Serie A: il Crotone ferma la Lazio sul 2-2. Salvezza e Champions si decidono all'ultima tornata

La Lazio passa in vantaggio, ma poi non riesce a contenere la voglia di salvezza del Crotone, che ribalta il risultato, facendosi poi pareggiare solo nei minuti finale del secondo tempo

Serie A: il Crotone ferma la Lazio sul 2-2. Salvezza e Champions si decidono all'ultima tornata
twitter.com
Crotone
2 2
Lazio
Crotone: Cordaz; Sampirisi, Ceccherini, Capuano, Martella; Rodhen, Barberis (Ricci, min.89), Mandragora; Faraoni (Stoian, min.59), Simy, Nalini (Trotta, min.74)
Lazio: Strakosha; Wallace, De Vrij, Radu (Caceres. ,min.55); Basta (Nani, min.65), Murgia (Patric, min.55), Leiva, Milinkovic-Savic; Lulic; Felipe Anderson, Caicedo
SCORE: 0-1, min.17, Lulic. 1-1, min. 29, Simy. 2-1, min.61, Ceccherini. 2-2, min.84, Milinkovic-Savic
ARBITRO: Paolo Mazzoleni. AMMONISCE: Radu (min.20), Murgia (min.23), Nalini (min.36), Nani (min.70)
NOTE: Gara valida per la 37esima giornata di Serie A TIM 2017/18. Incontro fra Crotone e Lazio. Stadio Ezio Scida di Crotone

Finisce 2-2 la sfida dell'Ezio Scida fra Crotone e Lazio. Biancocelesti in vantaggio su rigore grazie a Lulic, poi i pitagorici la ribaltano con Simy prima e Ceccherini poi. Nel finale la Lazio attacca a pieno organico e trova la rete del pareggio con Milinkovic-Savic, il quale negli ultimi quattro minuti di gioco ha altre due occasioni nitide per portare la Lazio in vantaggio, ma senza riuscirci. Lotta Champione e lotta salvezza da decidere nell'ultima giornata, in un campionato avvincente come non lo si vedeva ormai da un po' di anni in Italia. 

LA PARTITA

Tensione palpabile all'Ezio Scida sin dai primi minuti di giochi, con l'atteggiamento dei giocatori in campo che si fa subito piuttosto deciso. Le due squadre attaccano a turno senza risparmiarsi. La prima occasione da gol è per i biancocelesti con Milinkovic-Savic, che al tredicesimo su situazione da calcio d'angolo raccoglie la sfera al limite dell'area di rigore e lascia partire una bordata. Palla di poco a lato. Al quindicesimo intervento di Ceccherini su Lulic in area di rigore, Mazzoleni senza esitare congede il calcio dagli undici metri, decisione confermata anche dal VAR. Parte lo stesso capitano della Lazio che mira con precisione all'angolino in basso a destra, Cordaz intuisce ma non può arrivarci. Il Crotone reagisce e al ventinovesimo raggiunge il pari con l'ennesimo gol di Simy, scatenato nel girone di ritorno: cross teso di Martella al centro, col nigeriano che svetta su tutti e buca Strakosha. Qualche dubbio sulla posizione di Simy, ma grazie alle immagini del VAR il gol viene convalidato, Basta troppo corto teneva in gioco tutti. Al minuto trentanove grandissima palla di Anderson a trovare Caicedo, che a tu per tu con Cordaz si fa ipnotizzare dal portiere del Crotone e gliela tira in braccio. I biancocelesti terminano in attacco il primo tempo avendo altre due occasioni da rete: prima Milinkovic al quarantunesimo, con un tiro a giro intercettato da cordaz e poi Leiva dopo una bella azione con scambi corti, piattone sinistro che però termina sui cartelloni pubblicitari. 
Si conclude in pareggio il primo tempo fra Crotone e Lazio. Risultato che lascerebbe una flebile speranza ai calabresi di salvarsi e che terrebbe aperto il discorso Champions League fra Inter e Lazio, da decidere poi all'ultima giornata nello scontro diretto fra le due

Nei secondi quarantacinque minuti la Lazio riparte subito fortissima e sfiora il gol del vantaggio al quarantasettesimo con Caicedo che stacca su cross di Anderson e colpisce la traversa. Ma è il Crotone a passare in vantaggio al minuto 61: punizione di Barberis che trova Ceccherini da solo in area. Il centrale con il piattone destro gonfia la rete e ribalta clamorosamente il risultato. Sette minuti più tardi i pitagorici rischiano addirittura di fare il 3-1, con Rohden che si vede negata la gioia dal gol da un intervento sulla linea di De Vrij, dopo essere stato servito ottimamente da Nalini. La Lazio reagisce ma lo fa solo al minuto 73, quando un'altra iniziativa di Anderson porta al tiro Milinkovic, il serbo però manda la palla sull'esterno della rete. Stesso copione undici minuti più tardi, palla di Anderson per Milinkovic in area, che si smarca da Sampirisi e stavolta batte Cordaz. Adesso è un assolo Lazio, anzi un assolo Milinkovic-Savic. Neanche due minuti più tardi, cross di Cacères e ancora il numero 21 a dominare su tutti in area e a staccare di testa, mandando di pochissimo a lato. Stessa azione un minuto più tardi, l'ex Juve crossa, Milinkovic stacca, ma stavolta Cordaz para e disinnesca il pericolo.