Inzaghi: “La Roma ci ha insegnato una cosa con il Barcellona”
Twitter.com

Inzaghi: “La Roma ci ha insegnato una cosa con il Barcellona”

Il tecnico della Lazio chiede alla squadra di imparare dai giallorossi: in Europa non si possono sbagliare le partite, a prescindere dal risultato

FraNas
Francesco Nasato

La Lazio di Simone Inzaghi come la Roma di Eusebio Di Francesco. L’Europa League come la Champions League, con un’italiana che arriva tra le migliori quattro squadre della competizione. I giallorossi ci sono riusciti in rimonta, i biancocelesti non devono sbagliare la partita di ritorno contro il Salisburgo dopo la bella vittoria dell’andata all’Olimpico. Lì dove la Roma ha insegnato qualcosa alla Lazio.

È questo l’avviso di Simone Inzaghi nella conferenza stampa della vigilia: Complimenti alla Roma per la partita di ieri, testimonia il fatto che le partite di Coppa vanno giocate in 180 minuti e che anche quando si ha un vantaggio importante se si interpreta male la partita può finire male. Domani le tattiche e le strategie saranno molto importanti, all'andata abbiamo interpretato la gara in modo perfetto. Ma al di là di questo c'è stato un grandissimo spirito, insieme a una grande forza e coesione di gruppo. Ho detto questo ai ragazzi, di avere lo stesso spirito domani, troveremo uno stadio caldo e ostile che sosterrà la squadra. Da Roma arriveranno i nostri tifosi, si faranno sentire come sempre. Sappiamo che domani sera avremo una partita difficile da affrontare, dovremo farlo nel modo giusto, il Salisburgo è un'ottima squadra, farà di tutto per renderci difficile la vita. Sono fiducioso, dopo Udine ci siamo preparati al meglio”.

Il tecnico non svela quella che potrebbe essere la formazione che scenderà in campo dal primo minuto: I ballottaggi ci sono in tutti i settori del campo, potrebbe darsi anche che Felipe Anderson e Luis Alberto giochino insieme o che non giochi nessuno dei due. Tra i 20 che sono qui solo Lulic ha qualche problema, ma dopo stamattina abbiamo avuto buone sensazione. Domani sceglierò la formazione. Non vedo stanchezza fisica, i dati sono ottimi, potrebbe esserci la stanchezza mentale che si supera però vedendo gli obiettivi, noi li abbiamo e sono belli. Ci sono stati tanti viaggi e tante partite, ma so che la squadra con gli obiettivi davanti non avrà problemi di questo tipo. Domani sicuramente ci saranno Radu e Parolo, per gli altri dovrò parlare e valutare, cercando di schierare la formazione che mi possa dare le maggiori garanzie senza pensare a domenica. Pensiamo solo e soltanto al Salisburgo, possiamo centrare una semifinale molto importante per noi”.

VAVEL Logo