Simone Inzaghi: “Europa League meglio della Serie A: non c’è il VAR”

Senza Milinkovic Savic la Lazio cerca la qualificazione in casa della Dinamo Kiev, il tecnico torna ancora a parlare di VAR

Simone Inzaghi: “Europa League meglio della Serie A: non c’è il VAR”
Twitter.com

Senza Milinkovic Savic, ma con la voglia di non interrompere il cammino europeo. La Lazio di Simone Inzaghi affronta la Dinamo Kiev nel ritorno degli ottavi di finale di Europa League per cercare di rendere stabile il pericolante 2-2 maturato all’Olimpico. I biancocelesti arrivano a questa sfida reduci dal rocambolesco pari raccolto all’ultimo minuto in casa Cagliari. Protagonista ancora una volta il VAR, su cui Inzaghi continua ad avere le idee molto chiare.

In conferenza stampa, il tecnico parla della sfida alla Dinamo senza risparmiare una stoccata alla tecnologia in campo: Sul Var sì, sono contento che non ci sia qui, l'avevo detto qualche mese fa. Luis Alberto credo sia in ballottaggio con Murgia. Felipe giocherà davanti. Volevo far giocare Milinkovic, non ci sarà. A Cagliari già non stava bene, è un generoso, oggi sentiva dolore e non è stato convocato. Luis potrebbe fare la mezz'ala, è in ballottaggio con Murgia. Abbiamo avuto tre giorni dopo Cagliari. Avete visto gli episodi, ma non voglio più nominarli. Gli episodi vanno contro la Lazio, questa Var deve funzionare meglio. Per domani ho detto ai ragazzi che è una partita importantissima. Ho qualche giocatore rimasto a Roma, non stava benissimo, ne ho portati 19. Stanno bene, anche Luis Alberto che ha saltato qualche allenatore dopo la nascita del bambino è pronto”.

L’avversario, però, ha già fatto vedere all’andata di non essere sprovveduto: La gara di andata mi ha confermato che la Dinamo Kiev è una buona squadra, con grande tradizione, ha ottimi giocatori che fanno entrambe le fasi molto bene. Si difendono, attaccano, hanno una loro identità. Noi dovremmo fare meglio dell'andata. A Cagliari abbiamo giocato meglio rispetto alla gara di andata con la Dinamo. Cercheremo di fare gol, ma con una certa attenzione sulle loro ripartenze. È un ottavo di finale, teniamo tanto a questa partita. Sappiamo quanto abbiamo lavorato per arrivare fin qui. Ci siamo arrivati con merito. Domani cercheremo di fare una partita importante, vogliamo passare il turno. La squadra sta attraversando una stagione positiva, iniziata dalla vittoria della Supercoppa ad agosto. I prossimi tre mesi saranno fondamentali per noi”.