Inter, derby da Champions: Icardi e compagni sfidano il Milan per prendersi il 3º posto
Inter, Derby da Champions: Icardi e compagni sfidano il Milan per il 3º posto

Inter, derby da Champions: Icardi e compagni sfidano il Milan per prendersi il 3º posto

I nerazzurri sembrano aver lasciato alle spalle il periodo buio, affermandosi anche contro il Verona: oggi alle 18.30 al Meazza si recupera il Derby e vincere è determinante.

GiorgioFreschi
Giorgio Freschi

“Un Derby non si gioca, si vince” dicevano gli antenati, ed oggi serve proprio questo: i nerazzurri affrontano il Derby con la convinzione di avere in mano l'occasione per allungare sui cugini del Milan e mettere al sicuro un piazzamento Champions. Chance di sorpasso, addirittura, sulla Roma, terza e impegnata in coppa. L’Inter vuole quindi prendere il massimo da questa partita che arriva in un buon periodo di forma: in 4 gare la banda di Spalletti non ha subito gol e ne ha realizzati ben 10, 6 di questi portano la firma di Mauro Icardi, tornato a segnare insieme all’altro bomber della rosa, Perisic, dopo un’involuzione durata mesi. Il Derby di ritorno torna ad essere quindi fondamentale in chiave Champions: l’Inter lo sa e oggi alle 18.30 proverà a far suo il crocevia europeo.

Queste le parole di Spalletti alla vigilia del Derby: “I miei calciatori sono stati bravi a rimettersi in condizione che non sia decisiva. Questa gara vale molto perché non tutti hanno a disposizione di portare a casa punti da un recupero. Serve il massimo". Il tecnico di Certaldo ha analizzato anche il momento della squadra: “Nasce da quello che hanno fatto i calciatori dal cuore pieno di Inter. Sono andati attraverso gli affetti, ciò di cui sono innamorati, del proprio lavoro. Sono innamorati dei propri i tifosi perché tutti seguono l'Inter. Si deve riuscire a mettere sempre il massimo della qualità dentro quei cento minuti. Durante la settimana tutti di tutti i pensieri positivi va fatta la sintesi. Il periodo negativo? Ci siamo entrati come ci entrano prima o poi tutti. C'è quel momento in cui non riesci a fare ciò che vorresti. E quando come a noi accade da anni uscirne diventa più difficile. Non ne siamo contenti, ma tutti volevano rimettere le cose a posto, facendo continue prove per non buttare via quanto fatto via. Abbiamo trovato la soluzione".

Squadra che vince non si cambia: Spalletti non muta nulla rispetto all’undici visto in campo contro il Verona e che dà ormai un po’ di settimane è diventato quello titolare, inamovibile. Davanti ad Handanovic la difesa è la solita, con Skriniar e Miranda centrali e con la coppia Cancelo-D’Ambrosio sugli esterni. In mediana, intoccabili sia Gagliardini che Brozovic, con quest’ultimo rigenerato e atteso a una performance d'élite. Alle spalle dell'unica punta Icardi (tripletta all’andata nel Derby vinto 3-2) ci saranno Rafinha, Candreva, alla caccia del primo gol stagionale dopo l’ultimo segnato praticamente un anno fa nel derby finito 2-2, e Perisic.

VAVEL Logo