Spagna-Russia 1-1 (3-4 DCR), la delusione di Hierro e la gioia di Cherchesov nel post partita

La Russia sorprende tutti e batte ai rigori la Spagna tra le candidate alla vittoria del Mondiale. Dopo il match i due tecnici hanno analizzato il clamoroso risultato

Spagna-Russia 1-1 (3-4 DCR), la delusione di Hierro e la gioia di Cherchesov nel post partita
hierro consola sergio ramos dopo l'eliminazione dal mondiale (fonte foto seleccion espanola de futbol twitter)

Mondiale ricco di sorprese e colpi di scena con la giornata di ieri che ha regalato un'altra clamorosa eliminazione dopo quelle di varie big come Germania, Argentina e Portogallo. Questa volta è stato il turno della Spagna che contro la Russia padrona di casa ha perso ai calci di rigore dopo che i tempi regolamentari erano finiti con il risultato di 1-1. Fatali gli errori dal dischetto di Koke e Iago Aspas che si fanno ipnotizzare da Akinfeev assoluto protagonista del match.

Nel dopo gara hanno commentato il risultato i due tecnici Fernando Hierro e Stanislav Cherchesov.

Hierro: "Abbiamo provato di tutto, abbiamo rischiato. Per me è stato un piacere allenare questi grandi giocatori e mi assumo tutte le responsabilità che impone il mio ruolo di allenatore. Attaccare contro una squadra tutta chiusa è sempre molto complicato e mi dispiace soprattutto per i tifosi e per i più piccoli che riponevano molta fiducia in noi e che ora saranno tristi.

Nubi sul suo futuro dopo il fallimento mondiale: "Proseguire o no, non mi interessa. Ora non conta proprio, comunque è stato un piacere allenare questi ragazzi. Non parlerò di singoli, se c'è un nome giusto da criticare, quello è il mio".

Cherchesov: "Abbiamo fatto la storia, e siamo contenti. Quel che è avvenuto non penso che abbia nulla a che fare con cosa è successo alla Spagna prima della Coppa del Mondo. Certo con loro non puoi giocare a viso aperto, siamo stati molto bravi in difesa, non abbiamo lasciato spazi".

Impresa resa possibile anche dalla passione dei tifosi russi: "La partita ci è costata non solo molta forza, ma anche moltissime emozioni. Come sempre dobbiamo ringraziare i nostri tifosi, ma oggi ancora di più. Guardando le tribune ora, penso che non abbiamo lavorato invano per questi due anni. Abbiamo fatto un ottimo lavoro".

Cherchesov guarda già avanti al quarto di finale con la Croazia: "Sono contento della squadra e della vittoria, ma il mio pensiero è molto semplice: sto pensando alla prossima partita. Adesso avremo un po' di tempo per riposare e controllare lo stato fisico dei giocatori. Dispiace per l'infortunio di Zhirkov, il suo Mondiale potrebbe essere finito qui, a meno che non arriveremo in finale. In quel caso, forse, potrebbe recuperare".