Bologna, la conferenza stampa di Inzaghi alla vigilia della Spal
https://twitter.com/BfcOfficialPage

Bologna, la conferenza stampa di Inzaghi alla vigilia della Spal

Le parole del tecnico dei rossoblu: "Partire con il derby è un grande stimolo. Affrontiamo una squadra forte, che ha lo stesso allenatore da diversi anni. Ma niente scuse, siamo molto determinati, dobbiamo vincere".

ari-radice
Arianna Radice

Domani sera il Bologna ospiterà la Spal per la prima partita del campionato e Filippo Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa. Andiamo a sentire le sue parole!

Derby tutto emiliano contro la Spal: "Partire con un derby in uno stadio del genere è un grande stimolo per noi. Affrontiamo una partita complicata contro una squadra che nasconde molte insidie. Dobbiamo vincere, non saremo perfetti ma dovrà fare la differenza la grinta e la voglia che ci metteremo. Sono sereno da questo punto di vista”.

Il Bologna vuole dimenticare i fischi finali della scorsa stagione: "Spero di essere più tranquillo in panchina ma non sarà facile, perché vorrei essere in campo con i ragazzi per dargli una mano. Dai ragazzi, invece, mi aspetto di vedere sempre la voglia di lottare su ogni pallone per dimostrare il meglio ai nostri tifosi e al nostro Presidente presente domani".

Un campionato davvero affascinante..: "La forza delle prime otto è aumentata, speriamo che il divario con le altre non diventi abissale. Per noi sarà importante portare a casa punti negli scontri diretti ed essere rompiscatole contro le grandi".

Il 3-5-2 è il dogma di Filippo Inzaghi: "Domani nella difesa a tre giocherà sicuramente un mancino, sarà Helander o Paz. Calabresi è un jolly, sono molto contento che sia arrivato e sono convinto che ci darà delle grandi soddisfazioni. Danilo? Se giocherà sarà centrale, si è allenato con noi al massimo e domani mattina deciderò se impiegarlo o meno. Ha recuperato anche De Maio". 

Ma l'obiettivo di questo Bologna qual'è?: "Firmerei per raggiungere i 40 punti il prima possibile, poi si vedrà. L’ultima stagione non è stata esaltante ma il mantenimento della categoria è stato un ottimo traguardo che non è semplice da raggiungere".

VAVEL Logo