Lazio, Immobile dopo la vittoria di Udine: "Giovedì una partita importante". Ed Inzaghi...
Twitter.com

Lazio, Immobile dopo la vittoria di Udine: "Giovedì una partita importante". Ed Inzaghi...

L'attaccante (arrivato al trentottesimo gol in stagione) ed il tecnico commentano l'importantissimo 1-2 della Dacia Arena, guardando già al ritorno dei quarti di finale d'Europa League

Phillip-Sottile
Gianluigi Sottile

Vince ancora la Lazio, che con le rimonte ci ha preso gusto. Prima in Europa League, giusto giovedì scorso, il soffertissimo 4-2 al Salisburgo; oggi invece molto più lineare la sfida della Dacia Arena, che ha visto i biancocelesti imporsi per 1-2 ai danni dell'Udinese nella 31esima giornata di Serie A. Un successo importantissimo, che permette alle Aquile di sorpassare nuovamente l'Inter, riportandosi al quarto posto. A caldo dopo la gara ha detto la sua Ciro Immobile, anche oggi decisivo con una partecipazione attiva ad entrambi i gol della sua squadra. Questa la sua prima battuta ai microfoni di Sky Sport, riguardo la marcatura odierna e la prossima fondamentale sfida di campionato: "Un gol importante perchè ci ha permesso di pareggiare. Siamo stati bravi a ribaltarla subito perchè altrimenti si faceva dura, nel secondo tempo sapevamo di essere stanchi per le fatiche di giovedì quindi siamo stati bravi. Giocare prima del derby era più stimolante, sono felice che ci arriviamo dopo una prestazione fantastica col Salisburgo e la vittoria di stasera. Sappiamo che il derby è molto importante ma anche che giovedì c'è una partita molto importante, anche perchè senò quello che abbiamo fatto non servirà a niente: concentriamoci una partita alla volta".

Oggi per la prima volta i capitolini hanno giocato tutti insieme Luis Alberto, Milinkovic-Savic, Felipe Anderson ed appunto Immobile. Com'è andata? "Bisognerebbe chiedere a Bastos, De Vrij, Luiz Felipe e Lucas Leiva, a volte li abbiamo lasciati da soli. È ovvio con la qualità che hanno questi giocatori ci sono alcune lacune in fase difensiva. Era comunque una squadra che si chiudeva e siamo stati bravi a portare il risultato a casa".

Poco dopo la stessa emittente televisiva ha trasmesso un'intervista a Simone Inzaghi, il tecnico della squadra oggi vincitrice. Anche lui non poteva non sottolineare il valore del risultato di questa serata, che non era facile: "C'era la speranza, perchè per noi era una partita importante. Sono stati bravissimi i ragazzi perchè non hanno perso la lucidità ed hanno continuato a sviluppare quello che proponiamo e nel secondo tempo abbiamo concesso poco e nulla all'Udinese, nonostante i cambi di modulo e le forze fresche dei friulani".

La scelta di optare per zero turnover non è stata dettata soltanto dalla possibilità di riagganciare la zona-Champions: "L'avevo detto in conferenza che avrei potuto anche optare per Luis Alberto e Milinkovic come mezzali, avevo già quelle idee in testa quando le partite non erano giocate. Diciamo che probabilmente con Parolo o Murgia in più in fase difensiva riusciamo a fare meglio, però ho grandissima disponibilità di questi ragazzi. Oggi Luis Alberto e Milinkovic, due di grande qualità, hanno corso tanto. Al momento del cambio di Murgia era difficile la mia scelta perchè stavano facendo entrambi bene, poi ho tolto Luis Alberto, fra l'altro diffidato".

Le prossime due partite saranno giusto un pelo pesanti, specie quella in Europa League: "Saranno due impegni molto importanti, la testa è a Salisburgo. Giochiamo un ritorno dove partiamo avvantaggiati, contro una squadra che corre e ti crea pericolo. Abbiamo un giorno in più, vediamo come recuperano i ragazzi e poi sceglierò la formazione senza pensare al derby. Cercheremo di fare al meglio comunque nella partita di giovedì, c'abbiamo lavorato tutto l'anno scorso e sette mesi di quest'anno".

Massimo Oddo recrimina tanto stasera per un fallo su Jankto all'inizio dell'azione che ha portato al gol dell'1-2: "Siete più bravi voi. Già giovedì dopo il Salisburgo, quando mi hanno chiesto, ho detto che non mi piaceva più parlarne. Era a cinquanta metri dalla porta avversaria, probabilmente c'è stato un tocco ma hanno giudicato così".

Oggi è stata una partita particolare, molto difensiva, per Adam Marusic. Il tecnico sembra soddisfatto del modulo a quattro stelle e cita, alla fine, le dichiarazioni precedente del suo centravanti: "E' stato molto bravo, è normale che avendo due mezzali molto offensive ho chiesto ai quinti di stare più interni perchè altrimenti i difensori e Leiva rimanevano soli. E' stato bravo anche Patric quando è entrato. Siamo venuti a giocare ad Udine contro una squadra che ha grande qualità. Questo schieramento potrebbe avere un futuro, a gara in corso l'abbiamo fatto tante volte, dall'inizio è stato un esordio ma ho dei ragazzi che lo possono fare e l'hanno fatto molto bene. Bisognerebbe chiedere a Lucas Leiva ed i tre difensori quando hanno speso".

VAVEL Logo