Udinese - Altra vittoria in amichevole, l'UFA passa subito, ma poi viene ribaltata (2-1)

Terza vittoria consecutiva in amichevole per l'Udinese di Julio Velazquez, che batte i russi dell'FK UFA, i quali faranno presto il loro esordio nei preliminari di Europa League. Il primo gol arriva su un errore difensivo, poi il solito Lasagna e un ispirato Lucas Evangelista ribaltano tutto. Musso resta fuori per infortunio, mentre fa il suo esordio il neoacquisto Pussetto.

Udinese - Altra vittoria in amichevole, l'UFA passa subito, ma poi viene ribaltata (2-1)
Lucas Evangelista (23), autore di assist e gol partita. Twitter
Udinese
2 1
FK UFA
Udinese: Primo tempo (4-2-3-1): Scuffet; Alì Adnan, Danilo, Nuytinck, Samir; Fofana, Barak; Evangelista, De Paul, Machis; Lasagna. Secondo tempo (4-2-3-1): Scuffet; Heurtaux, Opoku, Wague, Samir (16’ st Pezzella); Mandragora, Barak (29’ Pontisso); Evangelista, De Paul, Lasagna; Vizeu. All. Velazquezt,
FK UFA: (4-4-2): Belenov, Zhivoglyadov, Tumasyan (34’ st Putsko), Tabidze (14’ st Alikin), Sukhov (26’ st Diveev); Salatic (30’ st Zaseev), Paurevic (38’ st Vanek), Nedelcearu (36’ st Krugovoy), Sly; Krotov (41’ st Fatai), Oblyakov (41’ st Carp). All. Tomarov
SCORE: 0-1, 2', Paurevic. 1-1, 30', Lasagna. 2-1, 64', Lucas Evangelista.
ARBITRO: Nagele. Espulsi: Alikin (fine partita).
NOTE: Amichevole precampionato. St. Veit, Austria.

Continua a vincere e a convincere la nuova Udinese di Julio Velazquez, anche se si è vista stavolta qualche piccola crepa. Il tasso tecnico delle avversarie sale e indubbiamente si fa più fatica, anche perchè i russi dell'FK UFA sono qualificati alla prossima Europa League e faranno a brevissimo il loro esordio in partita ufficiale. Preparazione quindi nettamente più avanzata, ma il gol preso nei primi minuti (il primo di questo precampionato), ha fatto storcere non poco il tecnico spagnolo. Piazzato, palla in mezzo e avversario che svetta da solo mandando la palla in rete. Un errore che ha ricordato molto la fase difensiva distratta e sciatta dell'anno scorso. Per fortuna resta l'unica vera sbavatura, l'Udinese si ricompatta e ribalta il risultato, ottenendo la terza vittoria di fila in amichevole.


Udinese primo tempo (4-2-3-1): Scuffet; Alì Adnan, Danilo, Nuytinck, Samir; Fofana, Barak; Evangelista, De Paul, Machis; Lasagna.


Udinese secondo tempo (4-2-3-1): Scuffet; Heurtaux, Opoku, Wague, Samir (16’ st Pezzella); Mandragora, Barak (29’ Pontisso); Evangelista, De Paul, Lasagna; Vizeu.


FK UFA (4-4-2): Belenov, Zhivoglyadov, Tumasyan (34’ st Putsko), Tabidze (14’ st Alikin), Sukhov (26’ st Diveev); Salatic (30’ st Zaseev), Paurevic (38’ st Vanek), Nedelcearu (36’ st Krugovoy), Sly; Krotov (41’ st Fatai), Oblyakov (41’ st Carp).

La gara si sblocca già al secondo minuto di gioco. Su calcio piazzato una incomprensione in difesa permette all’FK Ufa di passare in vantaggio, con Paurevic che finalizza il cross dalla destra.

Il campo bagnato da pioggia e irrigazione automatica non aiuta e le trame di gioco dell'Udinese o non si sviluppano o restano sterili.
Si provano dunque i tiri dalla distanza, da segnalare il tiro potente ma centrale di Rodrigo De Paul al 16’. Il pareggio arriva grazie al sesto gol personale di Lasagna in questo precampionato, anticipando il difensore centrale avversario su un bel cross dalla destra di Lucas Evangelista.

Poche le emozioni e le occasioni del secondo tempo, ma al 19’ arriva il gol partita. Lo segna l’autore dell’assist della prima rete, Lucas Evangelista che capitalizza un ottimo contropiede condotto da Rodrigo De Paul rientrando sul sinistro e battendo l’estremo difensore Shelia con un tiro a girare che sfiora il palo. Pochi minuti dopo è Alì Adnan a involarsi sulla sinistra con una notevole azione personale, il suo cross però è troppo forte e Vizeu, trovato a centro area, controlla malissimo di petto e manda l'occasione in fumo.

Nella ripresa girandola di cambi per Velazquez, che fa entrare quasi tutti gli effettivi e regala l’esordio anche all’ultimo acquisto bianconero, Ignacio “Nacho” Pussetto che così ha modo di entrare subito negli schemi del mister spagnolo. Al termine dell’incontro un brutto episodio con protagonista, suo malgrado, proprio l'argentino, che all’ultimo secondo di gioco subisce un brutto fallo da parte di Alikin, che l'arbitro espelle a partita conclusa.

Fonte di parte della cronaca: http://www.udinese.it/