Serie A- L'Empoli parte bene e vince 2-0 sul Cagliari

I gol di Krunic e di Caputo fanno volare gli azzurri nello scontro salvezza.

Serie A- L'Empoli parte bene e vince 2-0 sul Cagliari
Twitter
EMPOLI
2 0
CAGLIARI
EMPOLI: EMPOLI (4-3-1-2): Terracciano; Di Lorenzo, Silvestre, Rasmussen, Antonelli (min. 73 Pasqual); Krunic, Capezzi, Acquah; Zajc (min. 87 Veseli); Caputo, La Gumina (min. 80 Bennacer).
CAGLIARI: CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Faragò, Ceppitelli (min. 24 Pisacane), Romagna, Lykogiannis; Barella, Cigarini, Ionita (min. 57 Cerri); Castro; Farias (min. 57 Sau), Pavoletti
SCORE: 1-0, min. 14, Krunic. 2-0, min. 56, Caputo.
ARBITRO: Daniele Chiffi (sez. di Padova). Ammoniti: Antonelli, Romagna, Capezzi, Barella, Rasmussen, Pisacane.

Una vittoria importante per una lotta salvezza già incandescente. I padroni di casa dell'Empoli, nel loro stadio Castellani, battono il Cagliari grazie a Krunic e Caputo e ottengono i primi tre punti pesanti.

Per quanto riguarda le formazioni, i padroni di casa schierano un 4-3-1-2 con Zajc a sostegno del duo La Gumina-Caputo. Acquah e Krunic a inventare. Rossoblù in campo con un classico 4-4-2, con Pavoletti e Farias a cercare gol aiutati da Barella e Cigarini.

CRONACA DELLA PARTITA

La partita vede equilibrio totale fra due squadre molto chiuse. Vince la tattica con poche occasioni degne di nota. Al 14' arriva il gol empolese: Zajc effetua un bellissimo passaggio in area dove trova Krunic che insacca con un rasoterra preciso dal limite, dopo una piccola deviazione.  Al  16' sempre Zajc ci prova da solo, ma palla larga. Nel Cagliari si fa male Ceppitelli e Maran è costretto al cambio. Si va al riposo senza altre azioni interessanti, fra gli sbadigli di un comunque soddisfatto pubblico locale.

Nella ripresa stesso copione: al 56' Ciccio Caputo riceve un bel passaggio filtrante in area che taglia la difesa in due e il tiro finisce in rete. La partita si innervosisce e sale il numero dei cartellini gialli. I sardi spingono alla ricerca quantomeno del gol, ma le azioni sono flebili e mai pericolose. Dopo quattro minuti di recupero, termina una partita che i toscani hanno, nel complesso, meritato di vincere sapendo sfruttare le occasioni. Il Cagliari è da rivedere in ottica futura con Maran che dovrà fare un bel lavoro ad Assemini per centrare la permanenza nella massima serie. Intanto Empoli festeggia in vista di partite dove si potranno testare meglio i valori della squadra.