Udinese - Oddo: "Chiedo scusa a tutti i tifosi dell'Udinese"
Massimo Oddo (41)

Udinese - Oddo: "Chiedo scusa a tutti i tifosi dell'Udinese"

Queste le parole di mister Oddo nella conferenza stampa post Udinese-Fiorentina.

Mech867
Davide Marchiol

Decisamente amareggiato mister Oddo dopo la sconfitta contro la Fiorentina, che per l'Udinese è la settima consecutiva, ovvero record negativo della sua storia. Nessuna scusante e solo mea culpa da parte del mister.

Settima sconfitta consecutiva ovvero record negativo, Oddo esprime tutta la sua amarezza per il momento di grande negatività che si è creato attorno alla squadra: “Quando ottieni un risultato così negativo puoi chiedere solo scusa ai tifosi, inutile commentare tanto, non ci sono scusanti e chiedo scusa a tutto il mondo Udinese. Chi sa di calcio sa che in questi momenti si mette tutto contro, quando prendi gol succede il patatrack, abbiamo preso il secondo in mezzo a tante gambe... non giustifica le sette sconfitte consecutive, ma questo succede quando non sei sereno. È la risposta a tutte le vostre domande, è evidente che ci sono tanti ragazzi in difficoltà mentalmente. Possiamo solo pensare a come uscire da questo empasse”.

Guardando le, poche, cose positive, sembra che il cambio di mofulo abbia giovato nella costruzione del gioco: “Giocare a 5 o 4 dietro cambia poco, dipende da che tipo di movimenti fai, io ho optato per questo cambio modulo perchè in mezzo al campo ci mettevano in diffcoltà, non ho fatto il cambio per essere più propositivo, l'ho fatto perchè la Fiorentina ci faceva mettere male in campo. Servivano due cambi per cambiare il modo di giocare, non sono stati due cambi di demerito. Pezzella stava facendo bene fino all'errore e Hallfredsson era ammonito”.

A centrocampo la Fiorentina sembrava imprendibile: “Abbiamo fatto fatica nelle scalate, loro con Chiesa e Benassi ci creavano grosse difficoltà. Il cambio tattico ha sicuramente giovato, abbiamo provato a combinare qualcosa, con grande confusione. Lasagna è stato positivo creando un paio di occasioni”.

L'ennesimo ritiro non sembra però essere soluzione adatta: “Per me il ritiro non serve a nulla, poi se la società deciderà che serve si andrà, sono un dipendente. Secondo me in questo momento sarebbe deleterio”.

Lasagna è tornato in campo: “Lasagna è stato positivo nello scorcio di partita che ha avuto, era preventivato che entrasse nel secondo tempo e ha fatto bene”

VAVEL Logo