Fiorentina - Edimilson si presenta: "Mi ispiro a Iniesta, darò il mio contributo alla squadra"
source photo: twitter Fiorentina

Fiorentina - Edimilson si presenta: "Mi ispiro a Iniesta, darò il mio contributo alla squadra"

Ecco la presentazione ufficiale di Edimilson Fernandes alla Fiorentina.

antonio-abate
Antonio Abate

È stato uno degli ultimi ingaggi della nuova Fiorentina, un calciatore giovane e con esperienza in Premier League grazie alla sua parentesi al West Ham. Presentato ufficialmente alla stampa, Edimilson Fernandes ha parlato ai microfoni ed ai tifosi: “Sicuramente aver giocato in Inghilterra per me è qualcosa in più. Voglio portare la mia esperienza, anche se sono ancora giovane. La gara col Chievo? Lavoro con questo obiettivo, parlo molto con mister Pioli. Sto facendo la preparazione, spero di essere pronto già domenica. Se non dovesse essere per questo weekend sarà per il prossimo”.

In seguito, il centrocampista ha parlato delle sue caratteristiche tecniche: “Posso giocare in tre ruoli del centrocampo, ma io mi vedo come numero 8 diciamo. I miei idoli? Sin da piccolo guardo Iniesta e faccio di tutto per assomigliargli. Io al posto di Badelj? Sono pronto a farlo, voglio dare del mio meglio. Italia? Non ho parlato con molte persone prima di arrivare. Sono qui per poter imparare, osservo i miei compagni in allenamento per questo”.

Edimilson ha poi parlato ancora di lui: “Posso aiutare la squadra in fase offensiva. Penso di dover migliorare nella fase difensiva perché questo campionato è molto tattico. Sono qua da una settimana, ma ho visto una squadra molto forte. Penso che potremo lottare per l’Europa, ma dovremo lavorare ogni giorno duramente”. Un ultimo passaggio poi sul cugino Gelson, che ha giocato nel Chievo: “Conosce molto bene la Serie A, dirigenti e allenatori. Mi ha detto che sarebbe stato un bene trasferirmi in Italia. Il prestito? Io voglio lavorare sodo e concentrarmi al meglio, poi se tutto andrà per il meglio magari potrò rimanere ancora qui. Non ho seguito molto la Serie A in questi anni, ma penso comunque di poter crescere qui”.

VAVEL Logo