Juventus, il punto sulle cessioni: Clemenza e Sturaro al passo d'addio

I due sono vicini alla partenza, mentre Favilli, Marrone e Pjaça hanno già salutato; in stand by la questione Kean.

Juventus, il punto sulle cessioni: Clemenza e Sturaro al passo d'addio
www.twitter.com (@juventusfc)

Dopo i botti in entrata, ecco le cessioni, anche se si pensava sarebbero state più remunerative. Nell’estate che ha portato Cristiano Ronaldo, la Juventus fa i conti con le uscite necessarie per fare spazio in rosa e guadagnare un tesoretto, o almeno provarci. Sfumata la possibilità di incassare oltre 50 milioni per Daniele Rugani e con la partenza di Caldara e Higuaìn nell’ambito del rientro di Bonucci a Torino che non ha portato grossi introiti – solo i 18 milioni per il prestito oneroso del Pipita -, a cui si aggiunge la ferma volontà di trattenere Pjanic, i bianconeri ragionano su operazioni minori, riguardanti giovani o giocatori ormai fuori dal progetto.

Ieri è stata la giornata del trasferimento di Marko Pjaça alla Fiorentina, in prestito con diritto di riscatto in favore dei Viola, mentre oggi Andrea Favilli ha svolto le visite mediche con il Genoa e ha firmato il contratto con il Grifone per un totale di 12 milioni di euro tra prestito oneroso e obbligo di riscatto – con la Juventus che si è riservata il diritto di riacquisto del centravanti italiano classe ‘97. Luca Marrone si è accasato al Verona di Fabio Grosso – in prestito con obbligo anche lui -, ma le questioni spinose restano ancora irrisolte. Su tutte, la cessione di Stefano Sturaro che complica i piani della dirigenza: il centrocampista è molto richiesto, soprattutto in Premier League, ma la richiesta di 20 milioni di euro non viene per ora soddisfatta; anche lo Sporting ha fatto un tentativo, però nemmeno i portoghesi sono disposti a raggiungere la cifra. Ecco così che rispunta la pista Genoa, ancora una volta in prestito, perché appare chiaro che il giocatore nella prossima stagione troverà pochissimo spazio.

Chi è più vicino alla cessione è invece Luca Clemenza, corteggiatissimo da Palermo e Sassuolo: i rosanero sono in vantaggio per una soluzione di prestito, alla quale si aggiungerebbe un obbligo di riscatto solamente accompagnato dall’opzione di recompra da parte della Juventus, per il giocatore che ha brillato in International Champions Cup. Infine resta da risolvere ancora la questione Moise Kean: la volontà dei bianconeri e del suo agente Mino Raiola sarebbe quella di farlo maturare ancora lontano da Torino ma di mantenere comunque il controllo sul suo cartellino, con il Parma ed il Nizza in fila per acquistare il classe 2000.