Milan, Romagnoli: "La Juventus si batte solo con una partita perfetta"
twitter.com

Milan, Romagnoli: "La Juventus si batte solo con una partita perfetta"

Il difensore del Milan spiega la sua ricetta per arrivare a vincere la Coppa Italia

FraNas
Francesco Nasato

Alessio Romagnoli ha rischiato di non giocare la finale di Coppa Italia per un infortunio muscolare. Il centrale invece ha recuperato ed è tornato in campo in campionato contro il Verona, dando buoni segnali in vista della gara dell'Olimpico contro la Juventus. Gattuso invece potrà contare su Romagnoli ed è pronto a schierarlo in campo al fianco di Bonucci nella sua formazione ideale.

Romagnoli ha parlato al Corriere dello Sport della sfida contro la squadra di Allegri, indicando una via precisa per arrivare alla vittoria: "Questa Juventus è battibile ma devi giocare la partita perfetta, devi avere un equilibrio eccezionale fino al fischio finale. La Juve ti può colpire, ti può fare male in ogni momento. Per loro non è importante il modulo… Sono tutti fenomeni, qualsiasi dettaglio è curato alla perfezione. Affrontiamo la formazione che da sette anni comanda in Italia. In campionato avremmo meritato di più nella gara di ritorno allo Stadium. Sicuramente il Milan è più forte di quello del 2016, il gruppo storico è cresciuto e maturato. Adesso poi noi abbiamo anche altri grandi campioni che ci possono aiutare. 

Domani conta solo vincere la Coppa Italia; contro la Juve 90 minuti non bastano mai? È vero ma penso che questa volta sia noi che i bianconeri cercheremo di risolvere la partita entro i tempi regolamentari. Meglio evitare i supplementari anche se per quanto ci riguarda stiamo molto bene fisicamente. Non è vero che siamo in flessione. Anzi, dobbiamo crederci, dobbiamo provare a conquistare un trofeo importante battendo questa super Juve. Non sono mai stato pessimista dopo l’infortunio contro il Sassuolo, sapevo che il problema non era così grave. Lo staff medico e quello fisiatrico hanno risolto qualsiasi incertezza.

Gattuso in più ha portato sicuramente la mentalità, lui ha vinto tutto con la sua squadra e la voglia di vincere è fondamentale per noi, non bisogna lasciare nulla al caso, non bisogna mai limitarsi. Nonostante non fossimo ancora pronti per qualcosa di grande e importante, tutti noi abbiamo fatto sacrifici, lavorando tantissimo quindi meritiamo giusto riconoscimento. Sarebbe importante ottenere l’accesso diretto all’Europa League evitando i preliminari. In questi anni ci sono stati evidenti miglioramenti, raggiungere questo obiettivo significherebbe anche crescere ancora di più in minor tempo".

VAVEL Logo