Torino: le parole dei protagonisti dopo la sfida contro l'Inter

Salvatore Sirigu e Walter Mazzarri hanno detto la loro dopo la preziosissima vittoria contro l'Inter. Ecco le loro parole.

Torino: le parole dei protagonisti dopo la sfida contro l'Inter
Source photo: profilo Twitter Torino

Una partita combattuta e spuntata con la forza della determinazione e dell'aggressività. Contro l'Inter, il Torino ha infatti vinto anche grazie alla voglia di rivalsa, ottenendo un successo importante per l'Europa League. Intervistato da Sky Sport, è stato il portiere Salvatore Sirigu a dire la sua sul match: "Per come abbiamo giocato e per quanto abbiamo dato abbiamo meritato la vittoria. Se avesse l'Inter avesse vinto o pareggiato non avrebbe rubato niente, sono onesto. È stata una bella partita, noi siamo stati bravi a sbloccarla, oggi non è andata bene a loro, ma non si può dire che il Torino non abbia meritato. Abbiamo attraversato un periodo molto brutto, forse abbiamo capito che non era più necessario guardare la classifica, e che era meglio concentrarsi sul lavoro quotidiano per crescere come squadra, per capire cosa vuole l'allenatore e cercare di farlo".

Parole importanti anche quelle di Walter Mazzarri alla stessa emittente televisiva: "Siamo stati bene in campo. Ero curioso di vedere come ci saremmo comportati contro una grandissima squadra. Con tre attaccanti e il nuovo assetto tattico era da verificare la nostra tenuta. Dopo Cagliari e Crotone oggi c’era un test fondamentale, hanno fatto bene tutti. Questo dimostra che se corriamo tutti e se facciamo le cose da squadra possiamo vincere contro chiunque".

Il tecnico ha poi voluto analizzare la difesa a tre: "Questo è un cantiere ancora in evoluzione. Devo capire ancora le caratteristiche vere di tutti i giocatori, siamo stati sfortunati a Roma, potevamo far gol a Roma e sono convinto che avremmo cambiato tutti i risultati successivi. C’era da rimettere un po’ di fiducia e con questo nuovo assetto credo che ci siamo riusciti. Rivincita contro l’Inter? Non devo fare rivincite di niente. Dopo 15 anni di carriera, i risultati che ho ottenuto non credo di dover dimostrare niente. Oggi era importante per il Torino, perché giocavamo contro la quarta in classifica e con un organico fortissimo. È stata comunque un esperienza positiva per me quella di Milano, sono contento" conclude il tecnico del Torino.