Inter, Eder vola in Cina e rilancia il mercato

L'italo-brasiliano ha accettato la corte dello Jiangsu Suning

Inter, Eder vola in Cina e rilancia il mercato
Inter Twitter

LA TRATTATIVA - Dopo diversi giorni passati nell'anonimato, l'Inter di Luciano Spalletti torna sul mercato riuscendo a piazzare un colpo in uscita; è ancora recente, infatti, la cessione di Eder Citadin Martins, più semplicemente noto come Eder, allo Jiangsu Suning. L'ex Inter ha finalmente accettato l'offerta della squadra con sede a Nanchino nonostante i tentennamenti dell'ultimo minuto; ai milanesi spettano 5 milioni di euro mentre il giocatore percepirà 27 milioni di euro nel corso dei suoi due anni e mezzo di contratto concordati col club di proprietà del Suning Commerce Group. Quello della società cinese, di fatto, è un colpo arrivato nelle ultime ore del calciomercato cinese.

IL SALUTO DELL'INTER - Non sono mancati i saluti e i ringraziamenti della società nerazzurra verso l'ex Sampdoria e Empoli con il seguente messaggio sulle varie piattaforme social e sul proprio sito ufficiale: "FC Internazionale Milano annuncia il trasferimento a titolo definitivo dell'attaccante classe 1986 Citadin Martins Eder al Jiangsu. Arrivato in nerazzurro dalla Sampdoria nel gennaio 2016, Eder ha collezionato 86 presenze tra Campionato, Coppa Italia ed Europa League con 14 reti. In bocca al lupo, Eder!"

TESORETTO DA INVESTIRE - Non c'è dubbio sul fatto che i soldi incassati dalla cessione dell'oriundo, nonostante siano "solo" 5 milioni di euro, verranno investiti nuovamente sul mercato in entrata: Vrsaljko continua ad essere la priorità per quanto riguarda il ruolo del terzino, mentre Darmian e Zappacosta restano le alternative in caso di impossibilità di acquisto del croato, reo di una finale mondiale conquistata con la sua nazionale. La situazione sembra essere la medesima delle ultime settimane: l'Atletico Madrid non intende concedere prestiti e punta sulla cessione a titolo definitivo per una cifra che si aggira attorno ai 20 milioni di euro. Sul fronte centrocampo, invece, resta vivo l'interesse per Moussa Dembélé; il giocatore, come confermato dal belga stesso, preferirebbe un trasferimento in Oriente ma vista la chiusura imminente del calciomercto cinese potrebbe ripensarci e porre maggiore interesse verso la corte fatta dai nerazzurri. L'ostacolo, al momento, riguarda la cifra richiesta dalla squadra di Dembélé, il Tottenham, ritenuta troppo alta dall'Inter. Nell'eventualità di un fallimento nella trattativa che potrebbe portare l'ex Fulham e AZ Alkmaar ad Appiano Gentile, si valutano profili come Nicolò Barella, attualmente pedina inamovibile del centrocampo del Cagliari, e, indiscrezione non confermata, Mateo Kovacic, che ha annunciato diverse settimane fa la sua volontà di lasciare il Real Madrid. Ancora nessuna novità, invece, per Malcom; per arrivare al brasiliano l'Inter dovrebbe cedere almeno un altro esterno. Il principale indiziato, in questo caso, va a ritrovarsi in Antonio Candreva.