Milan, ko a Madrid: risultato bugiardo. Bene Higuain, male la fascia sinistra

Milan, ko a Madrid: risultato bugiardo. Bene Higuain, male la fascia sinistra

I rossoneri hanno giocato in modo grintoso e con determinazione, ma hanno perso tre a uno contro il Real Madrid.

ari-radice
Arianna Radice

A una settimana dall'inizio del campionato, il Milan ha perso in amichevole contro il Real Madrid. Il risultato finale è stato di 3-1 per i blancos, i rossoneri hanno alternano buone cose a momenti di blackout ma, nel complesso, hanno onorato l'impegno contro i campioni d'Europa.

LA PARTITA

Il Milan è andato subito in svantaggio complice il gol di Benzema ma, dopo nemmeno due minuti, Higuain ha trovato la prima rete con la maglia rossonera ed è uscito tra gli applausi del Bernabeu. Dopo l'1-1 la squadra di Gattuso si è difesa con ordine ed ha avuto almeno un paio di occasioni per passare in vantaggio. Al 45esimo, per un'altra disattenzione, i padroni di casa sono tornati in vantaggio con Bale. Nel secondo tempo ci sono stati più cambi che altro, Cutrone e Bacca hanno provato ad impensierire Navas, ma i blancos hanno chiuso la partita al 91esimo. 

I MIGLIORI E I PEGGIORI

A tratti il Milan è stato più pericoloso dei campioni d'Europa, ma la difesa è da costruire, anzi la squadra è da costruire, manca solamente una settimana ed i rossoneri sono un cantiere aperto.

Bene Higuain: a segno dopo neanche 4 minuti. El Pipita si è presentato in ottima forma fisica, ma non è stato servito a dovere. Ottima prova anche dei soliti Suso e Bonaventura finchè hanno retto. Gattuso si è affidato a Musacchio che non ha sfigurato poi è entrato Caldara. Sufficiente la prova di Bacca.

Male la fascia sinistra quella composta da Fabio Borini e Ricardo Rodriguez: i due gol subiti nel primo tempo sono frutto di errori commessi proprio dallo svizzero.

Capitolo modulo: forse il 4-3-3 è sbagliato con Higuain perchè non lo valorizza a pieno ed il Milan è molto limitato sugli esterni. 

CONCLUSIONI

I rossoneri hanno disputato tutto sommato una buona prova e nel primo tempo hanno fatto soffrire il Real Madrid.

Nonostante tutto, ora il Milan non è assolutamente da primi quattro posti. Leonardo lo sa ed è rimasto a Milano per completare gli ultimi colpi in uscita e in entrata. 

 

 

VAVEL Logo