Spal, contro il Benevento è una finale
Foto Spal Twitter

Spal, contro il Benevento è una finale

Gli spallini non possono fallire al Paolo Mazza contro i sanniti di De Zerbi, sì coriacei ed ancora vivi, ma matematicamente retrocessi. Questione di motivazioni ed ambizioni di una storica permanenza in A per la Spal, che passa inevitabilmente dalla vittoria di oggi contro il Beneveneto.

andrea-bugno
Andrea Bugno

Come una finale. La Spal di Leonardo Semplici è arrivata al momento cruciale della stagione dove voleva esattamente essere, al quart'ultimo posto e con la possibilità di giocarsi le residue opportunità di salvezza davanti al pubblico del Paolo Mazza. Il punticino di vantaggio sul ChievoVerona non è un bottino ragguardevole e, soprattutto in vista dello scontro diretto tra clivensi e Crotone del Bentegodi, gran parte della salvezza degli spallini passa da una vittoria - da ottenere a tutti costi - contro il Benevento di Roberto De Zerbi. Il calendario sorride sì alla squadra di Semplici, che dopo oggi dovrà andare a Torino contro i granata già in vacanza ed ospitare la Sampdoria di Giampaolo al Mazza, ma il crocevia decisivo per la salvezza sarà verosimilmente oggi. 

Spal che arriva alla gara odierna forte del successo di rimonta ottenuto in casa dell'Hellas Verona, seconda squadra con i sanniti a retrocedere matematicamente e prematuramente. Gli emiliani hanno mostrato ancora una volta carattere e grinta, spirito di sacrificio ed abnegazione, armi che stanno dando ragione a Semplici ed i suoi, i quali oggi avranno un ostacolo discretamente ostico da affrontare. Già, perché al netto della retrocessione già acquisita, il Benevento è reduce da cinque punti nelle ultime quattro gare e non sta facendo alcuno sconto a nessun avversario. Non lo farà nemmeno oggi la squadra di De Zerbi, la quale sembra aver già intrapreso il processo di costruzione della squadra per il prossimo anno. 

Le ultime dai campi

Semplici deve rinunciare a Viviani e Floccari, oltre ai lungodegenti Meret, Vaisanene e Borriello e deve registrare la lesione al collaterale per Lazzari che ha finito anzitempo la stagione. Il tecnico di casa conferma però la difesa a tre composta da Cionek, Vicari e Felipe davanti a Gomis, mentre Mattiello e Costa saranno i due laterali. Everton Luiz a fare da regista, con Kurtic e Grassi ai suoi lati. Paloschi, con Antenucci, di punta. 

Anche per De Zerbi numerosi indisponibili tra infortuni e squalifiche: Brignola e Cataldi appiedati dal giudice, Antei, Billong, Costa, D'Alessandro, Djuricic, Guilherme, Memushaj e Tosca da problemi fisici. Difesa a quattro composta da Gyamfi, Sagna, Djimsiti, Venuti, con l'ex Arsenal che scala al centro davanti a Puggioni. Del Pinto e Parigini ai lati di Sandro e Viola, mentre in avanti torna Diabaté con Iemmello. 

Le probabili formazioni

Spal (3-5-2): Gomis; Cionek, Vicari, Felipe; Mattiello, Kurtic, Everton Luiz, Grassi, Costa; Paloschi, Antenucci. Allenatore: Leonardo Semplici.

Benevento (4-4-2): Puggioni; Gyamfi, Sagna, Djimsiti, Venuti; Del Pinto, Sandro, Viola, Parigini; Iemmello, Diabaté. Allenatore: Roberto De Zerbi.

VAVEL Logo