Serie A: l'Inter affonda l'Udinese, è 0-4 alla Dacia Arena

L'Inter chiude la pratica già nel primo tempo con tre gol, poi nei secondi 45 sigla il gol del definitivo 0-4. Fofana espulso al minuto 49

Serie A: l'Inter affonda l'Udinese, è 0-4 alla Dacia Arena
Il gol del vantaggio di Ranocchia | TWITTER @Inter
Udinese
0 4
Inter
Udinese: Bizzarri; Larsen, Danilo, Samir; Widmer, Fofana, Behrami (Jankto, min.74), Balic, Adnan; De Paul (Barak, min.51), Lasagna (Perica, min.79)
Inter: Handanovic; Cancelo, Skriniar, Ranocchia, Dalbert (Santon, min.70); Borja Valero, Brozovic; Candreva (Karamoh, min.79), Rafinha (Eder, min.84), Perisic; Icardi
SCORE: 0-1, min.13, Ranocchia. 0-2, min.44, Rafinha. 0-3, min.45, Icardi. 0-4, min.72, Borja Valero
ARBITRO: Paolo SIlvio Mazzoleni AMMONISCE: Danilo (min.34) ESPELLE: Fofana (min.49)
NOTE: Gara valida per la trentaseiesima giornata di Serie A TIM 2017/2018. Incontro fra Udinese e Inter, Stadio Dacia Arena di Udine.

Sprint finale di stagione, l'Inter in lotta per un posto in Champions, l'Udinese per restare in Serie A. Obiettivi opposti, ma motivazioni che dovrebbero essere allo stesso livello. Così non è però, con i nerazzurri che annichiliscono un Udinese che in realtà quasi sembra non provarci, se non con qualche fiammata di Lasagna. Il primo tempo finisce con tre gol di vantaggio per gli uomini di Spalletti, che vanno in vantaggio con Ranocchia -titolare per via di un problem accusato da Miranda nel pre-partita-, poi nel finale della prima frazione arrivano i gol di Rafinha ed Icardi, che mettono già una grossa ipoteca sul match. Nel mezzo fra il primo e gli altri due gol dei nerazzurri, un paio di occasioni con Behrami e Lasagna per l'Udinese.

Ad inizio ripresa Fofana compie un gesto scellerato, affondando senza bisogno i tacchetti nel polpaccio di Perisic. Mazzoleni controlla al VAR e decide per il rosso diretto, che dunque lo terrà fuori per le restanti giornate di campionato. L'Inter congela la partita e sfrutta solo eventuali ripartenze, come quella che al settantaduesimo porta al quarto gol firmato Borja Valero. Nel finale Karamoh colpisce la traversa. Inter che fa sentire il fiato sul collo a Lazio e Roma, Udinese che invece sente quello della zona retrocessione

Brozovic e Ranocchia | TWITTER @Inter
Brozovic e Ranocchia | TWITTER @Inter
LA PARTITA

L'Inter domina la prima frazione di gioco, con l'Udinese che non sembra dare segni di reazioni nonostante l'infinita serie di risultati negativi. Al quinto minuto Cancelo su punizione disegna una traiettoria perfetta per la testa di Perisic che stacca da solo a porta spalancata, ma Danilo salva sulla linea. Tre minuti dopo è Candreva a provare la fortuna e a cercare il primo gol del suo campionato, il suo destro però è parato da Bizzarri. L'Inter continua a pressare l'Udinese e anche Icardi prova a sbloccare la situazione, il tiro però è troppo su Bizzarri, che blocca in due tempi.

Il gol è nell'aria e arriva al tredicesimo su calcio d'angolo: cross di Brozovic sul primo palo, Ranocchia si stacca e spizza di testa verso il secondo palo, battendo Bizzarri. Forse c'è una leggera deviazione di Lasagna, ma il gol è del 13 nerazzurro. Al diciassettesimo Danilo salva nuovamente sulla linea: Bizzarri esce fuori area per anticipare Icardi, la palla arriva a Perisc che tira, ma trova nuovamente il capitano dell'Udinese a fare da portiere aggiunto. Poi momento di stallo della partita fino al minuto trentacinque, quando Rafinha con il tacco trova Perisic centralmente, il croato allarga per Candreva che a tu per tu con Bizzarri tira alto. C'era anche Icardi da solo al centro.

Si sveglia dal torpore dall'Udinese e colleziona una doppia occasione: prima al trentacinquesimo con un colpo di testa di Behramin di poco alto su cross di Widmer e successivamente con Lasagna che elude la marcatura di Ranocchia e tenta con la punta, sparando su Handanovic. Al quarantunesimo, dopo l'assist, Brozovic prova a mettersi in proprio su punizione, con Bizzarri che vola e la mette in calcio d'angolo.

Raddoppiano i nerazzurri al minuto 44: Icardi difende la palla e imbuca sulla destra, Candreva in fuorigioco è bravissimo a far scorrere per Rafinha, l'ex Barcellona rientra sul mancino e poi chiude di potenza sul primo palo battendo Bizzarri. Il portiere dell'Udinese ne prende un altro un minuto più tardi, stavolta per un suo grave errore: rilancio lungo verso Icardi, che punta Samir spostandosi la palla sul destro e tira di potenza sul palo di Bizzarri, con il portiere argentino che arriva in gran ritardo e non riesce a prendere la sfera. Tiro tutt'altro che letale, ma è comunque 0-3 Inter a fine primo tempo.

L'Udinese riparte rabbiosa con il suo uomo migliore Kevin Lasagna, che servito da De Paul calcio di poco alto. Zappata sui piedi dei friuliani al minuto 49, quando Fofana affonda i tacchetti nel polpaccio di Perisic. Mazzoleni va al VAR per controllare l'episodio e decide che è rosso diretto per il centrocampista dei bianconeri. Udinese sotto di tre e in dieci per l'intero secondo tempo.

L'Inter congela la partita fino al minuto 72, quando dopo una conclusione di Perisic, Borja Valero si ritrova davanti a bizzarri e con l'interno destro mette in rete il quarto gol per i nerazzurri, chiudendo definitivamente il match. Nel finale c'è il tempo per una traversa di Karamoh, sfortunato ancora una volta, dopo un contropiede portato avanti da Icardi ed Eder, con l'italo-brasiliano che poi ha servito il giovane francese. 

Finisce 0-4 una partita senza appello per l'Udinese, che dovrà fare a meno anche di Fofana nel prossimo match. La cura Tudor non sembra attecchire e i friuliani adesso sono a tre punti dalla retrocessione. 

Candreva | TWITTER @Inter
Candreva | TWITTER @Inter