Frosinone: per l'attacco piacciono Boyé e Simy, Aquilani per la mediana

Grande attivismo del Frosinone, che dopo i primi colpi si prepara ad altri botti di mercato.

Frosinone: per l'attacco piacciono Boyé e Simy, Aquilani per la mediana
Fonte: Twitter Frosinone

Il Frosinone non ha alcuna voglia di chiudere il suo mercato. Dopo una serie di colpi importanti e la presentazione in conferenza di alcuni calciatori, i ciociari mettono le mani anche su Edoardo Goldaniga esperto difensore centrale ex Palermo e Sassuolo. Il calciatore andrà a rinforzare un reparto spesso in difficoltà nella scorsa stagione, con Moreno Longo ben felice di abbracciare un interprete difensivo che potrebbe dare una grande mano alla causa ciociara. Per la difesa si stringe anche per il giovane Paolo Ghiglione, classe ’97 che potrebbe giocare sia in difesa che a centrocampo. Di proprietà del Genoa, il ragazzo è reduce dalla positiva stagione alla Pro Vercelli.

Nella zona mediana del campo, non si registrano trattative per Danilo Cataldi, centrocampista di proprietà della Lazio che ha disputato una stagione altalenante con la casacca del Benevento. Il Frosinone vorrebbe infatti acquistare calciatori più esperti, spendendo meno ed evitando rischi. Un nome come quello di Alberto Aquilani, vecchia conoscenza del calcio italiano nato calcisticamente nella Roma. Il centrocampista centrale, attualmente in forza al Las Palmas, porterebbe anche una duttilità tattica che non guasterebbe, potendo giocare sia da mediano che come mezz’ala, senza disdegnare un posto in un centrocampo a due.

Grandi manovre anche per l’attacco, dove piace e non poco Boyé del Torino. Ai margini del progetto di Walter Mazzarri, l’attaccante potrebbe giocarsi le proprie chances al Benito Stirpe, rigenerandosi prima di tornare alla base granata. In alternativa, fari su Simy del Crotone, che potrebbe lasciare la Calabria per il salto di categoria. Prima di affondare il colpo, i ciociari dovranno cedere qualche calciatore: i nomi caldi sono quelli di Vigorito e Bardi, portieri che difficilmente troveranno spazio dopo l’arrivo di Marco Sportiello. Occhio anche a Dionisi e Soddimo, attaccanti-simbolo della rosa che potrebbero però tornare in Lega B. Le prossime ore saranno decisive.