Locatelli va, Bakayoko arriva. Il mercato del Milan è in pieno fermento

Definita la cessione del centrocampista al Sassuolo, mentre per il giocatore del Chelsea siamo ai dettagli

Locatelli va, Bakayoko arriva. Il mercato del Milan è in pieno fermento
twitter.com

Solo nella giornata di presentazione di Reina e Strinic Leonardo aveva detto che il Milan non aveva mai pensato di cedere Locatelli e invece ecco che la trattativa con il Sassuolo viene chiusa e definita in ogni suo aspetto. In parallelo ulteriore accelerata per Bakayoko del Chelsea, per un mercato del Milan che diventa sempre più attivo sia in entrata che in uscita. E le operazioni non sembrano essere assolutamente finite qui.

L'incontro avvenuto a Casa Milan tra Leonardo e Carnevali, dg del Sassuolo, aveva fatto capire come l'affare fosse di nuovo impostato dopo la frenata delle scorse settimane e ora si è giunti alla definizione dell'operazione. Locatelli non è partito con il resto della squadra destinazione Madrid per affrontare il Real nel trofeo Bernabeu e lunedì si sottoporrà alle visite mediche per il club guidato in panchina da De Zerbi. Queste le cifre dell'operazione secondo Sky Sport: 2 milioni di prestito, 10 di obbligo di riscatto, altri 2 di bonus, ma senza diritto di riacquisto per i rossoneri che così perdono il controllo di Locatelli. Essendo però un prodotto del settore giovanile rossonero, il centrocampista permette ai rossoneri di realizzare una plusvalenza totale sul valore del suo cartellino.

In parallelo dall'Inghilterra fanno sapere come ormai per Bakayoko in prestito con diritto di riscatto sia tutto fatto. Sky Sports UK, infatti, riferisce di un accordo imminente e non è difficile leggere nella cessione di Locatelli il tassello fondamentale per sistemare anche l'arrivo dell'ex Monaco a Milanello. Operazione in prestito con diritto di riscatto, per cifre che dovrebbero essere simili a quelle di Andrè Silva al Siviglia e cioè 5 milioni subito e 30 la prossima estate. Tante uscite in casa Milan, ma Leonardo non ha ancora finito con la sua opera di profondo cambiamento di una rosa che era già stata rivoluzionata nell'estate 2017. Ancora da definire, infatti, il futuro di diversi giocatori, nonostante alcune dichiarazioni di facciata, come Suso, Bacca, Montolivo, Bertolacci e Josè Mauri.