SPAL: obiettivo salvezza più vicino, contro il Torino non si può sbagliare
Source photo: twitter SPAL

SPAL: obiettivo salvezza più vicino, contro il Torino non si può sbagliare

I ragazzi di Semplici hanno una ghiottissima occasione per avvicinarsi alla prima salvezza in Serie A. Considerando  le sfide delle altre formazioni e l'assenza di obiettivi del Torino, la SPAL non dovrà infatti fallire il match ball, andando così a giocarsi l'utimo turno con tranquillità.

antonio-abate
Antonio Abate

Ad inizio stagione era stata indicata come prima candidata alla retrocessione immediata, a due giorni dalla fine del campionato è forse la rosa che, tra quelle ancora potenzialmente a rischio, può dormire sogni più sereni. Non si potrebbe descrivere meglio la situazione della SPAL di Leonardo Semplici, bella realtà del nosto calcio prossima a conquistare una miracolosa salvezza. Grazie alle utime due vittorie contro Hellas e Benevento, infatti, gli estensi si sono portati a quota 35, distanziando di due punti la diciottesima piazza. Poco, sulla carta, ma abbastanza se si considera la posizione di classifica della SPAL. I ragazzi di Semplici sono quattordicesimi, con ben cinque squadre messe peggio. Contro il Torino l'obbligo sarà dunque quello di non sbagliare, strappando almeno un pari in casa di una rosa ormai lontana da qualsiasi obiettivo stagionale.

In caso di punti, infatti, i ragazzi di Semplici potrebbero tirare un grosso sospiro di sollievo, considerando le partite delle altri concorrenti per la salvezza. Il Cagliari dovrà vedersela infatti contro la Fiorentina, al Crotone toccherà la Lazio. Due partite ardue e con un risultato abbastanza scontato, solo però sulla carta. Più agevole, invece, il turno del Chievo Verona, in casa di un Bologna a cui mancherebbe solo un punto per la matematica salvezza. I felsinei di Roberto Donadoni non rischiano affatto la retrocessione, la voglia di fare bene davanti al proprio pubblico potrebbe però essere un fattore da non sottovalutare. Trasferta da sfruttare appieno, poi, per l'Udinese di Igor Tudor, che se la vedrà contro un Hellas Verona già retrocesso. La vittoria non è scontata, i bianconeri dovranno però alzare i giri del prorpio motore.

Secondo le ultime provenienti da Ferrara, Semplici dovrà confermare il 3-5-2 valutando però Mattiello, fermatosi durante gli ultimi allenamenti. Il ragazzo ex Juventus Primavera non dovrebbe comunque saltare la prossima sfida di campionato. Davanti al portiere Gomis, la difesa potrebbe essere composta da Cionek, Simic e Felipe. Il centrale della retroguardia a tre è però in ballottaggio con Salamon. Nella zona mediana del campo, chiavi del gioco affidate a Everton Luiz, occhio però alla candidatura del più esperto Schiattarella. Ai lati del metodista, certi del posto Kurtic e Grassi. In attacco spazio all'esperto Antenucci, che verrà affiancato da uno tra Paloschi e Sergio Floccari.

VAVEL Logo