Napoli, le manovre in uscita prima dei colpi in entrata

Giuntoli si muove per piazzare gli esuberi presenti in rosa: prima Jorginho, poi Grassi e due tra Tonelli, Maksimovic e Luperto oltre a Ciciretti, Ounas ed il dubbio Callejon. Molto più di un tesoretto che potrebbe spianare la strada agli arrivi di Meret, Fabian Ruiz e, soprattutto, dell'attaccante che Ancelotti sogna per il reparto avanzato.

Napoli, le manovre in uscita prima dei colpi in entrata
Foto Ssc Napoli Twitter

Eppur si muove. Dietro l'immobilismo apparente del mercato del Napoli, Cristiano Giuntoli continua a tessere la sua ragnatela muovendo i fili che definiranno, nei prossimi giorni, l'organico a disposizione di Carlo Ancelotti. Una decina di giorni - in vista del ritiro di Dimaro - per rifinire le ultime cessioni ed apportare le ultime modifiche, in entrata, ad un roster che il tecnico di Reggiolo ha valutato più che positivamente, al quale manca qualche innesto di quantità e qualità per puntare al gradino più alto del podio. Dopo i colpi di mercato delle concorrenti, adesso tocca al Napoli muovere le sue pedine, ed in attesa di ufficializzare gli arrivi di Meret, Karnezis e Fabian Ruiz - tutto definito - gli azzurri puntano a sfoltire la rosa e racimolare un cospicuo gruzzolo per mettere nel mirino il tanto ambito top-player. 

Secondo l'edizione odierna della Gazzetta dello Sport sono in molti gli esuberi presenti in rosa che, nei prossimi giorni, chiuderanno le proprie valigie per partire alla volta di nuove destinazioni. Il primo in partenza è chiaramente Jorginho, ufficiosamente già un calciatore del Manchester City di Pep Guardiola per 52 milioni di euro - bonus più, bonus meno. Una volta ufficializzato il trasferimento del regista italo-brasiliano sarà la volta di annunciare il sostituto, Fabian Ruiz, dal Betis Siviglia. Accanto alla cessione del mediano ex Verona, il Napoli punta a monetizzare anche dalla vendita di Alberto Grassi, mezzala che nell'ultimo campionato è letteralmente esploso alla Spal alla corte di Leonardo Semplici: l'ex atalantino è corteggiato da svariate squadre - tra le quali anche la compagine spallina oltre a Cagliari, Parma e Torino) pronte a sborsare fino a 12 milioni di euro per accaparrarsi il cartellino del classe 1995. 

Manovre in atto anche in difesa, dove due tra Tonelli, Maksimovic e Luperto sono prossimi all'addio. Quest'ultimo ha richieste dall'Empoli, che vorrebbe fargli fare dopo il salto di categoria anche una nuova esperienza in Serie A. Il centrale mancino chiuderebbe in Toscana quell'iter di formazione professionale che lo ha visto passare dalla Pro Vercelli prima di volare in maglia azzurra, prima di giocarsi - chissà - il prossimo anno, le sue chances con i partenopei. Diversi gli ammiratori per il centrale fiorentino e per l'ex Torino, il cui lauto cartellino però tiene lontano diverse pretendenti. In attacco infine Ciciretti ed Ounas si giocheranno un posto alle spalle di Callejon - il quale potrebbe essere sacrificato - e Verdi.

L'ammontare delle cessioni, unito allo spostamento di Mertens sull'out mancino, dovrebbe consentire a De Laurentiis di mettere assieme una cifra congrua per puntare dritto all'acquisto del centravanti top-player tanto bramato e richiesto da Carlo Ancelotti. Il nome di Benzema è il primo sul taccuino dei dirigenti partenopei, ma non l'unico.