Italia - Arabia Saudita: il nuovo corso azzurro parte stasera

L'anno zero del calcio italiano comincia questa sera contro la nazionale araba, qualificatasi al Mondiale dopo dodici anni.

Italia - Arabia Saudita: il nuovo corso azzurro parte stasera
Italia - Arabia Saudita: il nuovo corso azzurro parte stasera | Twitter Vivo Azzurro

La mancata partecipazione al Mondiale di Russia 2018 è ancora un ferita aperta, ma il nuovo corso della nazionale italiana deve cominciare e lo farà stasera, in Svizzera, contro l'Arabia Saudita. La prima selezione di Roberto Mancini sfiderà gli arabi, squadra certamente alla portata, ma da non sottovalutare poiché sta preparando la Coppa del Mondo da ormai un mese.

La novità dell'era manciniana è certamente il ritorno in grande stile di Mario Balotelli, tornato in maglia azzurra dopo due anni e pronto a prendersi un ruolo da protagonista e, se necessario, anche la fascia di capitano - attualmente, farà da vice a Leonardo Bonucci. Super Mario sarà uno dei cardini della nuova nazionale, attorno a lui girerà l'attacco azzurro che oltre ai colpi dell'attaccante del Nizza, potrà sfruttare le giocate di Insigne, il giocatore colpevolmente estromesso nel fatale ritorno contro la Svezia. Chi sarà il terzo giocatore nel tridente di Mancini è un'incognita per il futuro, attualmente, però, sarà Matteo Politano, reduce da un'ottima stagione con il Sassuolo e chiusa in crescendo. Oltre all'esterno scuola Roma, volti freschi anche in mezzo al campo. A Jorginho le chiavi della squadra, al suo fianco due incursori di prima scelta come Pellegrini e Cristante. Nuova linfa, nuove energie, nuove ambizioni per un ambiente che deve ripartire da zero per ritrovarsi e tornare ai fasti di un tempo. 

Fasti rispetto a cui, però, c'è un'anomalia storica. Per la prima volta da tanti, tantissimi anni, non ci saranno giocatori della Juventus nell'undici titolare. Arrivati a fine ciclo Buffon e Barzagli, infortunati Chiellini e Marchisio, non pronti per la titolarità De Sciglio, Rugani e Bernardeschi, Mancini si affida ai prodotti delle altre squadre, forte segnale anche per ripartire. Il commissario tecnico si affida, correttamente, alla linea verde e avrà a disposizione tre partite per convincere un popolo di cittì che la scelta effettuata da Malagò è quella corretta. Non sarà semplice, ma è doveroso provarci. 

Italia (4-3-3): Donnarumma; Zappacosta, Bonucci, Romagnoli, Criscito; Cristante, Jorginho, Pellegrini; Politano, Balotelli, Insigne. Ct: Roberto Mancini.

Arabia Saudita (4-3-3): Al Mosailem; Al Mowalad, Omar Hawsawi, Osama Hawsawi, Al Shahrani; Al Jassim, Al Faraj, Al Muwallad; Al Dawsari, Al Sahlawi, Bahebri. Ct: Juan Antonio Pizzi.