Semplici: "La SPAL ha il destino nelle sue mani"
facebook.com

Semplici: "La SPAL ha il destino nelle sue mani"

La gara con il Torino potrebbe dare la spinta decisiva verso la salvezza, ma il tecnico deve gestire parecchie assenze

FraNas
Francesco Nasato

Contro Verona e Benevento la SPAL ha fatto il proprio dovere e si è messa nelle condizione di dipendere solo da se stessa nella lotta salvezza. Se la squadra di Semplici dovesse fare risultato anche nelle ultime due partite di campionato, allora la permanenza in Serie A sarà un dato di fatto. Primo ostacolo da superare è il Torino di Mazzarri che non ha più nulla da chiedere al suo campionato, ma che resta formazione organizzata e con una buona qualità. La SPAL quindi non può permettersi distrazioni.

Semplici ribadisce questi concetti in conferenza stampa: "Il Torino è squadra forte ed esperta, con una società tra le più prestigiose del campionato, giocheranno spensierati per concludere nel migliore dei modi la stagione davanti ai propri tifosi. Dal canto nostro cercheremo di dare continuità agli ultimi risultati cercando di trovare un risultato positivo per il quale servirà una grande prestazione. Il destino è nelle nostre mani, siamo tra le poche squadre che giocano con due punte vere a testimonianza di quanto cerchiamo sempre di fare risultato. Sarebbe improvvido cambiare il modulo di partenza, al massimo ci saranno variazioni durante la gara.

Kurtic mi auguro sia decisivo, lo abbiamo preso per questo. Come tutti i suoi compagni deve riuscire ad esprimere le proprie qualità in campo. E’ difficile che domani si possa parlare già di salvezza matematica dato che si dovrebbero incastrare diversi risultati. La squadra ha raggiunto la maturità facendo tesoro degli errori passati e migliorando il proprio livello di attenzione.

Mi ha fatto piacere vedere la squadra allenarsi con qualche sorriso in più dopo le ultime vittorie, anche perché troppa tensione può far male. Per il resto i ragazzi si sono allenati nella giusta maniera come sempre".

VAVEL Logo