Lazio, preso Cristante: è l'acquisto più oneroso della gestione Lotito

Cristante è il primo colpo estivo della Lazio: Tare batte la concorrenza e si assicura il talentuoso centrocampista bergamasco.

Lazio, preso Cristante: è l'acquisto più oneroso della gestione Lotito
Facebook Lazio

E' rimbalzata in mattinata la notizia, resa pubblica per prima dalla versione cartacea di 'La Repubblica.it', ed è stata ben presto divulgata da tutti i maggiori quotidiani e mezzi d'informazione sportiva del bel paese. Bryan Cristante è il primo acquisto estivo della Società Sportiva Lazio, manca soltanto l'ufficialità. 

JUVE E ROMA BEFFATE 

Le cifre ufficiali non sono ancora state rilasciate, ma le prime indiscrezioni parlano di un esborso economico vicino ai 25-30 milioni di euro per i capitolini. Una cifra che, qualora la notizia dovesse venir confermata, renderebbe Cristante il colpo più esoso della gestione Claudio Lotito, nonchè uno dei cinque acquisti più onerosi della storia della Lazio. Sul giocatore si erano mossi diversi club italiani e non solo, come confermato dal direttore generale dell'Atalanta Bergamasca Calcio Umberto Marino, ma la Lazio è stata più lesta di tutti e si è assicurata il talento classe '95 degli orobici. 

CRISTANTE EREDE DI MILINKOVIC?

L'acquisto di Cristante non è necessariamente legato alla cessione di Sergej Milinkovic-Savic. Infatti, le plusvalenze realizzate nell'ultima sessione estiva di calciomercato e il bilancio chiuso in attivo di 14 milioni daranno ad Igli Tare una libertà sul mercato che probabilmente non ha mai avuto. La Lazio è una società in salute e che non ha necessità di vendere. Lotito non vuole privarsi di Milinkovic, lo farebbe solo dinanzi ad offerte esagerate, e lo stesso giocatore serbo è felice a Roma. In caso di quarto posto, poi, le possibilità di vedere SMS (almeno) un'altra stagione nella Capitale aumenterebbero ulteriormente. Cristante potrebbe rivelarsi una preziosa alternativa tattica, quella di cui non ha mai potuto disporre Simone Inzaghi in questa stagione. Più volte il piacentino è stato costretto a chiedere gli straordinari al gigante serbo, oppure ad arretrare Luis Alberto, a causa della mancanza di alternative in panchina con le stesse caratteristiche del classe '95. La Lazio sta diventando una grande squadra e una grande squadra ha bisogno di alternative valide per far rifiatare i titolari, specialmente se l'anno prossimo dovesse profilarsi la possibilità di tornare a giocare la Champions League. Cristante rappresenta questo: un tassello in più da inserire a centrocampo, al posto di Marco Parolo o per far tirare il fiato a Milinkovic, ma anche un titolare in prospettiva. Il giorno in cui Sergej lascerà Roma, la Lazio avrà il suo erede naturale già in casa.