentali ai piemontesi. Infine il Venezia cade pesantemente sul campo della Cremonese, risultato finale 3-1: Galtarossa, Poledri e Viola rendono vana la rete lagunare segnata da Simeoni.

RISULTATI:

Empoli - Cesena 1-1

48' Tehe (E) 58' Urso (C)

Pro Vercelli - Parma 1-0

6' Rovini

Brescia - Cittadella 2-0

7' Zambelli 24' Muzzi

Carpi - Spal 0-1

88' Barbosa Avelino

Cremonese - Venezia 3-1

45' Galtarossa (C) 55' Poledri (C) 69' Viola (C) 77' Simeoni (V)

Spezia - Novara 1-1

1' Salucci (N) 11' Capelli (S)

CLASSIFICA

Empoli 36 Novara 35 Cesena 33 Spal 30 Cittadella 29 Spezia 27 Pro Vercelli 27 Venezia 26 Brescia 26 Cremonese 23 Virtus Entella 19 Parma 15 Carpi 9

PROSSIMO TURNO (31/3/18):

Cesena - Novara

Cittadella - Empoli

Parma - Spezia

Spal - Cremonese

Venezia - Brescia

Virtus Entella - Carpi

PRIMAVERA 2 GIR. B

La 21ma giornata ha registrato lo stop inflitto dal Bari alla capolista Cagliari, che non è riuscita a sbloccare lo 0-0 iniziale contro la compagine pugliese, la quale implicitamente ha favorito il Palermo, vittorioso per 5-0 sulla Salernitana: di Cannavò (tripletta), Silva Marques e Mendola le reti dell'incontro. Un successo che permette ai rosanero di mantenere un leggerissimo vantaggio sull'Ascoli, vittorioso per 3-0 sul Benevento: Tassi (doppietta) e Diop gli autori dei gol. Una vittoria che consente ai marchigiani di mantenere le distanze dal Crotone, uscito trionfatore dalla sfida con l'Avellino col punteggio di 4-1: Paparo e Sapone mettono subito in discesa la partita, ma Buonocore al 66' riapre la contesa, richiusa poi dalle reti nel finale di Giannotti prima e Ruggiero poi. Con questi tre punti i calabresi allungano sul Frosinone, fermato sullo 0-0 dalla Ternana. Infine il Pescara supera in trasferta il Perugia col risultato di 2-1: Scimia porta in vantaggio gli abruzzesi dopo 3 minuti, ma ad inizio ripresa Konate pareggia; nel finale Mancini sigla il gol che permette ai biancocelesti di portare a casa questa importante vittoria.

RISULTATI:

Ascoli - Benevento 3-0

4' Tassi 45' Tassi 79' Diop

Perugia - Pescara 1-2

3' Scimia (Pes) 46' Konate (Per) 63' Mancini (Pes)

Palermo - Salernitana 5-0

29' Cannavò 34' Cannavò 36' Cannavò 71' Silva Marques 79' Mendola

Frosinone - Ternana 0-0

Avellino - Crotone 1-4

8' Paparo (C) 55' Sapone (C) 66' Buonocore (A) 80' Giannotti (C) 87' Ruggiero (C)

Cagliari - Bari 0-0

CLASSIFICA

Cagliari 39 Palermo 36 Ascoli 36 Crotone 32 Frosinone 31 Ternana 29 Bari 29 Pescara 29 Perugia 25 Benevento 23 Salernitana 19 Foggia 18 Avellino 0

PROSSIMO TURNO (31/3/18):

Benevento - Avellino

Crotone - Palermo

Foggia - Cagliari

Pescara - Ascoli

Salernitana - Frosinone

Ternana - Perugia