Mertens: "Io mai in Cina perchè mia moglie non vuole"

L'attaccante del Napoli ha parlato dal ritiro del Belgio del suo futuro smentendo un eventuale trasferimento in Cina e confermando la permanenza in Campania per la prossima stagione a meno di offerte clamorose.

Mertens: "Io mai in Cina perchè mia moglie non vuole"
mertens ed insigne esultano sotto la curva (fonte foto twitter napoli)

Dopo una stagione esaltante con il Napoli che lo ha visto ad un passo dalla vittoria dello Scudetto, Dries Mertens volta pagina e ora è concentrato sul Mondiale in Russia che inizierà giovedì 14. Il Belgio non è tra le squadre favorite ma è da molti considerato come un'outsider per le grandi qualità specialmente in attacco dove Mertens contenderà il posto a gente del calibro di Hazard, Lukaku e Carrasco.

L'attaccante del Napoli, in un'intervista rilasciata alla TV belga Een, ha parlato non solo del Mondiale ma anche di mercato tranquilizzando i tifosi azzurri e smentendo un suo futuro in Cina.

"Non giocherò mai in Cina perché mia moglie Kat non vuole andare fin lì. Ma ho avuto la chance per farlo e la possibilità di guadagnare in due anni tanto quanto in tutta la carriera. Io sto molto bene a Napoli, mi piace molto ed ho due anni di contratto perciò vediamo come va a finire".

Tra vincere il Mondiale con il Belgio o lo scudetto con il Napoli Mertens non saprebbe proprio scegliere: "Tutti sceglierebbero di vincere i Mondiali, e io lo devo dire anche perché la domanda mi arriva da una tv del mio paese, ma ad essere sincero sono indeciso. Ho lavorato tanto per vincere il campionato a Napoli e non ci siamo riusciti. Ora penso ai Mondiali e darò tutto me stesso per raggiungere questo traguardo, con la speranza di potercela fare".

Anneddoto finale sulla sua esperienza a Napoli dove Mertens è entrato nel cuore dei tifosi: "Non rifiuto quasi mai di fare una foto con i tifosi perchè lo considerero un privilegio, anche se qualche volta è stancante. Napoli ha un milione di abitanti e penso che io sia finito in una foto con ognuno di loro. Solo che hanno già iniziato il secondo turno di foto! La cosa più folle che ho visto risale alla vittoria contro la Juventus per 0-1: il nostro pullman non è riuscito a passare in mezzo alla gente per tantissimo tempo, i tifosi erano davvero in delirio".