Inter, le condizioni di Nainggolan e Karamoh

Durante il match contro il Sion, il belga e il francese hanno contratto due situazioni differenti di infortunio

Inter, le condizioni di Nainggolan e Karamoh
twitter.com

Nella giornata di ieri Radja Nainggolan e Yann Karamoh sono stati sottoposti, presso l'Istituto Clinico Humanitas di Rozzano, ad alcuni esami strumentali che hanno rilevato la presenza di due tipi differenti di infortunio che costringeranno il belga e il francese a restare fermi ai box nei prossimi impegni amichevoli estivi, in preparazione alla nuova Serie A che prenderà il via il prossimo 19 Agosto.

LA SITUAZIONE DI RADJA - Le notizie non sono negative ma nemmeno positive per Luciano Spalletti e la sua Inter. Nainggolan, infatti, uscito prima della fine del primo tempo, più precisamente al 24', nella partita disputata per il Trophée de Tourbillon persa contro il Sion per 2-0, sarà costretto a saltare almeno tre partite. Gli esiti degli esami hanno riscontrato una distrazione muscolare al retto femorale della coscia sinistra del centrocampista ex Roma e Cagliari. Il numero 14 nerazzurro salterà, dunque, ben tre partite: Zenit San Pietroburgo il 21 Luglio (località di Pisa), Sheffield United il 24 Luglio (località di Sheffield) e il Chelsea il 28 Luglio (località di Nizza). Il suo ritorno è previsto ad Agosto in vista del match contro il Lione, presso la località di Lecce.

LA SITUAZIONE DI YANN - Meno negative, invece, le condizioni del talentino francese Yann Karamoh. Il ragazzo classe '98 ha giocato, di fatto, tutta la partita contro la squadra svizzera procurandosi una lieve distorsione al ginocchio destro. L'ex Caen dovrà saltare i prossimi due impegni pre-stagionali dell'Inter, dunque Zenit e Sheffield, nonostante possa esservi la possibilità di una convocazione in occasione della sfida amichevole contro la squadra inglese. Rimane più che certa, dunque, la presenza del neo numero 7 nerazzurro e di Radja Nainggolan in merito all'ultimo match di preparazione del 12 Agosto, presso la località di Madrid, che vedrà l'Inter di Luciano Spalletti sfidare l'Atletico Madrid dell'ex Diego "El Cholo" Simeone, detentore dell'attuale Europa League.