Cagliari: Srna vicino alla firma, occhi puntati su Locatelli e Valdifiori

Freme il calciomercato del Cagliari. In mediana piace moltissimo Manuel Locatelli, più agevole Mirko Valdifiori. In difesa il nome caldo è quello di Srna, per Romulo è duello di mercato con molte big di A.

Cagliari: Srna vicino alla firma, occhi puntati su Locatelli e Valdifiori
source photo: Cagliari Calcio

Continua freneticamente il calciomercato del Cagliari. Mentre il presidente Giulini si rivedrà con Rolando Maran per definire il contratto, la dirigenza sarda se la vedrà per puntellare la rosa. Il primo nome per il futuro, dato ormai per ufficiale, è quello di Darijo Srna, esperto difensore in uscita dagli ucraini dello Shakthar Donetsk. Croato, classe 1982, Srna sarebbe un rinforzo di esperienza e qualità, un interprete del pacchetto arretrato utilizzabile sia da terzino in una difesa a quattro che in un ipotetico 3-5-2. La fumata bianca è davvero vicinissima, il ragazzo si è preso qualche ora di tempo per visitare la struttura di allenamento e per valutare il contratto.

Grandi manovre anche nella zona mediana del campo. Il primo nome che stuzzica tifoseria e società è quello di Manuel Locatelli, su cui Rino Gattuso ha però posto un veto. Il mediano del Milan non è però inarrivabile: un’ipotetica sanzione UEFA e la sicurezza di giocare titolare o quantomeno in gran parte delle sfide potrebbe accelerare una trattativa che regalerebbe al Cagliari un ragazzo talentuoso ed in fase di crescita. Secondo quanto riportato da La Nuova Sardegna, piace anche Mirko Valdifiori, molto più fattibile visto il suo scarso utilizzo in rosa. Più rodato per la nostra Serie A, il centrocampista ex Napoli ed Empoli sarebbe una soluzione economica ma sicura, con Valdifiori seriamente intenzionato a rilanciarsi dopo le altalenanti parentesi sotto il Vesuvio e nel capoluogo piemontese.

In ultimo, piace moltissimo Romulo, "tuttocampista" che ha però tanti ammiratori sparsi per lo stivale. Nonostante le trentuno primavere, l’italo-brasiliano ha tanto mercato per la sua duttilità tattica. Nato centrocampista centrale, Romulo può essere tranquillamente impiegato sia da esterno che in attacco, sacrificandosi anche se c’è da interpretare il ruolo di terzino. Unico a salvarsi nell’ultima stagione di Serie A, il classe ’87 è fortemente voluto anche da Sampdoria e SPAL, pronte ad ingolosirlo con offerte importanti.