Coppa Italia, Juventus - Milan: Juve campione! Milan che cade sotto i colpi dei bianconeri (4-0)

Secondo tempo disastroso per il Milan che cede sotto i colpi della Vecchia Signora.

Coppa Italia, Juventus - Milan: Juve campione! Milan che cade sotto i colpi dei bianconeri (4-0)
Benatia esulta per il goal / JuventusTwitter
Juventus
4 0
Milan
Juventus: (4-3-1-2) Buffon; Cuadrado, Barzagli, Benatia, Asamoah; Khedira, Pjanić, Matuidi; Dybala (Higuain, min.83), Douglas Costa (Bernardeschi, min.73); Manduzkic.
Milan: (4-3-3) G.Donnarumma; Calabria, Bonucci, A.Romagnoli, Ricardo Rodríguez; Kessié, Locatelli (Montolivo, min.80), Bonaventura; Suso (Borini, min.68), Cutrone (Kalinic, min.62), Çalhanoglu
SCORE: 1-0, min.56, Benatia. 2-0, min.61, D. Costa. 3-0, min.64, Benatia. 4-0, min.76, Kalinic (AG)
ARBITRO: Antonio Damato (ITA) Ammoniti: Douglas Costa (min.62), Calabria (min.73).
NOTE: Gara valida per la finale di Coppa Italia. Match giocato all'Olimpico di Roma alle 21.00 ora italiana.

Dopo un primo tempo equilibrato è la Juventus ad aggiudicarsi la Coppa Italia, autore di una splendida seconda metà di gara. Finisce 4-0 all'Olimpico contro il Milan, 

Le scelte di Max Allegri

4-3-1-2 per il tecnico livornese che schiera Buffon in porta, seguito da Barzagli e Benatia in difesa, con Chiellini in panchina. Sulle fasce arretrate ci sono Cuadrado e Asamoah. A centrocampo solito trio con Pjanic, Khedira e Matuidi dietro il tridente scoppiettante composto da Mandzukic, Douglas Costa e Dybala. Solo panchina per Higuain.

 

 

Le scelte di Gattuso

4-3-3 per l'ex giocatore rossonero che opta per Calabria Rodriguez sulle fasce. Romagnoli e Bonucci centrali di difesa, seguiti a centrocampo da Bonaventura, Locatelli e Kessiè. In attacco spazio a Cutrone, nel tridente insieme a Suso e Calhanoglou.

 

La Partita

PRIMO TEMPO - Juventus che inizia il primo tempo subito propositiva, con Khedira che, tramite un inserimento,  si rende subito pericoloso, non riuscendo però a servire Mandzukic sul secondo palo. Il Milan controbatte poco dopo con Cutrone, che calcia di destro impegnando un attento Buffon. La Juve sembra più offensiva rispetto agli avversari, affacciandosi con meno timidezza in avanti, non riuscendo a concretizzare le poche occasioni create.

Al 31 esimo il Milan si fa vedere con Bonaventura, che prova un mancino da fuori area che si spegne sul fondo. Pochi minuti dopo arriva l'occasione più ghiotta per i bianconeri, con Mandzukic che dopo un bel cross di Cuadrado colpisce di testa, non riuscendo a dare forza e precisione al pallone. Il primo tempo sta volgendo al termine e Benatia, in ritardo, falcia Calhanoglou sulla fascia destra. L'arbitro però fischia in quel momento la fine della prima frazione di gara, che si conclude tra le proteste del Milan.

MilanTwitter

SECONDO TEMPO - Milan che parte subito aggressivo, con Bonaventura che, dopo aver saltato Cuadrado, mette in mezzo un pallone velenoso, non trovando nessuno in mezzo all'area di rigore. La Juventus risponde pochi minuti dopo con Dybala che dopo una bella triangolazione non riesce a far girare abbastanza il pallone da impensierire Donnarumma. Passa qualche minuto e arriva di nuovo un'altra bella conclusione di Dybala, stavolta da fuori area, tramite una rasoiata messa in angolo dal portiere rossonero. Sugli sviluppi del corner arriva il goal del vantaggio bianconero, con Benatia che di testa gira il pallone dietro le spalle di Donnarumma. La Juventus si scatena e con lei anche il suo gioiello Dybala che ancora una volta impegna l'estremo difensore avversario con un gran mancino da fuori area ben respinto in corner.  Il goal del raddoppio non tarda ad arrivare l'autore del 2-0 è Douglas Costa che di mancino beffa ancora una volta il portiere avversario, che si fa scivolare dalle mani la conclusione poco violenta del brasiliano. 

JuventusTwitter

Il Milan affonda sotto i colpi della Vecchia Signora, la quale arriva addirittura al terzo goal, con Benatia. L'ex difensore del Bayern approfitta di un altro errore di Donnarumma, il quale non blocca il colpo di testa di Mandzukic. Gli uomini di Gattuso provano a reagire e vanno vicini al goal del 3-1 dopo una bella azione pericolosa di Kalinic, che dopo un buon cross prende in pieno Matuidi che stampa il pallone sul palo, sfiorando l'autorete. Al 76 esimo arriva la mazzata finale per il Milan, che subisce il poker bianconero. Complice Kalinic il quale su un cross di Pjanic spinge involontariamente il pallone nella propria rete. I rossoneri provano a reagire e lo fanno prima con Locatelli e  poi con Borini, ma entrambi trovano solo l'immenso muro innalzato da Gigi Buffon.

JuventusTwitter

Fischio finale all'Olimpico, con la Juventus che vince la Coppa Italia per la tredicesima volta e per il quarto anno consecutivo, Primo trofeo stagionale per Max Allegri che ora pensa alla fase finale dello scudetto.