Serie B- Al Palermo il primo atto della finale playoff

Una partita non bellissima, ma veramente combattuta. Tutto si deciderà nel ritorno di Frosinone

Serie B- Al Palermo il primo atto della finale playoff
Twitter.com
PALERMO
2 1
FROSINONE
PALERMO: PALERMO: 22 Pomini; 3 Rispoli (dal 23′ st 7 Trajkovski), 6 Struna (dal 31′ st 24 Szyminski), 5 Rajkovic, 19 Aleesami; 28 Dawidowicz, 8 Jajalo, 35 Murawski; 10 Coronado; 30 Nestorovski (cap.), 20 La Gumina (dal 45′ st 14 Rolando). A disposizione: 1 Maniero, 12 Posavec, 4 Accardi, 9 Moreo, 13 Gnahoré, 16 Balogh, 21 Fiordilino, 23 Fiore, 32 Ingegneri. Allenatore: Roberto Stellone.
FROSINONE: FROSINONE: 27 Vigorito; 13 M. Ciofani, 26 Terranova, 32 Kranjc; 17 Paganini (dal 18′ st 7 Frara), 37 Koné, 5 Gori, 21 Sammarco (dal 39′ st 8 Maiello), 3 Crivello; 28 Ciano (dal 33′ st 20 Citro), 18 Dionisi (cap.). A disposizione: 22 Bardi, 4 Russo, 6 Besea, 10 Soddimo, 11 Beghetto, 16 Volpe, 19 Matarese, 31 Verde, 35 Chibsah. Allenatore: Moreno Longo.
SCORE: 5' Ciano (F), 45' La Gumina (P), 81' aut. Terranova (P)
ARBITRO: Chiffi di Padova.
NOTE: Ammonizioni: Murawski, Frara Recupero: 1 minuto nel primo tempo, 5 minuti nella ripresa

Stellone contro Longo, ovvero Palermo contro Frosinone nella finale playoff della Serie B, con l’andata che sorride ai rosanero per 2-1. Al Barbera, in una mite serata siciliana, è andato in scena il primo confronto della finale playoff. Stellone conferma il suo Palermo in formazione tipo nel 4-3-1-2 con Coronado e La Gumina a dare fantasia. Longo, che Stellone lo conosce bene essendo stati compagni nella Lucchese di De Canio, si affida ai suoi titolari con Paganini di nuovo titolare, dopo l' infortunio a Cittadella. 

LA PARTITA

Le 2 squadre partono subito bene, con il Palermo più offensivo e i Ciociari attendisti. Ma al quinto minuto, il Frosinone trova il tiro della serata con Ciano che controlla un pallone a metà campo, dopo ribattuta della difesa del Palermo, parte e dal limite dell' area trova un tiro in equilibrio precario di esterno sinistro e insacca alle spalle di Pomini. Il Palermo non cala e continua ad attaccare, con Stellone che incita i suoi esterni a salire. I padroni di casa hanno da recriminare su 2 episodi dubbi: al minuto 18 spinta su Nestorovski in area, ma il giocatore accentua parecchio ( nonostante contatto cosce). Ma al minuto 22, Gori trattiene Nestorovski, intento a colpire di testa. Ci poteva stare rigore. I siciliani dimostrano di aver lavorato bene in settimana sulle palle inattive, da dove creano le occasioni migliori. Al minuto 46 è pari dei Rosanero, con Coronado ( anche oggi molto attivo) che passa sulla lunetta dell' area di rigore a La Gumina, che con tempi perfetti, insacca il pareggio. 

Il secondo tempo vive sul nervosismo e sulla tensione del primo. Partita bloccata, anche se è il Palermo che continua a macinare gioco con Coronado e Nestorovski. Partita che sembra destinata al pareggio, ma al minuto 36 arriva il gol da palla inattiva dei siciliani: angolo battuto da Coronado, velo involontario sul primo palo di La Gumina e Terranova devia nella sua porta. Dopo 5 di recupero, si scatena la gioia del Barbera e di Stellone ( cittadino onorario di Frosinone, dopo la promozione in A), ma Sabato arriva il secondo atto, con i Ciociari che daranno battaglia nei 95 minuti.