Fiorentina, regalo per Pioli: Marko Pjaca
Twitter Pjaca

Fiorentina, regalo per Pioli: Marko Pjaca

Accordo raggiunto con i bianconeri, l'attaccante si veste di viola.

Andreazz
Andrea Indovino

La Fiorentina batte un importante colpo di mercato e si assicura le prestazioni sportive di Marko Pjaca. La Juventus ha accettato la formula chiesta dalla società viola: il croato arriverà a Firenze in prestito con diritto di riscatto (e non obbligo come avrebbe voluto Beppe Marotta). Ottimo, come sempre, il lavoro svolto dal direttore generale Pantaleo Corvino, il quale sotto traccia ha continuato a lavorare sulla pista croata, riuscendo a battere la forte concorrenza del Milan e della Sampdoria.

Pjaca, dopo aver deluso in bianconero, tenterà nuovamente di affermarsi in Serie A, cercando inoltre di buttarsi alle spalle la delusione mondiale, con la sua Croazia sconfitta solo in finale contro la Francia. Per caratteristiche, va a sposarsi bene con l'idea di calcio dell'allenatore viola Stefano Pioli.

Fonte: ACF Fiorentina
Fonte: ACF Fiorentina

A questo punto, con il talento croato che andrà a formare il tridente titolare con Federico Chiesa e Giovanni Simeone, diventa più difficile lo sbarco a Firenze di Manolo Gabbiadini, cercato nei giorni scorsi dalla dirigenza viola. L'ex attaccante del Napoli aveva lasciato intendere che avrebbe preferito continuare a giocare in Inghilterra, almeno che non gli fosse pervenuta sul suo conto un'offerta irrinunciabile. Con Pjaca in prima linea, e Gerson e Norgaard in mediana, la squadra sta prendendo forma, anche se non sono da escludere altri colpi in entrata da qui all'inizio del campionato, distante poco meno di tre settimane. 

Prosegue, intanto, la tournée europea della Fiorentina, che mercoledì alle 19 si troverà faccia a faccia con l'Heracles Almelo. In vista dell'amichevole, la squadra di Pioli - a Tegelen (Olanda) - è scesa in campo questa mattina per una seduta d'allenamento, caratterizzata soprattutto da esercitazioni con il pallone, inerente al possesso palla. La temperatura non altissima ha consentito alla truppa di Stefano Pioli di poter pigiare il piede sull'acceleratore e sostenere una seduta abbastanza intensa.

VAVEL Logo