Finisce 1-1 tra Chievo Verona e Sassuolo: Cassata la riacciuffa al 96'!

Partita nervosa al Bentegodi, con il Chievo Verona bravo ad approfittare dell'uomo in più. A sbloccare la sfida ci pensa Giaccherini, che con un tocco morbido batte Consigli. Quando tutto sembrava finito, è Cassata a fare 1-1, salvando in parte una sfida data per conclusa.

Finisce 1-1 tra Chievo Verona e Sassuolo: Cassata la riacciuffa al 96'!
Source photo: profilo Twitter Chievo Verona
CHIEVO VERONA
1 1
SASSUOLO
CHIEVO VERONA: Sorrentino; Cacciatore, Bani, Gamberini (Cesar, min. 72), Gobbi; Castro, Radovanovic, Hetemaj (Birsa, min. 63); Giaccherini; Stepinski (Pellissier, min. 57), Inglese.
SASSUOLO: Consigli; Goldaniga (Peluso, min. 78), Acerbi, Dell'Orco; Pol Lirola, Missiroli, Magnanelli, Cassata, Adjapong; Babacar (Politano, min. 62), Berardi (Ragusa, min. 68).
SCORE: 1-0, min. 72, Giaccherini.
ARBITRO: Tagliavento (ITA). Ammoniti: Magnanelli (min. 22), Gobbi (min. 42), Giaccherini (min. 45), Hetemaj (min. 46, Magnanelli (min. 84), Cacciatore (min. 90+4). Espulsi: Adjapong (min. 29), Magnanelli (min. 84)
NOTE: Stadio Bentegodi di Verona, gara valida per la Serie A TIM 2017/18.

Colpo di reni del Sassuolo, che in casa del Chievo Verona fa 1-1 addirittura al 96'. Sotto a causa di un goal di Giaccherini nella ripresa, i neroverdi stringono i denti e reggono fino alla fine, pareggiando grazie ad un clamorosa punizione di Cassata, che da centrocampo scodella in mezzo e beffa Sorrentino. Chievo che sale a quota 29, pari punti col Sassuolo.

Padroni di casa che scendono in campo adottando il solito 4-3-1-2. Davanti a Sorrentino, difesa a quattro formata da Cacciatore, Bani, Gamberini e Gobbi. Dietro il tandem offensivo Stepinski-Inglese spazio a Giaccherini, mentre sono Castro e Hetemaj le mezz'ali ai lati di Radovanovic. Un coperto 3-5-2, invece, per gli ospiti, che si affidano a Babacar e Berardi in avanti. Consigli in porta, protetto dal terzetto difensivo Goldaniga-Acerbi-Dell'Orco. Nella zona centrale del campo, Magnanelli, affiancato da Missiroli e Cassata. Completano l'undici neroverde, i fluidificanti Lirola ed Adjapong.

Sfida inizialmente molto equilibrata, con il Sassuolo che sfiora subito la rete al 4' grazie a Babacar, bravo a superare Bani ma poco preciso al momento di battere Sorrentino. Dopo il guizzo dell'ex attaccante della Fiorentina, la sfida si assesta sui binari dell'equilibrio, causa anche i vari errori in mezzo al campo delle due formazioni. A scuotere lo stallo ci pensa l'improvvido Adjapong, che al 28' commette fallo su Sorrentino e viene mandato sotto la doccia da Tagliavento, pronto ad espellere il rosso piuttosto che il giallo dopo aver visionato il VAR. Nonostante l'uomo in più, il Chievo Verona non riesce a rendersi quasi mai pericoloso, concludendo senza troppi squilli la prima frazione. Per contro, il Sassuolo prova invece a segnare al 34', quando è Domenico Berardi ad esplodere un mancino terminato sull'esterno della rete.

Seconda frazione con un Chievo subito pericoloso al 47', la girata di Stepinski su suggerimento di Cacciatore non trova però la porta. Appena due minuti dopo ed è il Sassuolo a proiettarsi in avanti, chiedendo un rigore per un tocco di gomito di Gamberini su cross di Lirola. Tagliavento fischia il penalty, poco dopo annulla però con il VAR. Al 53' ancora gialloblu in attacco, da corner Stepinski manda però alto. Il tanto attaccare premia alla fine i ragazzi di Rolando Maran, che al 72' sbloccano la sfida grazie al neo-entrato Emanuele Giaccherini. L'ex Napoli, ringraziando una deviazione fortunata su cross di Cacciatore, bette Consigli con un tocco morbido e porta in vantaggio i suoi.

La fase finale di gara registra un Sassuolo nervoso ed addirittura in nove a causa del doppio giallo a Magnanelli. Quando tutto sembrava finito, ci pensa però Cassata a fare 1-1. Al 96' infatti, la mezz'ala batte una punizione inoffensiva, il pallone non viene però toccato da nessuno e scivola in porta a Sorrentino battuto. Sassuolo che riacciuffa dunque la sfida al 96', Chievo beffato nel finale. Migliore in campo per i padroni di casa, Giaccherini. Per gli ospiti in evidenza Cassata.