Russia 2018, gruppo A: en plein Uruguay, bene la Russia ma delude l'Egitto
la classifica finale del gruppo a (fonte foto fifa world cup twitter)

Russia 2018, gruppo A: en plein Uruguay, bene la Russia ma delude l'Egitto

Nel girone A si qualificano con merito agli ottavi Uruguay e Russia come prima e seconda, soddisfazione per l'Arabia Saudita, l'Egitto rappresenta la sorpresa in negativo del raggruppamento

francesco-conturso
Francesco Conturso

Pronostici rispettati nel gruppo A che nella giornata di ieri ha emesso i primi verdetti ufficiali. Con la netta vittoria dell'Uruguay contro la Russia per 3-0, gli uomini di Tabarez conquistano il primato nel girone mentre i padroni di casa si devono accontentare del secondo posto. Nell'altra partita soddisfazione per l'Arabia Saudita che batte 2-1 l'Egitto che rappresenta la vera delusione del girone. Ma analizziamo nel dettaglio l'andamento delle quattro squadre.

Uruguay

Vince ma non convince la squadra di Tabarez. Niente da rimproverare ovviamente sul piano dei risultati visto che ha vinto tutte le partite e considerando gli zero gol subiti. Ma bisogna dire che contro avversari sulla carta modesti l'Uruguay non ha mostrato quella superiorità tecnica che era lecito attendersi. Contro Egitto e Arabia Saudita, la Celeste ha vinto con una rete di scarto e faticando tanto nello sviluppo del gioco. Passi in avanti si sono notati con la Russia, anche se i padroni di casa hanno fatto riposare diversi titolari. Ma la novità in quest'ultimo match è stato il cambio di modulo dal 4-4-2 classico di Tabarez al 3-5-2 con gli inserimenti di gente del calibro di Torreira e Laxalt. Da capire se Tabarez confermerà questo schieramento agli ottavi di finale contro il Portogallo, match che rappresenta il vero banco di prova per capire il potenziale di questa Nazionale.

Russia

Considerando lo scetticismo iniziale visto il pre Mondiale deludente e gli infortunati in difesa, la Russia può ritenersi molto soddisfatta per aver ottenuto per la prima volta nella sua storia la qualificazione agli ottavi di finale dei Mondiali. Merito di una grande organizzazione e di un gioco pratico e a volte anche spettacolare. Fa un po' discutere il turnover di Cherchesov nell'ultima gara contro l'Uruguay decisiva per il primato nel girone, ma il tecnico ha preferito far riposare alcuni giocatori per averli pronti per gli ottavi che saranno contro la Spagna. Una partita sulla carta dall'esito scontato, ma questi Mondiali ci hanno insegnato che di scontato non c'è niente e la Russia vuole continuare a stupire.

Arabia Saudita

Non c'erano grandi aspettative per l'Arabia Saudita che, a parte la disfatta con la Russia, non ha demeritato contro l'Uruguay e si è tolta la soddisfazione di battere l'Egitto nell'ultimo match. Gli uomini di Pizzi strada facendo hanno acquisito sempre più personalità e consapevolezza dei propri mezzi che saranno importanti per i prossimi appuntamenti internazionali ai quali l'Arabia Saudita non vuole mancare.

Egitto

E' la grande delusione del girone, considerando che alla vigilia doveva contendere il secondo posto alla Russia e invece ha concluso il proprio cammino con zero punti all'attivo. Certamente ci sono delle attenuanti come la non perfetta forma di Salah e il KO per un gol al 90' contro l'Uruguay nella prima giornata che è stato un colpo duro da digerire. Ma la seconda partita contro la Russia ha visto una squadra poco determinata e organizzata rispetto ai padroni di casa che hanno fatto gol con estrema facilità mettendo a nudo le diverse lacune di un Egitto che rappresenta il flop del gruppo A. 

VAVEL Logo