Chievo Verona: Montalto e Djordjevic in attacco, rinnovo per Gobbi e Dainelli
source photo: twitter chievo

Chievo Verona: Montalto e Djordjevic in attacco, rinnovo per Gobbi e Dainelli

Filip Djordjevic sarà un calciatore del Chievo Verona a partire dal primo giugno, piace moltissimo Montalto. Tutto pronto per il rinnovo di Gobbi e Dainelli, per la difesa è forte il nome di Vasco Regini.

antonio-abate
Antonio Abate

Rivoluzione in attacco in casa Chievo Verona. Con la partenza di Roberto Inglese al Napoli, la dirigenza rossoblu si è subito attivata sul mercato, sondando il terreno per colpi validi ed a basso costo. Uno dei nomi caldi delle ultime ore è quello di Adriano Montalto, attaccante classe '88 che con la Ternana ha segnato venti goal nella scorsa stagione di Lega B. Finalmente pronto per il salto di qualità dopo varie annate positivissime, l'ex Juve Stabia viene valutato due milioni di euro, cifra davvero vantaggiosa per scommettere su un calciatore che ha dato prova di pericolosità sotto porta e di tecnica al momento di proteggere e far salire la rosa. 

Accordo raggiunto, invece, con Filip Djordjevic, ex attaccante della Lazio attualmente svincolato. Vecchia conoscenza della nostra Serie A, il trentenne serbo ha ancora tanta voglia di fare bene, portando in dote a Verona un fisico importante ed una capacità di caricarsi l'attacco sulle spalle. In scadenza a partire dal primo luglio, Djordjevic si legherà per altri tre anni, diventando punto focale dello scacchiere tattico di Lorenzo D'Anna. Superata la concorrenza di Babacar e Falcinelli, trattative economicamente meno favorevoli. In difesa piace moltissimo Vasco Regini, messo sul mercato dalla Sampdoria nonostante un contratto in essere fino al 2021. 

Tutto fatto anche per il rinnovo di Massimo Gobbi e Dario Dainelli, veri e propri simboli del Chievo Verona degli ultimi anni. In scadenza a fine mese, i due difensori non abbandoneranno la nave veronese, che nella prossima stagione dovrà navigare in acque tranquille ed evitare i pericoli che hanno seriamente alimentato il rischio di una retrocessione davvero paurosa. 

VAVEL Logo