Cristiano Ronaldo parla dei suoi primi giorni alla Juventus

Il portoghese ha rilasciato una lunga intervista a JTV, televisione ufficiale del club bianconero

Cristiano Ronaldo parla dei suoi primi giorni alla Juventus
twitter.com

Corre, suda e si allena Cristiano Ronaldo, con l'obiettivo di essere pronto, prontissimo, per il suo esordio in Serie A con la maglia della Juventus. Il Bentegodi di Verona per la gara contro il Chievo è già tutto esaurito e in questa stagione servirà iniziare a farci l'abitudine quando CR7 entrerà in uno stadio italiano. In attesa di far parlare il campo, il portoghese ha concesso una lunga intervista a JTV, canale ufficiale del club bianconero, riportata da tuttojuve.com. Tanti argomenti, dalle prime sensazioni agli obiettivi per la stagione che sta per incominciare.

Si parte parlando dell'impatto con il mondo Juventus: "Mi sento molto bene. E' andato tutto bene, le visite sono andate bene. Le persone presenti allo stadio, i tifosi, le persone al centro sportivo... tutti mi hanno accolto nel migliore dei modi, quindi sono molto felice. Negli ultimi anni abbiamo incontrato la Juve in un paio di occasioni, e ho sempre avuto la sensazione che ai tifosi italiani piacesse Cristiano. La Juventus è il club più importante d'Italia. Uno dei migliori al mondo. E' stata una scelta facile. La decisione non è stata difficile, perchè la Juve è una società incredibile.

Innanzitutto vorrei ringraziare i tifosi per il loro sostegno. E' fantastico essere stato accolto in questo modo. La mia priorità è quella di dare il massimo, dimostrare professionalità, cercare di migliorare ulteriormente la squadra. Questo sarà il mio compito. Cercherò di godermi il più possibile il momento e di rendere più forte la Juventus durante la mia permanenza qui. Il mio obiettivo è quello di essere in forma, di aiutare la squadra, di vincere trofei. Questo è quello che mi sono prefissato.

Conosco la Serie A perchè l'ho seguita in televisione, ma non ci ho mai giocato prima. Spero di riuscire ad adattarmi in fretta. Ma non sono preoccupato, la prendo come una sfida. Amo le sfide, sono venuto nel club più importante d'Italia. Sono felice e sono impaziente di iniziare la stagione".